succhi di frutta in gravidanza

Posso bere i succhi di frutta in gravidanza?

Succo di frutta in gravidanza

Idratarsi in gravidanza, ancora più che in qualsiasi altra fase della vita, è fondamentale per favorire la corretta crescita del bambino.

Occorre, quindi, bere molto in gravidanza, ma cosa?

Si possono, ad esempio, bere i succhi di frutta in gravidanza?

Scopriamolo!

Succhi di frutta in gravidanza: si possono bere?

Si possono consumare senza problemi i succhi di frutta in gravidanza, purché lo si faccia con molta attenzione e seguendo alcuni consigli.

  • Preferire dei preparati di frutta fresca di stagione.
  • Lavare e disinfettare con cura la frutta.
  • Non esagerare nel consumo, per non apportare un’eccessiva quantità di zuccheri nell’organismo.
  • Scegliere sempre quelli con la minore quantità di zuccheri aggiunti e il minor livello di conservanti.

succhi di frutta in gravidanza

Leggi anche: Cocco in gravidanza: i benefici per la mamma e il bambino

Succhi di frutta industriali in gravidanza: sì o no?

Un buon succo di frutta in gravidanza può fare molto bene alla futura mamma e al bambino, ma capiamo bene quali preferire.

  • I succhi di frutta industriali andrebbero evitati in gravidanza perché ricchi di zuccheri e conservanti e controindicati se si soffre di reflusso o acidità di stomaco.
  • Il succo di mirtillo in gravidanza fa bene alla circolazione periferica, in quanto contiene sostanze che hanno effetto antinfiammatorio e vasoprotettore. Si rivela molto utile, soprattutto in gravidanza, per chi soffre di varici, tra cui le emorroidi. Stessa cosa per il succo ai frutti di bosco in gravidanza.
  • Anche il mirtillo rosso, in gravidanza può rivelarsi molto utile. è un rimedio riconosciuto per la prevenzione delle infezioni urinarie ricorrenti, ma è difficile da trovare come frutto da centrifugare. In questo caso sarà utile acquistare il preparato al supermercato.
  • Il succo di ananas, in gravidanza è utile a combattere la ritenzione idrica.
  • Il succo di carota è utile per combattere diarrea, cistite o infiammazioni ricorrenti.
  • Ancora meglio preparare dei centrifugati, in gravidanza molto consigliati in alternativa ai succhi industriali perché realizzati con frutta fresca. Fare in casa delle buone centrifughe, in gravidanza ha un valore terapeutico. È importante scegliere frutta e verdura di agricoltura biologica, per avere i migliori per la propria salute.

succhi di frutta in gravidanza

Leggi anche: Le controindicazioni e i benefici del melograno in gravidanza

Cosa bere in gravidanza?

Come abbiamo detto, una buona idratazione in gravidanza è fondamentale, ancora più che negli altri periodi. Ma capiamo cosa bere e con no durante la dolce attesa.

  • L’acqua in gravidanza, come in tutti i periodi della vita, è la bevanda migliore in assoluto. Aiuta a sostenere l’aumento di volume del sangue, favorisce la vascolarizzazione della placenta e serve per costituire una sorta di riserva da usare dopo il parto, quando si perdono molti liquidi. Quanto bere in gravidanza? Almeno 2,5 litri di acqua al giorno.
  • Una gustosa spremuta d’arancia, in gravidanza ottima fonte di vitamina C e non solo.
  • Tisane, in gravidanza molto consigliate purché non si esageri nel consumo e si stia attente a quali scegliere. Sì a zenzero, malva, melissa, finocchio e camomilla.

Sono bevande da evitare in gravidanza:

  • tutti i tipi di alcolici, che potrebbero compromettere lo sviluppo fetale;
  • ridurre le bevande gassate in gravidanza, troppo cariche di zucchero;
  • limitare il consumo di caffè e thè;
  • evitare tisane alla curcuma e alla valeriana.

bere in gravidanza

Leggi anche: I benefici di acqua e limone in gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *