foto_culla_ospedale_neonato

Diventa mamma a 62 anni: “L’importante è vedere mia figlia fino ai 18 anni”

Roma, dà alla luce un bimbo: ha 62 anni

Ennesimo parto record, stavolta a Roma, dove una donna è diventata mamma alla matura età di 62 anni. La signora, di cui non sono state rese note le generalità, ha partorito lo scorso mercoledì all’ospedale San Giovanni, nella Capitale. Sia lei che la bimba, di tre chili e 200 grammi, stanno bene e godono di ottima salute.

La storia

La donna, single, è volata fino in Albania per rivolgersi ad una struttura specializzata nell’impianto dell’embrione. In Italia infatti questa pratica è vietata per legge. La signora, che lavora da anni come infermiera, desiderava a tutti i costi un figlio: ecco perché ha scelto di far ricorso all’embriodonazione.

Leggi anche: Salerno, diventa mamma a 55 anni: l’incredibile storia di Maria

Embriodonazione: cos’è

L’embriodonazione, non esistente nel nostro Paese, consiste nell’impiantare un embrione donato da una coppia (che precedentemente si era sottoposta a tecniche di procreazione assistita) nel corpo di una donna. È una pratica molto diffusa nei restanti paesi d’Europa, soprattutto in Spagna, in Repubblica Ceca e in Albania, dove appunto si è recata la donna protagonista della storia.

foto_bambino_in_ospedale

Troppo grande e single: no alla procreazione assistita in Italia

Non solo: per la sessantaduenne è stato impossibile praticare qualsiasi tipo di fecondazione assistita in Italia perché nella sua Regione, il Lazio, il limite di età entro il quale praticarla è di 43 anni per le strutture pubbliche e 50 per quelle private. Un altro paletto è stato dovuto al suo essere single: nel nostro Paese si può accedere alla procreazione assistita solo se si è in coppia.

Leggi anche: Brigitte Nielsen mamma a 54 anni: è nata la quinta figlia

Le parole della neo mamma

La neo mamma è stata intervistata da Il Messaggero, dove ha raccontato che per diventare madre:

Non esiste l’età giusta, la vita si è allungata, ci sono più opportunità. A me basta che questa bimba arrivi con me ai 18 anni, poi potrà camminare da sola. Perché i figli devono essere indipendenti

.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *