fave in gravidanza

Mangiare fave in gravidanza: i pro e i contro

Fave e gravidanza

Le fave sono legumi molto diffusi sulle tavole italiane. Si sposano perfettamente con il formaggio, in particolar modo con il pecorino.

Ma si possono mangiare le fave in gravidanza?

La gravidanza, si sa, è un periodo particolare in cui bisogna prestare attenzione a molte cose, alimentazione in primis. Le fave, come tutti i legumi in gravidanza, fanno molto bene alla mamma e allo sviluppo del feto. Nonostante questo, però, in alcuni casi potrebbero essere alimenti sconsigliati durante la dolce attesa.

Le fave in gravidanza: si possono mangiare?

Il consumo delle fave in gravidanza è consentito, perché hanno molte proprietà benefiche, tra cui la stimolazione della diuresi e della motilità intestinale. Sono, quindi, un ottimo rimedio contro la stitichezza in gravidanza.

Occorre, però, avere alcuni accorgimenti.

Innanzitutto, bisogna fare attenzione perché le fave crescono a contatto con il terreno e potrebbe, quindi, esserci il rischio di toxoplasmosi. Proprio per questo motivo è preferibile non mangiare fave crude ma cuocerle, in modo da essere più sicuri. Quindi sì alle fave cotte in gravidanza.

Inoltre, un grave rischio associato al consumo di fave è il favismo, in gravidanza ma anche in qualsiasi altra fase della vita.

Le persone affette da favismo hanno carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi, il G6PD. Se queste persone consumano fave possono andare incontro a una crisi emolitica con ittero.

I sintomi del favismo si manifestano dalle 12 alle 48 ore successive all’ingestione di fave o piselli e comportano:

  • carnagione tra il giallo e il verde;
  • urine scure;
  • occhi gialli

Prima di consumare fave verdi, in gravidanza bisogna quindi essere certi di non avere questo problema e che neanche il partner ne soffra. Se ci sono casi di favismo in famiglia, è opportuno chiedere al proprio medico l’eventualità di effettuare il test. La stessa cosa vale anche per il consumo di fave in allattamento.

fave in gravidanza

Leggi anche: Fagiolini in allattamento: si possono mangiare?

Fave: valori nutrizionali

Ma se, invece, non c’è pericolo di favismo o altri problemi, si possono riconoscere, nelle fave, benefici notevoli.

Quali sono le proprietà delle fave? Perché le fave fanno bene?

  • Essendo legumi, hanno moltissime proteine, fibre e acqua.
  • Ma le fave fanno ingrassare? Le calorie delle fave sono circa 88 ogni 100 grammi.
  • Tra i minerali presenti c’è molto ferro: in gravidanza essenziale.
  • Sono presenti anche altri minerali, come: potassio, fosforo, sodio, magnesio e rame.
  • Sono povere di grassi, che rappresentano lo 0,5%. L’80/85% è costituito da acqua e circa il 5% da proteine, così come per le fibre e i minerali.
  • Inoltre, le fave fresche hanno molta vitamina A, B e C e meno calorie di quelle essiccate. Infatti, in 100 grammi di fave fresche, le calorie sono 62.

fave in gravidanza

Leggi anche: Quali verdure in allattamento?

Legumi in gravidanza: quali preferire?

L’assunzione di proteine in gravidanza è fondamentale per il corretto sviluppo del bambino.

I legumi hanno tantissime proteine, perciò vediamo quali sono i legumi da mangiare in gravidanza.

fave in gravidanza

Leggi anche: Carciofi in gravidanza: perché fanno bene?

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *