mirtilli in gravidanza

Mirtillo in gravidanza: proprietà e benefici

Mirtilli in gravidanza

Durante la gravidanza ci sono tanti alimenti che si dimostrano dei validi alleati per mantenere in salute la mamma e il bebè. Le verdure a foglie verdi, ad esempio, contengono acido folico, fondamentale per prevenire pericolose patologie neurali al feto. Lo zenzero riduce le nausee ed aiuta il processo digestivo.

Sapete che fa bene anche il mirtillo in gravidanza? Vediamo perché.

Mirtillo: proprietà e controindicazioni

Il mirtillo è un tipico arbusto del sottobosco che non supera i 50-60 centimetri di altezza. Bellissima la fioritura in primavera che veste i rami di rosa e bianco. È ideale nelle diete grazie al basso contenuto calorico (appena 25 calorie in 100 grammi). L’assunzione va moderata nei casi in cui sia presente una forte gastrite.

Le proprietà del mirtillo, o cranberry, sono:

  • ricco di antiossidanti, ha potere antinfiammatorio;
  • contiene sali minerali come il potassio e il fosforo;
  • la presenza di fibre lo rende utile nei casi in cui sia necessario attivare il processo intestinale;
  • grazie alla fermentazione del succo di mirtillo si ottiene un’ottima acquavite, molto amata dai francesi ma, proprio perché alcoolica, sconsigliata alle gestanti;
  • recenti studi hanno dimostrato una correlazione tra il mirtillo selvatico, una varietà del mirtillo nero, e la riduzione dell’invecchiamento cognitivo, grazie alle proprietà antiossidanti di questa bacca.

Le varie qualità di mirtillo donano colorazioni diverse a questo frutto che si può presentare rosso, blu e nero. I suoi benefici sono noti fin dai tempi antichi. Oggi è utilizzato anche per i prodotti erboristici, in particolar modo per i trattamenti della cute.

Quindi sì al mirtillo in gravidanza e, inoltre, nel menù dell’alimentazione in gravidanza, la tisana al mirtillo non può mancare, poiché:

  • aiuta a ridurre la nausea;
  • favorisce la circolazione sanguigna, consentendo così di contrastare la sensazione di pesantezza alle gambe.

Qualche bacca di mirtillo aggiunta allo yogurt può rendere gustoso uno spuntino. Quello rosso è ottimo con succo di limone e zucchero. Ideali anche i mirtilli secchi, con proprietà antiossidanti, per prelibati spuntini.

Gli usi del mirtillo sono davvero infiniti. Oltre che nell’ambito alimentare ed erboristico, con proprietà curative, questa bacca è usata per colorare i capelli. Un trattamento naturale, a base di gel di mirtillo, è utile per coprire i capelli bianchi o per aumentare le sfumature a quelli castani. Anche per colorare i tessuti, senza prodotti chimici. In particolar modo per tingere capi in cotone, seta e lana vergine esistono colorazioni naturali, a base vegetale. Il mirtillo è usato, in questo campo, per creare colori violacei. Alcuni artisti usano spezie e bacche, come il mirtillo, per creare quadri su tela davvero bellissimi.

mirtillo in gravidanza

Leggi anche: Tinta capelli in gravidanza: quali scegliere

Mirtillo rosso: proprietà e controindicazioni

Sì anche al mirtillo rosso in gravidanza. Queste varietà di mirtillo sono molto diffuse in Italia. Per il loro sapore meno dolce rispetto alle altre varietà, sono ideali per preparare composte da abbinare ai formaggi.

Il mirtillo rosso americano è ottimo per combattere le infezioni delle vie urinarie, in gravidanza come in qualsiasi periodo. Il mirtillo rosso, per la cistite, infatti, rappresenta il rimedio più efficace.

Per prevenire o curare questi fastidi, si possono assumere, dopo aver consultato il medico:

  • integratori al mirtillo per cistite;
  • succo di mirtillo rosso, in gravidanza estremamente benefico;
  • estratti di mirtilli rossi per cistite;
  • tisana al mirtillo rosso.

Quali sono gli altri benefici del mirtillo rosso?

  • È ricco di ferro e vitamina C.
  • Grazie alle fibre di cui è composto è ideale contro la stitichezza, aiutando il processo intestinale.
  • Per le donne che soffrono di couperose, i preparati a base di mirtilli rossi regolano la produzione di sebo cutaneo, contrastandone le infiammazioni.

Attenzione, però, nel caso del mirtillo rosso, alle controindicazioni: nelle donne in attesa che lamentano episodi di reflusso gastrico, l’assunzione protratta di questa bacca può peggiorare il sintomo.

Ecco un video che spiega le cause e i rimedi della cistite in gravidanza.

Leggi anche: Cistite in gravidanza: come combatterla

Mirtillo nero in gravidanza

Amato dai più golosi, il mirtillo nero, grazie al suo sapore dolce, è ideale per preparare gustose marmellate o per arricchire le macedonie.

Tra gli alimenti in gravidanza che non devono mancare, vi sono i mirtilli neri perché sono ricchi di acido folico, fondamentale nelle prime fasi gestazionali.

Grazie alle sue innumerevoli proprietà, il mirtillo nero rafforza le pareti venose, che risentono del peso del pancione. Il maggior flusso sanguigno, necessario durante i mesi dell’attesa, favorisce il senso di stanchezza e pesantezza alle gambe ed alle caviglie. Non sono poche le gestanti che lamentano gonfiore in questa zona del corpo. Una tisana, o un succo di mirtillo nero, in gravidanza, riducono vistosamente il disagio.

mirtillo gravidanza

Leggi anche: Gambe gonfie in gravidanza: cause e rimedi

Succo di mirtillo in gravidanza

Il succo di cranberry o succo di mirtillo è molto benefico per la salute della mamma e del bambino.

I succhi di frutta in gravidanza sono ideali per mantenere idratato il corpo femminile, purché non contengano un’elevata quantità di zucchero e di conservanti, come quelli confezionati.

Perché, allora, non preparare da sole e bere un succo di mirtillo in gravidanza?

Facciamo riposare 500 grammi di mirtilli, ben lavati, in una ciotola con zucchero ed il succo di un limone. Quindi versiamo i mirtilli in un litro di acqua bollente e lasciamo sul fuoco per 10-15 minuti. Dopo aver fatto raffreddare filtriamo la bevanda e gustiamoci questa prelibatezza.

succo di mirtillo in gravidanza

Leggi anche: Il succo di mirtillo aiuta a combattere la depressione post partum

Dieta in gravidanza

Il medico vi spiegherà di sicuro cosa mangiare in gravidanza per preservare la salute del piccino e la vostra. Una dieta equilibrata e sana è un valido aiuto anche per prevenire quei disagi tipici di questo periodo. In base al trimestre di gestazione è importante prediligere certi alimenti piuttosto che altri.

Per la dieta di inizio gravidanza, ad esempio, sono consigliati gli alimenti ricchi di acido folico. (Quindi decisamente sì ai mirtilli in gravidanza). Le proteine della carne, il pesce e le uova non possono mancare nel menù, per apportare la giusta quantità di nutrienti al bebè.

Mano a mano che la gestazione prosegue, la dieta in gravidanza deve comprendere il calcio, i sali minerali. Con la riduzione delle nausee tipiche del primo trimestre possiamo notare un aumento di appetito. In questo caso, per evitare di mangiare troppo, più spuntini durante il giorno, in sostituzione dei pasti principali, ci aiuteranno a ridurre il senso di fame. Con l’aumentare del volume dell’utero e del peso del bebè, potremmo avere problemi di ritenzione ed affaticamento alle gambe.

Anche in questo sarà molto utile mangiare mirtillo in gravidanza.

mirtilli in gravidanza

Leggi anche: Acido folico in gravidanza: quali sono i rischi di una carenza

Mi occupo di genitorialità, prevalentemente, dall'accompagnamento alla nascita fino alla prima infanzia, in qualità di Counselor Professionista, Insegnante di massaggio Infantile e Prenatal Tutor , crescendo, insieme a tante mamme, grazie al prezioso sostegno dei miei bambini Email: t.runco@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *