zenzero in gravidanza

I benefici dello zenzero in gravidanza

Zenzero e gravidanza

Molto probabilmente conoscerete lo zenzero, la radice della pianta erbacea Zingiber officinale Roscoe proveniente dall’Asia, conosciuta anche come ginger.

Se anche voi fate parte delle innumerevoli fan dello zenzero, probabilmente vi starete chiedendo: “Ma lo zenzero in gravidanza, fa male?

Scopriamo insieme qual è il rapporto fra gravidanza e zenzero.

Effetti dello zenzero e proprietà

Sono sempre di più le persone amanti dello zenzero che lo utilizzano come condimento per alcuni cibi o per realizzare delle calde tisane.

Sono noti, dello zenzero, i benefici estremamente numerosi, quali:

  • la forte azione antinfiammatoria, utile a combattere mal di gola, tosse e raffreddore;
  • l’effetto antiemetico naturale, che placa la nausea e i disturbi allo stomaco;
  • il potere anticoagulante, che riduce l’aggregazione piastrinica;
  • i benefici contro il colesterolo e il diabete.

Sono, forse, meno noti, invece, gli effetti collaterali dello zenzero.

Infatti, un uso eccessivo di zenzero, potrebbe causare:

  • irritazione alle mucose digestive;
  • diarrea;
  • mal di stomaco;
  • gonfiore addominale.

zenzero proprietà

Leggi anche: Bruciore di stomaco in gravidanza: i trucchi per sconfiggerlo

I poteri dello zenzero in gravidanza: pro e contro

Abbiamo visto che cos’è lo zenzero, gli effetti collaterali e i benefici. Resta, però, aperta la discussione su se e quanto zenzero al giorno si possa assumere in gravidanza.

Sembra accertato che l’eccessivo uso di zenzero in gravidanza causi mutazioni genetiche del feto. Infatti, secondo alcuni studi, queste sarebbero causate dalla molecola presente nello zenzero, il 6-gingerolo, assunta in grandi quantità.

Nonostante ciò, però, nessuno studio ha evidenziato il rapporto tra lo zenzero e le malformazioni o gli aborti.

La regola principale è di non superare mai le dosi consigliate di 1 gr al giorno, assunto preferibilmente in 4 dosi da 250 mg ciascuna.

Se rispettate queste dosi, i benefici dello zenzero o ginger in gravidanza sono notevoli. Vediamoli insieme.

  • Aiuta a combattere la fastidiosa stitichezza, in gravidanza causata dal rallentamento del processo digestivo in seguito alla pressione dell’utero sull’addome.
  • Combatte l’influenza e i suoi sintomi come tosse, raffreddore e mal di gola, in gravidanza ancora più fastidiosi.
  • Ha un forte potere disinfettante.
  • Combatte le fastidiose nausee, in gravidanza particolarmente comuni e tra i primi sintomi che ne indicano l’inizio.

Attenzione, però, alle eventuali reazioni allergiche dovute all’assunzione di zenzero in gravidanza. Potrebbe, infatti, causare, soprattutto nei soggetti più sensibili, mal di stomaco, gonfiore, produzione di gas, specialmente se assunto sotto forma di polvere.

Chiedete sempre al vostro medico se e come assumere lo zenzero in gravidanza.

zenzero in gravidanza

Leggi anche: Tisane in allattamento: quali si possono bere?

Come assumere lo zenzero in gravidanza?

Il modo migliore e più comune di assumere lo zenzero in gravidanza, è preparare gustosi infusi e calde tisane, in gravidanza molto benefici.

Le tisane allo zenzero in gravidanza possono essere:

In alcuni casi, però, gli infusi non sono tollerati dalle donne incinte, quindi, in quel caso, è possibile chiedere al ginecologo l’eventualità di assumere:

  • compresse allo zenzero in gravidanza;
  • caramelle allo zenzero in gravidanza.

L’uso dello zenzero può essere, inoltre, associato a cibi da insaporire.

zenzero in gravidanza

Leggi anche: Senape in gravidanza: si può usare?

Nausea in gravidanza: cause e rimedi

Uno dei sintomi più fastidiosi della dolce attesa sono le fastidiose nausee che caratterizzano soprattutto il primo trimestre di gravidanza.

Questa forte sensazione di malessere generale che si avverte a livello della gola e dello stomaco, può insorgere improvvisamente o persistere per tempi più lunghi.  Non è ancora del tutto chiaro perché si verifichi la nausea in gravidanza. Per cercare di sciogliere il quesito sono state proposte varie ipotesi, tra le quali quella dell’aumento di progesterone, il cui innalzamento provocherebbe i fastidiosi sintomi della nausea. C’è invece chi ritiene che la nausea in gravidanza possa essere un efficace stratagemma per tenere le donne in gravidanza lontane da cibi potenzialmente pericolosi.

Uno dei rimedi più efficaci è, come abbiamo visto, lo zenzero.

Gli effetti dello zenzero anti nausea sono stati confermati anche dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists. Altri studi hanno evidenziato che 1 gr di zenzero al giorno in gravidanza aiuti a combattere le fastidiose nausee mattutine.

Oltre lo zenzero, moltissime donne in gravidanza fanno uso di qualunque tipo di spezie contro la nausea. Ma se alcune spezie possono essere usate tranquillamente per far fronte alla nausea in gravidanza, altre richiedono cautela, come la cannella in gravidanza, l’anice, la paprica, il pepe, e la curcuma in gravidanza

Ciò che è certo, è che le donne cercano dei rimedi alla nausea in gravidanza, e spesso li trovano, oltre che nell’uso dello zenzero, anche nell’uso della curcuma e nel miele in gravidanza. Il miele in gravidanza è da sempre considerato un antibiotico naturale, che se associato alla cannella in gravidanza può avere numerosi effetti benefici utili per combattere ad esempio artrite, raffreddore e mal di gola.

La curcuma contiene un potentissimo principio attivo che prende il nome di curcumina, capace di raggiungere più di 150 potenziali attività terapeutiche, tra cui le proprietà antiossidanti, anti-infiammatorie e anti-cancro. L’uso di curcuma e miele in gravidanza migliora significativamente la digestione e aumenta l’attività della flora intestinale. Ma esistono alcuni dubbi sull’utilizzo della curcuma in gravidanza e, perciò, è consigliabile chiedere sempre al proprio medico, anche prima di gustare una tisana zenzero e curcuma in gravidanza.

Ecco un video riguardante la nausea in gravidanza.

Leggi anche: Posso bere il thè verde in gravidanza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *