limone in gravidanza

Perché mangiare limone in gravidanza?

Limone in gravidanza

Il limone, ricco di vitamina C, riesce a stimolare la digestione, a combattere le nausee e a idratare la pelle e l’organismo di chi è in dolce attesa. Quindi a chi chiede se il limone in gravidanza fa male, rispondiamo di no.

I benefici del limone in gravidanza sono tanti, sia per la futura mamma che per il suo bambino.

Vediamo insieme perché mangiare limone in gravidanza fa bene.

I benefici del limone in gravidanza

Secondo alcune leggende, chi ha voglia di limone in gravidanza aspetta un maschietto. Ovviamente, queste credenze popolari non hanno nessun fondamento scientifico. Fatto sta, che ne abbiate voglia o no, mangiare limoni in gravidanza vi porterà notevoli benefici.

Le proprietà del limone e i valori nutrizionali sono molteplici. Il limone, infatti:

  • è un antiossidante capace di eliminare le tossine;
  • allevia i bruciori di stomaco;
  • stimola la diuresi;
  • rafforza le difese immunitarie;
  • è un ottimo disinfettante sopratutto per le infiammazioni della bocca;
  • favorisce la circolazione del sangue;
  • riequilibra il ph dell’organismo.

Inoltre, alle mamme farà piacere sapere che mangiare limone fa dimagrire. Infatti, la vitamina C è un grande alleato della salute e favorisce la digestione, per questo è un alimento molto indicato quando si desidera perdere peso. Le calorie del limone sono davvero poche, circa 11 kcal per 100 grammi ed è molto utilizzato nelle diete come condimento, per dare sapore ai cibi e diminuire l’utilizzo di sale.

Estremamente consigliato è anche il limone in allattamento, grazie al suo contenuto di vitamina c.

limone in gravidanza

Leggi anche: Nausea in gravidanza: i trucchi per sconfiggerla

Bere acqua e limone in gravidanza

Per combattere la fastidiosa nausea in gravidanza, i rimedi naturali sono tantissimi, ma uno dei più efficaci è bere il limone spremuto in acqua calda o tiepida ogni mattina.

Questa bevanda è estremamente benefica e dovrebbe essere una sana abitudine da adottare sia durante la gravidanza che l’allattamento per disintossicare il corpo in modo naturale e donare un benessere immediato.

Bere acqua e limone al mattino è molto consigliato, perché attiva il metabolismo e aiuta il corpo ad affrontare in modo energetico la giornata. Un bicchiere di succo di limone in gravidanza al mattino equivale a una doccia per l’apparato gastrointestinale, capace di purificare i reni e non solo. Anche la pelle trae numerosi benefici dal bere acqua calda e limone in gravidanza perché dona lucentezza e contrasta l’azione dei radicali liberi, migliorando le rughe e l’acne.

Per preparare una limonata calda occorrono circa 300 ml di acqua da riscaldare a cui aggiungere il limone spremuto e filtrato che va bevuto a piccoli sorsi. Si può bere acqua e limone al mattino in gravidanza circa 20 minuti prima della colazione per purificare il corpo oppure si può utilizzare la limonata calda per digerire poiché, spesso, durante la gestazione si manifestano problemi di digestione.

acqua e limone al mattino in gravidanza

Leggi anche: I benefici di acqua e limone in gravidanza

Il limone in gravidanza: come mangiarlo?

Ormai è chiaro che acqua e limone in gravidanza fa bene, in quanto è disintossicante, antiossidante e depurativo, ma, oltre una bella limonata in gravidanza, in quali altri modi mangiare limoni fa bene?

  • Si può bere una tisana allo zenzero e limone, in gravidanza molto benefica, ma è estremamente consigliata a tutti, non solo alle donne incinte, grazie ai sui enormi benefici. Evitare, invece, la tisana zenzero e limone in allattamento, poiché lo zenzero è piccante e potrebbe infastidire il bambino.
  • Per mangiare un limone intero al giorno, si può bere succo di limone puro, evitando di esagerare per evitare che danneggi lo smalto dei denti, a causa della presenza di acido citrico.

Chiedere consiglio al medico prima di consumare:

  • acqua, limone e bicarbonato: fa male in caso di pressione alta;
  • acqua, limone e miele: in gravidanza è preferibile non eccedere nel consumo di zuccheri, sia per evitare un aumento di peso, sia per ridurre il rischio di diabete gestazionale;
  • sorbetto al limone in gravidanza: si può mangiare solo se si ha la certezza che sia stato fatto con latte pastorizzato. La stessa cosa vale per il gelato al limone in gravidanza e per la granita al limone in gravidanza.

limoni in gravidanza

Leggi anche: Gelato in gravidanza: si può mangiare?

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *