tiramisù in gravidanza

Il tiramisù in gravidanza si può mangiare?

Tiramisù in gravidanza

Il tiramisù è un dolce molto delizioso, la cui caratteristica principale è quella di dare energia grazie alla sua dose di caffeina. È un dessert perfetto sia per concludere un pasto in compagnia, sia come merenda o per festeggiare qualche evento importante.

Ma quello che le donne incinte si chiedono è:

  • “Si può mangiare il tiramisù in gravidanza?”
  • Ho mangiato il tiramisù in gravidanza. Cosa succede?”
  • “Posso realizzare un tiramisù con panna senza uova?”

La dieta in gravidanza, infatti, necessita di particolari attenzioni e, soprattutto con i dolci con latte e uova, occorre stare molto attente. Scopriamo insieme come realizzare un buon tiramisù fatto in casa in gravidanza, che rientri tra i dolci al mascarpone senza uova.

Tiramisù e gravidanza

La preparazione del tiramisù è molto semplice ed è, invece, difficile rinunciare a questa bontà morbida, fresca e gustosa. Infatti, il tiramisù in gravidanza viene spesso messo da parte per evitare eventuali complicazioni alla salute della mamma e del bambino.

Ecco perché il tiramisù in gravidanza fa male.

  1. Le uova crude in gravidanza sono estremamente nocive perché potrebbero essere portatrici di Salmonella.
  2. Il caffè in gravidanza andrebbe ridotto perché troppa caffeina non fa bene alla mamma e al bambino.
  3. Il mascarpone in gravidanza andrebbe evitato o, quantomeno, ridotto, perché è molto grasso. Un’alternativa potrebbe essere realizzare un dolce al mascarpone senza uova.

Il problema principale, quindi, riguarda il pericolo di mangiare l’uovo crudo in gravidanza. Erroneamente si pensa che la presenza, in particolare, di uova crude nella ricetta classica possano causare la temuta toxoplasmosi, ma l’infezione non ha molto a che fare con questo alimento. Attraverso le uova crude, in gravidanza, è possibile prendere la salmonella che, nei casi più gravi, può influenzare negativamente lo sviluppo del feto e generare difficoltà respiratorie per il piccolo. Per cui, potrebbe essere una soluzione preparare una crema per tiramisù senza uova, per  far sì che non vi sia alcun rapporto fra tiramisù e salmonella.

Per vivere le 40 settimane in tranquillità, è importante inserire nella lista dei cibi da evitare in gravidanza, gli alimenti crudi, che siano carne, pesce o qualsiasi altro alimento che possa essere contaminato da agenti patogeni.

L’eliminazione di alcuni cibi dall’alimentazione in gravidanza, però, non vieta alle future mamme di gustarsi un prelibato dessert per rendere ancora più dolce l’attesa, basta semplicemente cambiare o eliminare degli ingredienti. Vediamo insieme come realizzare un gustoso tiramisù per donne in gravidanza.

tiramisù gravidanza

Leggi anche: Caffè in gravidanza: i consigli per le future mamme

Tiramisù: ricetta senza uova

Per poter tranquillamente mangiare il tiramisù in gravidanza ed eliminare il pericolo rappresentato dalle uova, si può pensare a un’alternativa nel realizzare la crema per il tiramisù.

Poiché è difficile preparare un tiramisù con uova cotte, si può pensare di realizzare una ricetta del tiramisù senza uova ed eventualmente senza caffè.

Ma come si fa il tiramisù senza uova? Vediamo insieme la ricetta per fare un tiramisù “sicuro”!

  • Intingere 400 g di savoiardi in 100 ml di caffè.
  • Posizionare i savoiardi in una pirofila e ricoprirli con una crema composta da 250 g di panna per dolci, 500 g di mascarpone o di ricotta, 150 g di zucchero e 200 g di latte.
  • Per concludere polverizzare del cacao amaro sul dolce.
  • Lasciare il dolce in frigo per qualche ora prima di gustarlo.

Anche il piccolo nella pancia apprezzerà la scelta delle ricette di tiramisù senza uova!

Se, inoltre, non si vuole un tiramisù al caffè senza uova e si vuole realizzare un tiramisù senza uova e senza caffè, si può sostituire al caffè, qualsiasi tipo di cioccolata o crema alle nocciole spalmabili.

Per quanto riguarda il rapporto tra tiramisù e allattamento, invece, occorre chiedere al proprio medico che saprà consigliare quali alimenti mangiare quando si allatta, perché soltanto lui è in grado di conoscere la storia clinica della mamma e del bambino. È molto probabile che, in assenza di allergie o problematiche varie, vi dirà di poter finalmente mangiare un bel tiramisù in allattamento!

tiramisù in allattamento

Leggi anche: Allattamento e alimentazione: i cibi che cambiano il sapore del latte

Dolci in gravidanza

Dopo aver visto come fare il tiramisù senza uova crude, le mamme potrebbero chiedere: “Oltre il tiramisù, in gravidanza si possono mangiare altri dolci con ricette alternative?” La risposta è sì, ed è possibile sbizzarrirsi con le ricette.

L’importante è chiedere al proprio medico cosa mangiare e cosa non mangiare in gravidanza e tenere presente che:

  • la panna in gravidanza può essere mangiata, purché sia stata fatta con latte pastorizzato;
  • la crema pasticcera in gravidanza può essere mangiata, purché ci si accerti della provenienza delle uova e che siano cotte;
  • i dolci con mascarpone senza uova si possono mangiare ma si deve stare attente a non eccedere nel consumo di mascarpone, che potrebbe far aumentare il peso della mamma;
  • la cheesecake in gravidanza può essere mangiata solo se fatta con formaggio pastorizzato e senza uova crude.

tiramisù e allattamento

Leggi anche: Cosa mangiare in gravidanza: gli alimenti giusti

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *