bimba con ittosi

Bambina deve fare il bagno nella candeggina: ha l’ittosi lamellare

Bimba costretta a fare il bagno con la candeggina a causa dell’ittosi lamellare

Fare il bagno nella candeggina sembra assurdo per chiunque, soprattutto per i bambini, che hanno la pelle particolarmente delicata. Eppure per i genitori di Amelia Moe fare il bagno alla loro bimba in questo modo alla loro piccola è la normalità. Amelia è una neonata con una malattia rara, l’ittosi lamellare. La piccola è affetta dalla nascita da questa patologia che non le permette di entrare a contatto con il sapone. Infatti l’ittosi lamellare rende la pelle particolarmente delicata, e per i bambini come Amelia utilizzare il sapone è impossibile. Per questo motivo i genitori sono costretti a lavare con la candeggina la loro bambina: solo così la pelle non si infetta.

La mamma di Amelia, Raven, lava la sua bambina molto frequentemente, ben due volte al giorno: la pelle richiede infatti molta idratazione perché solo in questo modo la si mantiene morbida e si evita lo strappo. La donna mette quindi nell’acqua del bagnetto due cucchiai di candeggina e vi immerge la piccola Amelia.

Si tratta di una cosa controversa, non tutti sono a loro agio, ma è stato raccomandato dai dermatologi ed è il solo modo per combattere i batteri sotto le sue squame. Se non lo facciamo si infetta o se non mettiamo l’olio si presentano dei bozzi sul cuoio capelluto

ha spiegato Raven.

ittosi

Leggi anche: Come si protegge la pelle del neonato

La vita di Amelia con l’ittosi lamellare

La malattia di Amelia richiede anche altre cure: la piccola deve assumere delle pasticche di fluoride per i denti, e anche unghie e capelli tendono a sfaldarsi. Inoltre i genitori devono mettere della vasellina intorno alla bocca della piccola, perché il cibo potrebbe macchiarle la pelle.

La pelle della piccola cambia frequentemente.

Comincia come liscia, poi diventa scura, luminosa. A quel punto non riesce a chiudere gli occhi e noi dobbiamo usare una medicina speciale

ha raccontato Raven. Infatti la pelle di Amelia comincia a cambiare, poi si sbuccia e cade, e sotto nasce un nuovo strato di pelle. Quando la piccola è nata, la pelle sanguinava ad ogni cambio, mentre con il passare dei mesi la situazione è migliorata, e adesso la pelle di Amelia cambia senza fuoriuscite di sangue. I piedi e le mani della piccola non cambiano la pelle, mentre il corpicino e la testa sì, così come il viso.

Leggi anche: Bimba viene baciata e contrae l’herpes: muore dopo pochi giorni

La piccola fin dalla nascita soffre di questa patologia, e i genitori se ne sono resi conto subito, perché loro figlia sembrava una bambola con la pelle scintillante. Raven ha raccontato che convivere con la malattia della loro piccola non è semplice, sia per la patologia in sé che richiede molta cura, con continui impacchi freschi, sia per i giudizi negativi della gente.

Non riusciva a chiudere gli occhi o la bocca, il medico non era sicuro che avesse le sopracciglia. Le mani erano così coperte da non poter stabilire se avesse le impronte. Vorrei che le persone smettessero di giudicare cose che giudicano fuori dall’ordinario, specialmente le scelte dei genitori.

bimba ittosi

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *