banane in gravidanza

Banane in gravidanza: pro e contro

Banana in gravidanza

Si sa, mangiare la frutta in gravidanza per degli spuntini sani fa davvero molto bene. I grassi contenuti nella frutta sono pochi, quindi mangiandola non si ingrassa. Contiene poi molte vitamine e sali minerali. Uno dei frutti più buoni e salutari è la banana.

Le banane sono ricche di sostanze benefiche, ma si possono mangiare banane in gravidanza?

Banane: proprietà e benefici

I benefici delle banane e i valori nutrizionali sono molteplici. Queste, infatti:

  • sono ricche di vitamine B1, B2, C ed E:
  • contengono molti minerali come fosforo, magnesio, sodio, ferro, zinco e soprattutto potassio;
  • contengono tanti zuccheri e sono ricche di amido;
  • sono ricche di acido folico.

banane in gravidanza

Leggi anche: Centrifugati in gravidanza: quali bere?

Mangiare banane in gravidanza: sì o no?

Care mamme, se amate questo frutto, state tranquille perché potete tranquillamente mangiare banane in gravidanza, ma senza eccedere nel consumo perché si tratta di un frutto molto calorico.

La banana è un frutto adatto alla futura mamma perché:

  • combatte la fastidiosa nausea, presente soprattutto durante il primo trimestre di gravidanza;
  • è ricca di acido folico, indispensabile sia prima della gravidanza che durante le prime settimane, per prevenire difetti congeniti nel bambino, come la spina bifida;
  • le banane molto mature combattono la diarrea, ma sono sconsigliate nel caso in cui si soffra di stitichezza in gravidanza;
  • le banane più acerbe favoriscono la regolarità intestinale.

Se, invece, siete in sovrappeso o soffrite di diabete gestazionale, chiedete al vostro medico se potete mangiare banane in gravidanza.

Nessuna controindicazione, invece, per le banane in allattamento, perché sono ricche di potassio e costituiscono un’ottima fonte energetica.

banane in gravidanza

Leggi anche: Quale frutta in allattamento è consigliata e quale no?

Quale frutta in gravidanza?

In generale quasi tutta la frutta in gravidanza fa molto bene. Se ci si chiede cosa mangiare a merenda o con cosa fare uno spuntino pomeridiano o uno spuntino di metà mattina, la risposta è proprio la frutta.

Secondo una ricerca dell’Università di Alberta, in Canada, le mamme che mangiano molta frutta in gravidanza partoriscono figli più intelligenti.

Inoltre, la frutta riduce il rischio di aborto spontaneo e di diabete gestazionale, previene i difetti embrionali, favorisce la regolarità intestinale.

In particolare:

  • i frutti a polpa gialla come pesche e albicocche contengono molto beta-carotene;
  • fragole, kiwi e agrumi hanno molta vitamina C;
  • la frutta secca fa molto bene perché contiene una grande quantità di ferro;
  • l’avocado in gravidanza è estremamente benefico perché ricco di vitamina E, acidi grasi omega-3 e folati;
  • more, lamponi, mandarini e arance sono ricchi di acido folico.

Non esiste frutta da evitare in gravidanza ma limitare il consumo di frutti troppo calorici come cachi e fichi.

È di fondamentale importanza lavare e disinfettare bene la frutta, soprattutto quella che cresce a terra, come le fragole e i mirtilli, in gravidanza, per evitare il rischio di toxoplasmosi.

banane in gravidanza

Leggi anche: Succhi di frutta in gravidanza: quali si possono bere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *