foto_bimba_4_anni

Bimba di quattro anni salva la mamma da un malore

Mamma salvata dalla figlia di quattro anni

Spesso e volentieri sono i figli a darci lezioni di vita. Altre volte, invece, ce la salvano. È quanto successo ad una mamma inglese, che affetta da fibromialgia – sindrome caratterizzata da dolore cronico diffuso – ha accusato un malore in casa. Nell’abitazione, insieme a lei, c’era la piccola Kaitlyn, di soli quattro anni.

La storia

Con fermezza e sangue freddo, la bimba è riuscita a chiamare i soccorsi e a guidare gli operatori fino all’abitazione. I genitori della bimba avevano educato sia la piccola di casa che gli altri due figli (di undici e di quattordici anni) ad allertare i soccorsi in caso di emergenza. Gli insegnamenti sono serviti alla bambina che, con informazioni basilari, è stata in grado di condurre telefonicamente l’ambulanza in casa sua.

Leggi anche: Bimbo di 5 anni chiama ambulanza e salva la vita al papà

foto_ospedale_sant_eugenio

La bimba chiama i soccorsi e salva la mamma

In casa ci siamo io, la mamma, un cane e un gattino. Per arrivare, bisogna andare giù per la collina e risalire dall’altra parte

ha detto la bimba per telefono ai paramedici, che alla fine hanno trovato l’abitazione ed hanno salvato la mamma Charlene. Alla BBC, la donna si è detta orgogliosa della sua terza figlia, che è stata pronta e lucida davanti ad una situazione di pericolo ed emergenza.

L’operatrice che ha parlato al telefono con la bimba

L’operatrice che ha avuto il delicato compito di parlare al telefono con la bimba è Jess, che ha in seguito invitato l’intera famiglia nel polo ospedaliero.

Sono rimasta piuttosto sorpresa perché aveva una vocina, quindi sapevo che era una bambina piccola ma era davvero coraggiosa, ha risposto alle mie domande in modo chiaro e sicuro e sapeva esattamente cosa fare in caso di emergenza

ha raccontato l’infermiera, ancora incredula.

foto_ospedale

Leggi anche: Bimbo di undici anni salva la sorellina dalla morte: la storia

Il padre di Kaitlyn, Simon Wright, ha ammesso solo di averle insegnato a premere i tre bottoncini del telefono, e che quello verde serviva a chiamare ed eventualmente chiedere aiuto: così è stata salvata la vita di Charlene.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *