peperoni in gravidanza

Peperoni in gravidanza: perché fanno bene?

Peperoni in gravidanza

L’alimentazione in gravidanza è molto importante sia per la salute materna che per lo sviluppo del feto. Per questo motivo è bene conoscere i cibi consigliati in gravidanza.

Alcuni alimenti più di altri contengono, infatti, sostanze che garantiscono la crescita del bambino e danno il giusto sostentamento alla mamma.

Fra questi, i peperoni in gravidanza sono un ottimo alimento.

Scopriamo perché.

Gravidanza: perché i peperoni fanno bene

I peperoni sono tra gli ortaggi più amati e fanno parte della lista di alimenti consigliati in gravidanza.

I peperoni fanno ingrassare? No, perché le calorie dei peperoni sono circa 31 in 100 grammi.

Inoltre, nella stessa quantità di peperoni, i valori nutrizionali sono:

  • 6g di carboidrati;
  • 1g di proteine;
  • un importante quantitativo di vitamina C. I peperoni sono, infatti, gli alimenti che, se mangiati crudi, apportano le maggiori quantità di acido ascorbico. Come sappiamo la vitamina C contribuisce alla formazione dei tessuti del bambino. Inoltre aiuta l’assimilazione del ferro in gravidanza;
  • un modesto apporto energetico grazie alla presenza del fruttosio;
  • sono importanti per l’apporto di acqua, fibra alimentare e sali minerali, potassio in particolare;
  • ottima fonte di beta carotene e di altri carotenoidi. Le varietà che contengono maggiori quantità di beta carotene e vitamina C sono quelli più rossi. Quindi il peperone rosso è sicuramente tra i cibi in gravidanza consigliati, specie per chi ha problemi di ferro basso in gravidanza. Attenzione, però, a non eccedere nell’apporto di beta carotene in gravidanza o in allattamento, perché potrebbe causare problemi.

peperoni in gravidanza

Leggi anche: Pomodori in gravidanza: si possono mangiare?

Peperoni e gravidanza: come mangiarli

Come mangiare i peperoni in gravidanza?

  • I peperoni in padella sono tra le preparazioni più semplici e tipiche della cucina italiana. Questo tipo di cottura, che consiste nell’aggiunta di un po’ d’olio durante la preparazione in padella, permette al beta carotene di essere assorbito meglio. Questa provitamina, infatti, come avviene per il licopene, essendo liposolubile, si assimila meglio se associata a grassi di origine vegetale.
  • Per preservare al massimo la vitamina C contenuta nei peperoni, l’ideale sarebbe mangiarli crudi. Tuttavia, i peperoni crudi fanno male in gravidanza. La cottura in padella a fiamma non troppo viva o al vapore ne migliora la digeribilità e, inoltre, elimina anche gli eventuali batteri presenti, evitando il rischio di infezioni alimentari, quali la toxoplasmosi.

In alcuni casi i peperoni possono risultare comunque difficili da digerire e per questo sembrerebbero essere cibi sconsigliati in gravidanza. In realtà ciò che risulta indigesto di questo ortaggio è il complesso fibroso che riveste la polpa, impropriamente chiamata pelle. La cottura dei peperoni faciliterà l’eliminazione della loro pellicola esterna e questo garantirà ottimi apporti nutrizionali e una digestione semplice.

Il peperone verde è la varietà meno dolce e più difficile da digerire ma, nonostante ciò, non può rientrare tra i cibi vietati in gravidanza.

peperoni in gravidanza

Leggi anche: Frutta in gravidanza: quale mangiare?

Quale verdura in gravidanza?

Durante i 9 mesi è fondamentale essere consapevoli di quali siano gli alimenti da evitare in gravidanza. Infatti, ci sono cibi che non si possono mangiare in gravidanza perché non solo non hanno i nutrienti necessari per mamma e bambino, ma possono persino diventare pericolosi per entrambi. La dieta in gravidanza dovrebbe comprendere carne, pesce, legumi, cereali, pane, pasta, riso, latte e derivati, frutta e verdura.

Mangiare verdure in gravidanza contribuisce a ridurre stanchezza e debolezza e riduce il rischio di comparsa di difetti alla colonna vertebrale, preeclampsia e anemia. A tal proposito, quali sono le verdure da mangiare in gravidanza?

  • Verdure ricche di vitamina C, acido folico, ferro e beta-carotene, come:
  • Verdure ricche di vitamine A, B6, C e beta carotene, come:
    • le carote, in gravidanza utilissime per combattere la stitichezza e favorire lo sviluppo di occhi, denti e ossa;
  • Il cavolfiore, in gravidanza fondamentale perché ricco di vitamine A, B, C, K, PP, fibre, acido folico e sali minerali. Svolge azioni antinfiammatoria, antiossidante, depurativa e rimineralizzante.
  • La rucola, in gravidanza consigliata perché ricca di potassio, che protegge dai crampi muscolari e regola la pressione alta.
  • L’insalata, in gravidanza benefica per combattere la stitichezza.
  • Il finocchio, in gravidanza consigliato, seppur in dosi limitate, per favorire la digestione, aumentare la produzione di latte e combattere il raffreddore.

Ad ogni modo, nonostante siano tante le verdure da poter mangiare durante la gestazione, è sempre fondamentale lavare bene e disinfettare frutta e verdura in gravidanza, per evitare di contrarre infezioni alimentari.

peperoni gravidanza

Leggi anche: Mais in gravidanza: proprietà e valori nutrizionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *