lardo in gravidanza

Lardo in gravidanza: si può mangiare?

Lardo in gravidanza

Esistono alcuni cibi vietati in gravidanza per non compromettere la salute della mamma e del bambino. I 9 mesi sono un periodo molto delicato nel quale bisogna prestare particolare attenzione all’alimentazione. Alcuni cibi potrebbero fare male al feto. Uno dei rischi più grandi è rappresentato dagli affettati e dalla carne cruda: questi alimenti potrebbero portare la toxoplasmosi, una malattia che se presa in gravidanza può avere ripercussioni molto gravi sul bambino.

Tra gli alimenti da evitare c’è anche il lardo, in gravidanza? Scopriamolo insieme.

Lardo e gravidanza: sì o no?

Il lardo è un prodotto di norcineria derivato dal tessuto adiposo del maiale. Una volta tagliato, il lardo viene speziato e salato. Non viene però cotto e ciò lo fa rientrare fra i cibi proibiti in gravidanza.

La mancata cottura, infatti, fa in modo che il lardo possa essere contaminato da Toxoplasma Gondii, il batterio causa di toxoplasmosi.

Stessa cosa vale per la sua variante più famosa: il lardo di colonnata, in gravidanza.

Si può, invece, mangiare, il lardo cotto, ad esempio sciolto sul pane.

lardo in gravidanza

Leggi anche: Sono incinta a Natale: posso mangiare il cotechino in gravidanza?

Lardo: valori nutrizionali

Oltre a non esser cotto e quindi pericoloso per la gestante, il lardo è anche un alimento molto grasso e non salutare per le future mamme, che devono stare attente a non ingrassare in modo eccessivo durante le 40 settimane di gestazione.

Infatti, in 100 grammi di lardo, le calorie sono 857.

Inoltre, è molto alto il rapporto fra lardo e colesterolo, quindi è estremamente sconsigliato alle persone che hanno alti valori di colesterolo cattivo.

lardo gravidanza

Leggi anche: Posso mangiare lo speck in gravidanza?

Quali salumi in gravidanza?

Tra gli alimenti vietati in gravidanza ci sono gli insaccati. I salumi in gravidanza sono da evitare perché così come per il lardo, non essendo cotti, potrebbero portare la toxoplasmosi.

Si possono mangiare:

Gli altri salumi si possono mangiare solamente se cotti precedentemente: ad esempio il salame sulla pizza si può mangiare perché cotto ad alte temperature. Allo stesso modo la pancetta in gravidanza si può mangiare se ben cotta.

I cibi in gravidanza da evitare sono anche verdure crude, che come la carne potrebbero contenere il toxoplasma gondii. Altri alimenti sui quali fare attenzione sono i formaggi: sono da evitare quelli con le muffe come il gorgonzola. Le uova in gravidanza si possono mangiare ma devono essere ben cotte altrimenti possono portare la toxoplasmosi.

salumi in gravidanza

Leggi anche: Trippa in gravidanza: fa male?

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *