foto_moscata

Noce moscata in gravidanza: può essere consumata?

Noce moscata in gravidanza

La noce moscata è una spezia molto utilizzata nella cucina italiana. Ad esempio, viene utilizzata per insaporire ancora di più il ragù o per dare un gusto particolare a qualche cibo. In gravidanza la noce moscata può essere consumata? Sicuramente in questo periodo bisogna fare attenzione a molte cose perché alcuni alimenti possono far male al feto e alla mamma. La noce moscata ha effetti tossici se utilizzata in grandi dosi, tra i quali allucinazioni e convulsioni, a causa di un olio in essa contenuto, la miristicina. Ovviamente le dosi che portano a questi effetti sono davvero grandi: parliamo ad esempio di una noce. Nonostante questo non bisognerebbe sottovalutare neppure gli effetti che questa spezia può avere se consumata in piccole dosi.

Noce moscata

Un pizzico di noce moscata non fa di certo male e non provoca alcun effetto collaterale. Ma in gravidanza sarebbe meglio non rischiare in quanto convulsioni e allucinazioni possono rappresentare un problema gravissimo per il feto e per la mamma. Alcuni medici consigliano perciò di ridurre davvero al minimo il consumo di questa spezia e di utilizzarla una volta ogni tanto.

Nonostante ciò altri medici per sicurezza sconsigliano completamente l’utilizzo di noce moscata in gravidanza. Certamente un uso raro e in piccole dosi di noce moscata non porterà ad alcun effetto collaterale. In gravidanza però è meglio essere certi di non assumere sostanze che possano nuocere alla salute del feto e di se stesse. Per questo motivo, anche se molto probabilmente non ci sarebbero rischi, alcuni ginecologi preferiscono sconsigliare l’utilizzo di noce moscata.

noce moscata in gravidanza

Noce moscata proprietà

Sono diverse le proprietà delle noci moscate. Questa spezia ha molto ferro e tantissimi sali minerali come il potassio. Molte sono anche le vitamine contenute, in particolare le B e C. La noce moscata contiene inoltre acido folico, beta carotene e vitamina A.


Leggi anche: Spezie in gravidanza, quali sono quelle da evitare


Le spezie

Allo stesso modo pure il consumo di altre spezie andrebbe limitato, come il peperoncino in gravidanza. Mangiare piccante in gravidanza può portare a forti bruciori di stomaco. Nonostante ciò l’utilizzo di peperoncino non è vietato: si può mangiare ma solamente di rado e senza esagerare con le dosi e con il grado di piccantezza. Tra i cibi vietati in gravidanza troviamo anche il pepe nero. Il pepe nero contiene la piperina, una sostanza che provoca bruciori di stomaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *