fragole in gravidanza

Come mangiare le fragole in gravidanza?

Fragole e gravidanza: sì o no?

Le fragole sono uno dei frutti più amati e il dubbio delle future mamme riguarda il loro consumo in gravidanza.

Care mamme, potete stare tranquille perché potete mangiare fragole in gravidanza.

Dovete, però, prendere delle piccole precauzioni.

Vediamo quali.

Si possono mangiare le fragole in gravidanza?

Il consumo di fragole in gravidanza è consentito, tranne nel caso in cui, ovviamente, si soffra di allergia alle fragole.

Inoltre, è fondamentale che le fragole siano lavate e disinfettate, magari con bicarbonato prima che la futura mamma le mangi.

Poiché sono coltivate in terra, infatti, c’è più rischio che entrino in contatto con batteri come il Toxoplasma Gondii. Poiché non vi è possibilità di sbucciarle, se non disinfettate, quindi, potrebbero trasmettere il batterio e la mamma potrebbe contrarre la toxoplasmosi, in gravidanza molto pericolosa soprattutto per il bambino.

Per lavare le fragole con estrema attenzione è fondamentale:

  • fare un primo lavaggio con acqua corrente;
  • metterle a bagno con acqua e bicarbonato per 30 minuti o con acqua e una soluzione disinfettante per 15 minuti;
  • sciacquarle accuratamente con acqua corrente.

Evitare l’abbinamento di fragole e panna montata in gravidanza, sia per l’apporto calorico e sia perché il consumo di panna in gravidanza può avvenire solo se prodotta con latte pastorizzato.

fragole in gravidanza

Leggi anche: Banane in gravidanza: pro e contro

Benefici e calorie delle fragole in gravidanza

Mangiare frutta e verdura in gravidanza è fondamentale per il corretto sviluppo del bambino e il benessere della mamma.

Per quanto riguarda la frutta, uno dei frutti più consigliati è sicuramente la fragola perché apporta numerosi benefici alla mamma e al bambino.

Se state attente a lavarle e disinfettarle e se il medico vi ha tranquillizzate riguardo il rischio allergie, potete godervi i numerosi benefici delle fragole in gravidanza.

  • Sono ricche di acido folico, in gravidanza fondamentale per prevenire la comparsa, nel bambino, di patologie come la spina bifida.
  • Contengono molta vitamina C, che alla fine del pasto permette di assorbire meglio il ferro, in gravidanza essenziale.
  • Sono ricche di antiossidanti.
  • Contengono vitamina D, fondamentale per le ossa e lo sviluppo psicofisico della mamma.
  • Per quanto riguarda la fragola e i valori nutrizionali, basti pensare al limitato apporto calorico: appena 33 calorie in 10 grammi.
  • Contengono iodio, importante per lo sviluppo della memoria del bambino.
  • Aiutano a combattere la stitichezza in gravidanza.

Questi benefici sono maggiori nelle fragole spontanee e più piccole, che sono anche più saporite. Nelle fragole enormi che si trovano, spesso, al supermercato i nutrienti sono presenti in quantità limitate e i benefici sono minori.

fragole in gravidanza

Leggi anche: Mele in gravidanza: benefici e valori nutrizionali

Allergia alle fragole: quali rischi?

Le fragole sono un frutto allergizzante a causa della presenza di istamina, una molecola organica coinvolta primariamente nelle reazioni allergiche.

Attenzione, però, se la mamma non è allergica ma il papà o altri membri della famiglia sì, è opportuno chiedere prima al medico, perché il bambino potrebbe sviluppare l’allergia da fragole e, quindi, il loro consumo in gravidanza potrebbe essere pericoloso.

Se siete in dubbio e temete di sviluppare un’allergia in gravidanza, iniziate con una piccola quantità. Se dovesse presentarsi rossore, prurito o orticaria, andate dal medico, che vi prescriverà un antistaminico non vietato in gravidanza.

Per lo stesso motivo delle allergie, chiedere al medico prima di consumare le fragole in allattamento.

Ecco un video che chiarisce i dubbi riguardanti la gravidanza e le allergie.

Leggi anche: Pompelmo in gravidanza: si può mangiare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *