Elena Santarelli

Elena Santarelli: la malattia del figlio, la maternità, il matrimonio con Bernardo Corradi e altre curiosità

Elena Santarelli: scheda

Showgirl ed ex modella, Elena Santarelli è anche mamma di due bambini e moglie dell’ex calciatore Bernardo Corradi. Ha da poco scritto un libro sulla sua storia, e in particolare sulla malattia del figlio. Diamo un’occhiata alla sua scheda per saperne di più!

Cognome e nome: Santarelli Elena
Data di nascita: 18 agosto 1981
Luogo di nascita: Latina
Segno zodiacale: Leone
Altezza: 180 cm
Peso: 60 kg
Soprannomi: Beautiful
Professione: conduttrice televisiva, attrice, showgirl ed ex modella
Segni particolari: un piccolo tatuaggio dietro la spalla destra
Sposata? Sì, con Bernardo Corradi
Figli? Sì, due.

Cosa pensa Elena Santarelli della maternità?

Ho sempre detto che mi piacerebbe avere un altro figlio, ma se sarà quest’estate, tra tre mesi o un anno proprio non lo so. Molte persone mi dicono spesso: “Devi farlo in questo periodo della tua vita, altrimenti ci saranno troppi anni di differenza con Giacomo”, che adesso ha sei anni. Ma queste non sono cose che si devono fare per forza, non mi piacciono le imposizioni e nemmeno i calcoli matematici, quando si parla di figli. Un bambino non è un etto di prosciutto da comprare al supermercato. Mio marito e io faremo un altro figlio solo quando ne avremo davvero voglia.

Elena Santarelli immagini
Elena Santarelli.

Leggi anche: Costanza Caracciolo: la maternità, il matrimonio con Bobo Vieri, le foto e la carriera

Elena Santarelli e la malattia del figlio

Il calvario inizia il 29 novembre 2017 quando i medici comunicano a Elena Santarelli e al marito Bernardo Corradi la malattia del figlio Giacomo. Non una malattia qualunque, ma un tumore cerebrale, come raccontato dalla stessa Elena.

View this post on Instagram

Il 29/11/2017 ricordo che ero in bagno a vomitare e a piangere in silenzio,ero ignara che a pochi km da casa mia c’erano due genitori che piangevano per non poter più festeggiare il compleanno della loro bambina nata lo stesso giorno in cui io ho ricevuto il pugno allo stomaco,scomparsa nel 2015 a causa di un tumore cerebrale. Da lì a pochi ho conosciuto i suoi genitori,simone e serena che hanno seminato nel 2016 il primo seme al @progettoheal in memoria di Gaia. Non è un caso che io abbia scoperto il tumore il 29/11/17 e che Gaia sia nata il 29/11/2010,oramai sono grande e non credo più alla casualità’,qualsiasi fatto accade sempre per un motivo. La mia storia vuole essere la testimonianza di come nella vita accadano incontri che all’apparenza sembrano casuali, ma che in realtà poi ti rendi conto essere frutto di una connessione incredibile che la mente razionale non può comprendere ma che sa discernere come qualcosa che non si può definire come risultato di una circostanza fortuita. Ogni avvenimento ha uno scopo ben preciso nella nostra esistenza e che, se impariamo a riconoscerli, nella vita accadono veri e propri miracoli. Il miracolo per me è che qs sera la famiglia di @progettoheal insieme a me che sono la madrina e @christianvieri nostro grande sostenitore consegneremo i primi 250 MILA EURO ( ne mancano ancora molti per arrivare alla cifra finale )al bambino Gesù per l’acquisto del simulatore in 3d che è già in uso per la neurochirurgia pediatrica del bambino Gesù di Roma e allo stesso tempo inaugureremo la sede Romana di progetto heal . Ecco come una data tanto odiata si trasforma in miracolo,grazie a tutti voi che avete permesso questo primo step e grazie a te Gaia per aver scelto me in questa missione mediatica e di cuore 💓. #cancerfighter #love #progettoheal #futurebrain #healonlus #rome #hope #betterfuture

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Malattia scoperta in seguito ad accertamenti dopo che Elena, grazie al suo istinto materno, si era accorta di qualcosa di strano nel figlio Giacomo. Elena Santarelli racconta di non aver partecipato alla risonanza in quanto fresca di operazione all’anca e che, quindi, è stato il marito Bernardo Corradi, quel giorno, ad accompagnare il bambino alla visita.

Quando mio marito è tornato a casa, gliel’ho letto in faccia. Sono andata in bagno e ho vomitato, Poi, mi sono messa a piangere in silenzio, per non farmi sentire da mio figlio. Giacomo mi ha chiesto di giocare alla Playstation e l’ho fatto. Ho passato la notte su Internet a cercare le parole del referto e a chiamare amici che conoscevano medici.

Elena Santarelli malattia figlio
Elena Santarelli con il marito Bernardo Corradi e il figlio Giacomo.

Immediatamente, Giacomo viene ricoverato al Bambin Gesù: accanto a lui, mamma Elena e papà Corrado, oltre a tanti amici e personaggi del mondo dello spettacolo vicini a Elena Santarelli e Bernardo Corradi. Da Paolo Bonolis a Alessia Marcuzzi, molto amica di Elena Santarelli, senza dimenticare Nadia Toffa, a cui Elena ha dedicato un post su Instagram in occasione della prematura scomparsa della conduttrice de “Le iene”.

Uno dei momenti tristemente indimenticabili legati alla vicenda del tumore di Giacomo, come raccontato da Elena, è stato quello della prima notte in reparto:

Non volevo che Giacomo vedesse i bambini intubati, non potevamo dirgli subito: ora fai la chemio, perdi i capelli, combatti le cellule. Ci siamo arrivati piano piano con l’aiuto, fondamentale, degli psicologi.

come sta il figlio di Elena Santarelli
Elena Santarelli e il figlio Giacomo.

Psicologi, appunto, indispensabili affinché Elena Santarelli (e ovviamente il marito Bernardo) non sprofondassero nella disperazione ma cercassero di mantenere un atteggiamento quanto più positivo. Elena e Bernardo hanno, infatti, appreso quali comportamenti tenere in presenza del figlio Giacomo, imparando così a comportarsi con naturalezza, come se niente fosse.

I primi giorni, stavo come una scappata di casa e non è da me. I bimbi sono astuti, ho capito che dovevo farmi la piega, mettere il solito rossetto, anche se mi sentivo giudicata, in ospedale, col rossetto. Ma ho fatto bene. Quando gli do un calcio nel sedere, bonariamente, non mi dice “mamma, ho il tumore”. La malattia non l’ha cambiato molto, ha solo perso i capelli. Ma sono stanca di chi mi dice “tanto è maschio”. Io ragiono con la sua testa e so che ne soffre. Mi strapperei i miei capelli per darli a lui.

Elena Santarelli tumore Giacomo
Elena Santarelli con il marito Bernardo Corradi e il figlio Giacomo.

Come raccontato dalla stessa Elena, il dramma per la perdita dei capelli del figlio Giacomo non è stato facile da accettare né per lei né per il bambino. Un nuovo mostro da cui mamma Elena ha dovuto proteggere il figlio Giacomo, una nuova, amara e crudele realtà da accettare.

Il momento più brutto è stato quando, di notte, con la torcia, andavo a raccogliere i capelli di Giacomo dal cuscino, per non farglieli trovare al mattino. Quei momenti erano una pugnalata. Metti al mondo un figlio e vuoi proteggerlo, ma non sai che puoi sentirti così tanto impotente.

Elena Santarelli figlio Giacomo
Elena Santarelli con il marito Bernardo Corradi e il figlio Giacomo.

Ma se vi state domandando come sta il figlio di Elena Santarelli oggi, lasciamo che sia la stessa Elena a darvi una risposta con il seguente post!

View this post on Instagram

Quando vi ho resi partecipi del problema che ci ha colpiti ho anche promesso che quando sarebbe arrivata la tanto attesa comunicazione della fine delle cure l'avrei condivisa con tutti voi. Ecco quel giorno è arrivato: Giacomo finalmente è in “follow up"! Pochi giorni fa ha fatto la sua ultima terapia e i vari controlli hanno dimostrato che il nostro bellissimo bambino ha vinto questa battaglia. Oggi voglio testimoniare una storia a lieto fine per dare speranza a tante famiglie che ancora lottano o che si troveranno a lottare. Giacomo ha vinto la sua battaglia su un tumore cerebrale maligno e solo ora voglio condividere questo particolare, sperando possa infondere positività a molte famiglie, ma ricordando che ogni bambino ha la sua storia e il suo percorso. Quando si affronta un percorso così a volte non respiri dopo aver sentito altre storie. Il mio consiglio è quello di vivere la propria storia senza fare troppi confronti, affidandosi ai medici che hanno in cura in nostri bambini. Ci sono tante persone da ringraziare, iniziando dalla dottoressa Angela Mastronuzzi che con umanità e professionalità ci ha accompagnati in tutti questi mesi facendoci sentire meno soli (vorrei dirti molte più cose ma non mi basta un post). Vorrei ringraziare tutta l'equipe di neuro-oncologia e in particolare la dottoressa Antonella Cacchione che ci ha seguiti nel percorso in Day Hospital con amore e sensibilità e le dottoresse del reparto (Francesca del Bufalo e Iside Alessi). La mia gratitudine va anche alla caposala del reparto di neuro-oncologia, Adele Ripà e a tutti i suoi splendidi infermieri che non ho mai visto seduti, sempre pronti a scattare e a prestare aiuto con il sorriso così come alla caposala del Day Hospital Elsa Bianchini e alle sue infermiere che con molta pazienza ogni giorno stanno dietro ad una media di 100/130 pazienti al giorno. Un grazie va alla dottoressa Evelina Miele che mediante il profilo di metilazione eseguito all'Ospedale Bambino Gesù, ha aiutato i patologi a classificare il raro tumore che ha colpito Giacomo. Il mio grazie va anche al reparto di neurochirurgia, al primario dottor Carlo Efisio Marras, al dottor Andrea Carai ..segue altro post

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

View this post on Instagram

E’ veramente il regalo più bello che potessi ricevere da mio figlio questa mattina . Mamma vado in camera a scriverti un piccolo tema :”Mamma tu sei una mamma speciale perche’ quando sono triste o arrabbiato tu mi supporti sempre .Mamma tu sei la mamma più bella del mondo ,sei gentile sei carina sei anche molto positiva perche’ quando facevo le chemio chiedevo sempre tra quanto finiscono le cure e tu mi dicevi “ tranquillo quel giorno arriverà “. E il giorno e’ arrivato come dicevi tu , e non perdevi mai la speranza ,mamma grazie per tutto quello che fai per me ,mamma sei la mamma più bella al mondo e non vorrei mai cambiare mamma perche ‘ mi piaci come sei fatta .Al mondo ci saranno mamme più belle e più brave ma sarai sempre mia madre.

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Leggi anche: Claudia Galanti: la perdita della piccola Indila, i figli, Arnaud Mimran, foto e curiosità

Elena Santarelli: figli

Nato il 22 luglio 2009, Giacomo è il primogenito di Elena Santarelli e Bernardo Corradi che, sposatisi nel 2014, hanno scelto proprio lui come paggetto!

Elena Santarelli sposa
Elena Santarelli con il marito Bernardo Corradi e il figlio Giacomo nel giorno delle nozze.

Il 25 marzo 2016, poi, Elena ha dato alla luce Greta Lucia. La stessa Elena ha raccontato, con estrema dolcezza, il motivo della scelta del nome dato alla bambina:

La bimba si chiama Greta Lucia in onore della mia adorata nonna Lucia, che è mancata da poco. E’ stata lei ad accorgersi che ero incinta e addirittura di una bimba. Quando improvvisamente si è ammalata, soffriva al non poter vedere la sua nuova nipotina.

Elena Santarelli figli
Elena Santarelli con il marito e i figli in occasione del Battesimo della piccola Greta Lucia.

View this post on Instagram

❤️ #love #motheranddaughter

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Dopo aver raccontato di come il travaglio sia stato particolarmente faticoso, Elena Santarelli ha svelato il suo segreto per una forma smagliante (anche in gravidanza), ovvero continuare a fare sport, soprattutto nuoto, ma ha anche dichiarato con fierezza di “essere umana” e, dunque, non esente da smagliature e qualche traccia (anche se quasi impercettibile) di ritenzione idrica.

Durante la gravidanza il nuoto, senza dubbio, è uno tra gli sport più indicati per mantenersi in forma. Aiuta a prevenire i tipici disturbi legati alla maternità, limitando i problemi circolatori, la sensazione di pesantezza agli arti inferiori e le vene varicose. L’acqua genera un benefico effetto drenante, in grado di contrastare efficacemente il rallentamento della circolazione sanguigna e la conseguente ritenzione idrica. Tuttavia uso anche i filtri in bianco e nero per contrastare la ritenzione idrica a pacchi.

È dunque così che Elena Santarelli, pazzamente innamorata dei suoi figli, si definisce: “Prima di tutto Mamma, poi moglie, amica, sorella, eccetera eccetera…”!

Leggi anche: Sabrina Ferilli: la mancata maternità, la carriera, le foto e gli amori

Elena Santarelli e il matrimonio con Bernardo Corradi

Insieme dal 2006, Elena Santarelli e Bernardo Corradi sono convolati a giuste nozze il 2 giugno 2014 a Borgo San Felice, tra le colline del Chianti, davanti a duecento invitati e con il più speciale dei paggetti: il figlio Giacomo.

Elena Santarelli matrimonio
Elena Santarelli con il marito Bernardo Corradi e il figlio Giacomo.

Del suo rapporto con il marito Bernardo Corradi, ex calciatore e ora ai vertici della Figc, Elena Santarelli dice:

Con lui va tutto benissimo. Basti pensare che, subito dopo di noi, alcuni amici hanno deciso di sposarsi: abbiamo fatto venire loro il desiderio di farlo.. E’ tanto che stiamo insieme, eppure il sentimento è lo stesso di sempre tra noi due: però il matrimonio è stato fondamentale perché lo abbiamo vissuto come la festa dell’amore. Siamo tutti e due molto cattolici e crediamo nella benedizione della coppia. Non siamo soliti festeggiare o farci regali in occasione di anniversari o di compleanni, anche se Bernardo è un tipo abbastanza romantico.

matrimonio Elena Santarelli
Elena Santarelli e Bernardo Corradi.

E se vi state domandando quale sia il loro segreto, ecco la pronta risposta di Elena:

Passare parecchio tempo separati: secondo me, la distanza fa bene all’amore. Io e Bernardo siamo spesso in viaggio per motivi di lavoro e ci capita di stare lontani per diversi giorni. A volte lui arriva in stazione a Milano in tarda mattinata, io salgo sul treno alla stessa ora e abbiamo giusto il tempo per salutarci. Insomma, non siamo abituati a passare ogni minuto insieme e probabilmente le litigate arriveranno, ma solo quando andremo in pensione tutti e due. Ma c’è ancora parecchio tempo per pensarci.

Corradi calciatore
Elena Santarelli e la sua bella famiglia.

Leggi anche: Michelle Hunziker: La sua vita, foto, instagram, figlie e i suoi amori Eros Ramazzotti e Tomaso Trussardi

Elena Santarelli: il libro

Spesso, Elena Santarelli è stata definita una mamma coraggio proprio a causa della malattia del figlio Giacomo che, a soli otto anni, si è trovato a combattere contro un tumore. Anche in questo caso, Elena ha voluto rispondere sostenendo di essere una madre come tante e, in quanto tale, impegnata a lottare silenziosamente, ogni giorno, per i propri figli.

Non è facile, in tv sorridiamo, ma c’è una ferita enorme che posso conoscere solo io, mio marito e gli amici più cari. Sono una mamma positiva, mio figlio non mi ha mai visto triste e questa è la carta vincente.

View this post on Instagram

La nostra vacanza ,io e te ❤️

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Tuttavia, molte volte, Elena si è anche trovata nella condizione di doversi difendere dagli haters, ovvero da tutti coloro che l’accusavano per il fatto di comparire sul grande schermo nonostante la malattia del figlio (ma non solo visto le pesanti insinuazioni nei confronti della magrezza di Elena, spesso considerata eccessiva). Critiche, quelle relative alla sua maternità, a cui la showgirl Elena Santarelli ha risposto con pacatezza, sottolineando di essere una delle tante mamme lavoratrici, con la differenza, rispetto ad altre, di lavorare in televisione.

Elena Santarelli altezza
Elena Santarelli.

E sono proprio questi gli argomenti che, nel 2019, spingono Elena Santarelli a scrivere il suo primo libro intitolato Una mamma lo sa: una testimonianza di come il tumore del figlio abbia destabilizzato non soltanto lei, ma l’intera famiglia. Un racconto di come, spesso, “Dietro un sorriso può esserci una persona distrutta” (sfogo della stessa Elena Santarelli), ma anche un incoraggiamento a tutte le famiglie che, come la sua, hanno dovuto o, tutt’ora, devono fare i conti con situazioni realmente tragiche come la malattia di un figlio. Un libro, il cui ricavato, andrà interamente al progetto Heal.

View this post on Instagram

La vita è strana e lo so bene. Non avrei mai pensato di scrivere un libro, soprattutto con questo tema. Negli ultimi 2 anni ho finto davanti a tutti ma non ho mai finto con me stessa davanti allo specchio, poi chissà perché avevo il timore di mostrare la mia fragilità materna, in fondo ogni mamma vuole proteggere il proprio figlio, questa recita l'ho pagata a duro prezzo e grazie a questo libro ho tirato fuori tutto senza filtri, ci sono capitoli forti e altri piu leggeri ma credo che il linguaggio del cuore sia il più vero. Questo vuole essere un libro di speranza, perché noi abbiamo visto la luce(senza mai dimenticare chi non ha potuto vederla questa luce) il tumore non può vincere sempre. L'intero ricavato del libro andrà a @progettoheal, non una parte ma tutto il ricavato e le royalties,con l' obiettivo di "aiutare heal a comprare il simulatore per la neurochirurgia pediatrica dell' @ospedalepediatricobambinogesu, ed 🎈☺️" essere di aiuto a qualche mamma e papà che si trovano nella mia stessa condizione" vi lascio il link nella bio "😊 perché si può preordinare su amazon oppure lo troverete nelle librerie a partire dal 22-10 @edizionipiemme @mondadorielectalibri ✨

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

View this post on Instagram

Questa mattina ho ricevuto un bel messaggio da @stefanopeccatori AD di Electa Mondadori che mi diceva: “goditi questo 31 dicembre Elena ,il tuo libro ha venduto 50.000 copie , e vuol dire che a @progettoheal arriveranno al momento 125000 euro ..125k..sono felice per te e per tutti i bambini che avranno bisogno di aiuto “ . Grazie @gabrieleparpiglia per avermi convinta a scrivere questo libro ,per avermi sempre sostenuta con un “ sei paranoica andrà bene 😌”,grazie a @lapalumbocomunicazione per aver gestito fino ad oggi un lavoro di ufficio stampa eccellente ,grazie a tutti voi che avete acquistato le copie del mio libro ,avete contributo a fare del bene praticando l’arte della gentilezza,grazie anche a tutti quei cretini che mi hanno criticata con “ ti fai pubblicità con la malattia di tuo figlio “ oppure “ vergognati che lucri sul tumore” ogni volta che leggo un vostro messaggio mi guardo,mi specchio e penso “ Signore grazie per avermi dato un cuore e un animo Gentile”,spero che sia chiaro una volta per tutte che non entrano questi soldi sul mio conto 😉grazie a Giacomo che mi ha permesso di parlare della “ nostra storia 🌈“ e grazie a tutti quelli che hanno avuto il coraggio di leggerlo e che mi hanno lasciato messaggi meravigliosi,ovviamente vorrei superare il traguardo delle 50000 copie..più il libro vende e migliore sarà il risultato che andrà al @progettoheal,al momento goisco per questa cifra che sarà destinata al simulatore in 3d per la neurochirurgia pediatrica dell’ospedale bambino Gesù di Roma . Grazie grazie grazie ❤️❤️❤️50000 volte grazie #31dicembre2019 #unamammalosa @edizionipiemme

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Leggi anche: Chiara Ferragni: instagram, collection, blog, film, Leone e il matrimonio con Fedez

Elena Santarelli: social

Se siete fan di Elena Santarelli o siete semplicemente incuriositi e volete seguirla da più vicino, abbiamo raccolto per voi i suoi profili Instagram, Facebook e Twitter!

Elena Santarelli Twitter
Elena Santarelli.
Elena Santarelli Facebook
Elena Santarelli.

Inoltre, se siete curiosi di saperne di più anche su Bernardo Corradi, marito di Elena Santarelli, ecco il profilo Twitter di Bernardo:

Santarelli Instagram
Elena Santarelli e Bernardo Corradi.

Leggi anche: Belen Rodriguez: il figlio Santiago, il matrimonio con Stefano, Cecilia, le foto e tante curiosità

Elena Santarelli: chi è

Figlia di Patrizia Righetti (sorella dell’ex calciatore Ubaldo Righetti) e Enrico Santarelli, ex operaio, famiglia che, in più occasioni, Elena ha dichiarato di amare molto.

View this post on Instagram

Buon compleanno Papà ,oggi fai 70 anni ,spero di mantenermi bella in forma come te ,perché non dimostri 70 anni nonostante tutte le difficoltà che la vita ti ha messo davanti.scherzi a parte,grazie per avermi trasmesso senza aver fatto corsi particolari i valori della vita e per avermi regalato un bel carattere 😂e per bel carattere te sai a cosa mi riferisco. All the best papá . Prima quando abbiamo fatto FaceTime ti guardavo e mi chiedevo “ il segreto della bellezza di papà quale sarà ?” ❤️ Prima che qualcuno urli : “ complimenti non festeggi oggi con tuo papà “ voglio tranquillizzarvi che io e mio fratello @emilianosantarelli abbiamo regalato a mamma e papà un week pieno di relax massaggi e buon cibo ❤️sempre troppo poco per tutto quello che fate ;-).

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Elena Santarelli muove i suoi primi passi sotto i riflettori lavorando come modella e sfilando per stilisti del calibro di Giorgio Armani, Laura Biagiotti, Gai Mattiolo ed altri. Nel 1998, poi, Elena vince il concorso Elite Model Look che la ribattezzerà come la nuova Valeria Mazza.

libro Elena Santarelli
Elena Santarelli.

Tuttavia, la vera svolta arriva con il programma tv, condotto da Amadeus, L’Eredità: è qui, infatti, in veste di valletta, che Elena Santarelli diventa davvero famosa. Da questo momento, il continuo susseguirsi di esperienze lavorative, nonché la partecipazione alla terza edizione del reality L’isola dei famosi (2005), porta Elena Santarelli ad essere sempre più un volto noto della tv italiana.

Elena Santarelli immagini
Elena Santarelli, ai tempi de L’Eredità, con il conduttore Amadeus e le altre Ereditiere (tra cui Giovanna Civitillo, oggi moglie del conduttore).

Dopo l’esordio, sul grande schermo, con i film Vita Smeralda (regia di Jerry Calà) e Commediasexi (regia di Alessandro D’Alatri) ed altre esperienze televisive (ad esempio, dal 2007 al 2008, interpreta Caterina Farini nella sit com di Italia 1, Camera Café), Elena Santarelli approda a Kalispéra accanto ad Alfonso Signorini e, successivamente, affiancata da Belen Rodriguez, sotto la conduzione di Paolo Bonolis, a Arena di Verona, lo spettacolo sta per iniziare. Al curriculum di Elena non mancano, inoltre, diverse esperienze teatrali e qualche calendario sexy.

elenasantarelli
Elena Santarelli.

Nel 2019, poi, oltre al ruolo da opinionista in Italia sì accanto a Rita Dalla Chiesa e sotto la conduzione di Marco Liorni, Elena Santarelli torna sul grande schermo prendendo parte al film Se mi vuoi bene (scritto e condotto da Fausto Brizzi). Certo, un anno impegnativo per la bella Elena che, nello stesso anno, ha dato prova di essere “prima di tutto Mamma”, come detto da lei, conduttrice televisiva, attrice ma anche scrittrice del suo primo libro Una mamma lo sa.

Forza Elena, continua così!

View this post on Instagram

100 sfumature di “ Mamma Elena “ 👀📷

A post shared by Elenasantarelli (@elenasantarelli) on

Leggi anche: Simona Ventura: la vita, la carriera, le foto, i social, i figli e gli amori, da Stefano Bettarini a Giovanni Terzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *