foto_latte in gravidanza

Latte in gravidanza: quale bere

Latte in gravidanza

Ora che sei incinta, sai quali sono gli alimenti da evitare in gravidanza? Sai che bere latte in gravidanza apporta diversi benefici sia a te che al bambino? Anche se il latte può comportare alcuni disturbi specifici in soggetti predisposti, bere latte durante la gravidanza fa in media molto bene. Il latte può aiutare il piccolo a crescere nelle prime fasi della sua vita. Per questo motivo l’USDA, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti d’America, consiglia alle donne in gravidanza di bere almeno 3 tazze di latte al giorno.

Secondo uno studio internazionale, pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition, le donne incinte che bevono almeno 150 ml di latte al giorno hanno maggiori probabilità di partorire figli più alti. Questi bambini potrebbero, inoltre, avere un peso maggiore alla nascita e crescere più velocemente.

Alcuni studi sostengono, inoltre, che i figli delle mamme che hanno bevuto più latte durante la gravidanza possono avere alcuni benefici anche in età adulta. Essi potrebbero avere un livello di insulina più alto nel sangue. La maggiore presenza di insulina può ridurre il rischio di contrarre il diabete in adolescenza.

Inoltre, tali bambini, grazie all’apporto di vitamina D del latte, avrebbero anche un minor rischio di soffrire di osteoporosi, sclerosi multipla e rachitismo neonatale. Infine, sembra che, bere latte, aiuti lo sviluppo cerebrale del feto. Per la mamma poi il latte è anche un eccellente antiacido.

Latte di riso

Abbiamo parlato dell’importanza del latte in gravidanza, ma, come sappiamo anche l’acqua è fondamentale

Bere in gravidanza è ancora più importante che nelle altre fasi della nostra vita. Durante la gestazione, infatti, l’acqua aiuta la vascolarizzazione della placenta e sostiene l’aumento del volume di sangue, aiutando anche la crescita del bambino. Ancora, l’acqua è importante per costruire una riserva per il post parto, dato che, che durante il parto, si perdono molti liquidi.

Il latte è una delle bevande più apprezzate in gravidanza, ma non tutti possono berlo. Come sappiano, per fortuna, esistono diversi tipi di latte. Uno dei più leggeri e con sapore più neutro e simile all’acqua è il latte di riso. La caratteristica principale del latte di riso è l’assenza di lattosio e delle proteine del latte.

Latte di riso controindicazioni: questo latte manca però di alcuni nutrienti importanti come la vitamina B12 e la vitamina D. Inoltre il suo contenuto di calcio e il suo valore biologico sono inferiori a quelli del latte vaccino. Tuttavia il latte di riso può essere consigliato in gravidanza, per il suo contenuto di zuccheri semplici, che lo rendono una bevanda energetica ma priva di colesterolo. Il latte riso è una bibita molto apprezzata anche dai vegani che preferiscono quello integrale e bio.

Cosa non mangiare in gravidanza

Gli alimenti integrali provenienti da colture controllate o biologiche sono sempre da preferire in gravidanza. Mentre sarebbero da evitare o da ridurre drasticamente i cibi e le bevande con un alto contenuto di grassi. Una dieta sbilanciata costituita da cibi di origine animale, grassi saturi e zuccheri solubili, può comportare un più alto rischio di patologie sia per la mamma che per il bimbo. Gli alimenti da preferire dovrebbero essere quelli di origine vegetale, come cereali, legumi, frutta e verdura. Anche in gravidanza, sono infatti consigliati tutti i cibi, i condimenti e le bevande tipici della dieta mediterranea.

latte in gravidanza

Latte di avena

Pur non essendo troppo ricco di fibra, il latte di avena contiene vitamina E e di acido folico. È inoltre una bevanda poco calorica. Il latte di avena può essere prodotto anche artigianalmente in casa, ma il sapore e l’odore saranno ancora più pungenti. Proprio per questo gusto particolare, il latte di avena non è una bevanda che molti amano. Inoltre, come abbiamo detto, dal punto di vita nutrizionale non è troppo preziosa.

Cibi da evitare in gravidanza

I cibi vietati in gravidanza sono, abbiamo detto, tutti quelli troppo grassi. Tuttavia, oltre al valore nutrizionale dei cibi in gravidanza, dobbiamo considerare anche il tipo di preparazione. Alcuni alimenti, che di per sé non sono sconsigliati, possono subire delle preparazioni che li rendono rischiosi. Gli alimenti crudi ad esempio possono comportare il rischio di toxoplasmosi. Mentre i cibi affumicati possono essere lavorati con sostenze tossiche. I prodotti di origine vegetale hanno di solito un contenuto calorico più basso, ma dobbiamo valutare se sono anche ricchi di nutrienti.

Latte vegetale

Sempre più persone cercano delle alternative ad alcune controindicazioni del latte vaccino. Sembra infatti che questi latti possano comportare cattiva digestione, muco, malessere e intolleranza al lattosio. Proprio per questo motivo, diversi tipi di latte vegetali si stanno diffondendo sempre di più nel mercato. Tra questi il latte di miglio, il latte di kamut ed il latte di farro sono i più utilizzati.

Anche se il primato spetta senza dubbio al latte di soia in gravidanza. Scegliere il miglior latte di soia vuol dire preferire una bevanda priva di controindicazioni in caso di allergia al lattosio. Inoltre questo latte è il più digeribile ed è indicato per le donne con diabete. Esso infatti, abbassa il colesterolo, grazie agli isoflavoni, acidi grassi e proteine che contiene, e ha un alto contenuto di calcio. Ancora il latte di soia favorisce la circolazione e la cicatrizzazione e contiene potassio e magnesio, utili a regolare l’ipertensione arteriosa.

Il latte

Un altro latte vegetale particolarmente benefico è il latte di mandorle, indicato sia per bambini, che come integratore alimentare per donne incinte. È uno dei latti vegetali più nutrienti che può aiutarci a contrastare gli effetti negativi dei cibi da non mangiare in gravidanza. Abbiamo già parlato di cosa evitare in gravidanza e di cosa non si deve mangiare in gravidanza. Il latte di mandorla contiene una elevata quantità di acidi grassi omega-3, che aiutano a mantenere il cuore sano. È inoltre una ricca fonte di vitamine e minerali e aiuta ossa, pelle e pressione sanguigna.

Per concludere possiamo dire che, nonostante molte siano le idee contrastanti e alcuni inseriscano il latte vaccino tra le cose da evitare in gravidanza, il latte vaccino rimane il tipo di latte più consumato in Italia. La gestazione è un periodo delicato dell nostra vita. Dobbiamo fare molta attenzione a cosa si può mangiare in gravidanza.

Il latte vaccino non è in generale tra le bevande sconsigliate, come i formaggi non sono tra gli alimenti vietati in gravidanza.

Sia gli alimenti in gravidanza che le bevande devono essere scelte per le loro proprietà nutritive. Dobbiamo però valutare anche possibili controindicazioni. Inoltre, le scelte devono essere relazionate specificamente soprattutto alle nostre particolari condizioni di salute. E poi dobbiamo anche mangiare e bere quello che non ci fa male e ci piace!

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *