foto_gestante_dolci

Dolci in gravidanza: perché non bisogna esagerare

Dolci in gravidanza

Quanti cambiamenti subisce l’organismo femminile in gravidanza. Già dalle prime settimane l’olfatto diventa più sensibile e odori che prima amavamo, adesso ci causano un senso di nausea. Spesso cambiano i gusti, così, con sorpresa, scegliamo cibi diversi dalla nostra quotidiana alimentazione. Non di rado siamo attratte da biscotti, gelati, crostate e bignè ricchi di creme squisite. Ma i dolci in gravidanza si possono mangiare?

La gravidanza è una condizione fisiologica. La donna può continuare a svolgere le normali attività, con alcune accortezze per preservare la sua salute e quella del bebè. Già nei mesi che precedono l’inizio della gestazione, nel momento in cui decidiamo di diventare madri, è importante rinunciare al fumo di sigarette ed agli alcolici.

Anche l’alimentazione deve essere curata, scegliendo cibi leggeri che favoriscono il processo di digestione, rallentato dalla nuova situazione. Alcuni alimenti sono vietati in gravidanza, perché possono esporre la donna al rischio di toxoplasmosi, una patologia a trasmissione parassitaria, pericolosa per l’incolumità del feto.

foto_dolci_in_gravidanza

Dolci

Durante il periodo dell’attesa non possiamo mangiare dolci che contengono uova fresche, senza o con poca cottura. Quindi non cerchiamo porzioni di tiramisù, bignè alla crema perché potremmo incorrere nel rischio di salmonella. Per lo stesso motivo sono da evitare i dolci con la crema pasticcera in gravidanza.

Caramelle, succhi di frutta confezionati e tutti quei cibi ricchi di zucchero devono essere limitati nell’assunzione, non solo per evitare un eccesivo aumento di peso, ma, soprattutto, per non incorrere nel rischio di glicemia alta in gravidanza.

Non è detto che livelli di glicemia alta siano sempre sinonimo di diabete gestazionale; è comunque una condizione che va monitorata con attenzione. Il medico, in questo caso, prescriverà la dieta appropriata per salvaguardare la salute della donna e del bebè.

In genere il diabete gestazionale colpisce quelle donne in cui è presente una familiarità alla malattia; oppure che hanno sviluppato questa disfunzione metabolica durante le precedenti gravidanze. Anche il sovrappeso può facilitare l’insorgenza di questa patologia pericolosa perché espone il feto a ipoglicemia, parto pretermine, oltre che al rischio di aborto.

Diabete gestazionale: dieta consigliata. La dieta limiterà il consumo di alimenti zuccherini e di carboidrati. saranno consigliati cibi ricchi di fibre, frutta e verdura. La quantità delle calorie giornaliere e dei singoli alimenti, sarà indicata dal medico, in base al singolo caso.

Ho voglia di dolce

Se ho voglia di dolce, cosa posso mangiare? I biscotti e la pasticceria secca non sono cibi vietati in gravidanza. Anzi, in caso di nausea, un paio di biscotti aromatizzati allo zenzero vi aiuteranno a ridurre il disagio.

Siete golose di marmellata? È un alimento consentito alla gestante. La cottura ad alte temperature la rende innocua, ma attenzione a non esagerare nella quantità. Anche un pezzetto di cioccolata fondente, non solo delizierà il palato ma aumenterà il buon umore.

foto_voglia_di_dolce

La cannella in gravidanza non è vista di buon occhio dai medici. In quantità importanti incide sulla contrattilità uterina.

Gelati in gravidanza

Con la bella stagione preferiamo i cibi meno caldi. Tra i dolci iniziamo ad optare per i gelati, spesso anche come sostituto del pranzo. I gelati in gravidanza si possono mangiare?

Meglio evitare il gelato artigianale in gravidanza, per il pericolo di contrarre la salmonella. Se proprio non riusciamo a farne a meno, possiamo optare per i sorbetti o per i gelati alla frutta.

Se siete abituate ad una spruzzata di panna montata, in gravidanza se è pastorizzata non è vietata. Anche quella che compriamo al supermercato, preparata con il processo di pastorizzazione, con temperature portate ad alti livelli, ne consentono il consumo anche durante i mesi dell’attesa. Per il contenuto zuccherino, meglio non esagerare con la quantità.

Cibi da evitare in gravidanza

I cibi da evitare in gravidanza non sono poi tanti. Per la salute ed il benessere del nostro piccolino non sarà difficile rinunciare per nove mesi ad alcuni alimenti.

Carne e pesce crudo o poco cotti, possono esporci al rischio di contrarre la toxoplasmosi. La salmonella è pericolosa se mangiamo cibi con uova e latte non cotti. Durante i mesi dell’attesa evitiamo la cacciagione ed i pesci che contengono elevate dosi di mercurio, come il pescespada ed il tonno.
Riduciamo le bevande a base di caffeina e, se possibile, escludiamo quelle gasate e zuccherine.

Tra le cose da evitare in gravidanza, anche le cotture che rallentano il processo digestivo; quindi attenzione agli alimenti fritti. Alcune spezie possono aumentare il bruciore di stomaco o il senso di nausea; altre stimolano le contrazioni uterine. In caso di dubbio, consultate il medico.

Gelato in gravidanza

Se confezionato, si può mangiare il gelato in gravidanza? Il gelato confezionato è conservato in ambienti che abbattono le temperature, quindi lo rendono innocuo per il rischio di salmonella. I medici, comunque, raccomandano di limitarne la quantità perché contengono conservanti e sostanze zuccherine non proprio salutari per la donna ed il suo bimbo.

Inoltre se i gelati al gusto di frutta hanno sicuramente un impatto minore per quanto concerne la quantità di calorie, possono aumentare l’acidità di stomaco, nelle gestanti che già lamentano questo disturbo. Lo stesso dicasi per quelle donne che soffrono di reflusso gastrico.

Mi occupo di genitorialità, prevalentemente, dall'accompagnamento alla nascita fino alla prima infanzia, in qualità di Counselor Professionista, Insegnante di massaggio Infantile e Prenatal Tutor , crescendo, insieme a tante mamme, grazie al prezioso sostegno dei miei bambini Email: t.runco@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *