foto_vacanza_mare

Bonus vacanza: 500 euro a famiglia da spendere per l’estate in Italia

Coronavirus, pronto un bonus per le vacanze

Quella che ci prepariamo a vivere sarà un’estate difficile, senz’altro diversa dalle altre. Ecco perché si sta valutando l’ipotesi di un bonus di 500 euro a famiglia da spendere per le vacanze e soprattutto per sostenere il turismo italiano, settore in ginocchio dopo l’emergenza legata al COVID-19. Si tratta al momento solo di un’idea lanciata dal capogruppo di Italia Viva alla Camera Maria Elena Boschi, ripresa anche dal ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti. La proposta, però, potrebbe attuarsi presto.

L’idea di Maria Elena Boschi

L’ex ministro nel governo Renzi ha fatto sapere, tramite un post sul proprio account Twitter, di aver proposto una agevolazione economica da destinare alle famiglie italiane, per permettere loro non solo di partire la prossima estate, ma anche per cercare di risollevare il settore turistico italiano, tra i più colpiti dopo la diffusione della pandemia.

foto_boschi_bonus

Leggi anche: Estate: come proteggere i neonati dal caldo e dalle temperature bollenti

foto_vacanze_famiglia

Ho proposto un bonus di 500€ per famiglia da spendere per le vacanze in Italia. Serve alle famiglie, specie con minori. Serve al mondo del turismo: una piccola boccata d’ossigeno per un’industria in ginocchio #ItaliaViva

ha scritto la Boschi.

L’idea è stata particolarmente apprezzata, tanto da essere rilanciata anche dall’attuale Ministro per le Pari Opportunità e per la Famiglia Elena Bonetti.

Bonus vacanze nel decreto di aprile?

Quella che sembra essere al momento solo una proposta, potrebbe presto attuarsi. Stando a quanto riportato dal Sole 24 Ore, nella bozza del decreto di aprile – che verrà presentato lunedì al Consiglio dei Ministri – ci sarebbe anche una sorta di voucher dal valore di 300-500 euro circa da spendere, sotto forma di detrazione fiscale, per soggiorni in strutture italiane almeno per tre notti.

foto_montagna_famiglia

Chi può richiederlo

Secondo le indiscrezioni, l’agevolazione economica potrà essere richiesta da tutti i lavoratori dipendenti e dai liberi professionisti con un reddito ISEE compreso tra il 7.500 euro ed i 26.000 euro. L’importo del bonus, che potrà essere spendibile solo in strutture site in Italia, potrebbe variare a seconda della composizione del nucleo familiare.

Leggi anche: Vacanze con bambini in Italia e all’estero: cose utili da sapere

L’invito

L’obiettivo, lo ricordiamo ancora una volta, è quello di aiutare il settore turistico e ricettivo italiano che, stando alle stime di Confturismo e Confcommercio, da marzo ha già perso quasi 8 miliardi di euro. L’invito unanime, dunque, è quello di trascorrere, se sarà possibile, qualche giorno di vacanza in Italia, patria di bellezze artistiche e storiche senza eguali.