Senape in gravidanza: si può usare?

Senape in gravidanza

Anche voi adorate la senape? Vi state chiedendo se si può mangiare senape in gravidanza? Riguardo la senape in gravidanza non esistono avvertenze particolari. Sia in semi che in salsa, può essere usata per condire diversi piatti. L’importante è non esagerare, perché in dosi eccessive potrebbe causare bruciori di stomaco.

Con il termine senape si indicano alcune piante erbacee che producono un frutto contenente numerosi piccoli semi utilizzati per preparare la salsa di senape. La senape ha un sapore aspro e piccante e una colorazione dal giallo al marrone.

Nella cucina italiana si usa soprattutto in salsa, per condire sia carne che verdure e insalate. La senape, al pari di molte altre spezie, non ha controindicazioni, se non nel caso in cui siano già presenti bruciori di stomaco. I bruciori possono essere considerati uno dei sintomi più frequenti della gravidanza. Tuttavia molte donne non provano alcun tipo di malessere durante la gestazione.

Le spezie in gravidanza possono aiutare a dare ai cibi un sapore migliore, riuscendo a ridurre l’utilizzo di sale.

senape in gravidanza

Come sappiamo, un consumo ridotto di sale riduce il rischio di ipertensione e di ritenzione idrica. Entrambe queste problematiche sono molto comuni in gravidanza.

Inoltre, nonostante nell’attesa aumenti leggermente il fabbisogno di sodio, il sale naturalmente presente nei cibi è sufficiente a soddisfarlo. Sostituire il sale con le spezie non comporta alcun rischio di carenza per mamma e bambino. L’utilizzo delle spezie rappresenta, invece, una sana abitudine da mantenere anche dopo la nascita del bebè.

Molte spezie hanno un’azione digestiva e diminuiscono la nausea. Cattiva digestione e nausea sono entrambi fastidi comunemente avvertiti nei 9 mesi.

Come usare le spezie? Possono essere aggiunte a piatti freddi o caldi e usate sia crude che cotte.

L’utilizzo del piccante in gravidanza è invece controverso. Secondo alcuni, mangiare piccante in gravidanza può essere pericoloso in quando potrebbe stimolare prematuramente le contrazioni. Anche se questa ipotesi pare non sia mai stata confermata, alcune donne preferiscono evitare completamente il piccante. Tuttavia un utilizzo moderato sembra non possa provocare alcun problema.

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *