fagiolini in allattamento

Fagiolini in allattamento: si possono mangiare?

Fagiolini e allattamento

I fagiolini sono legumi molto amati e, come sappiamo, si possono tranquillamente mangiare i fagiolini in gravidanza.

Ma una mamma che allatta può mangiare i fagiolini in allattamento o essi rientrano nella lista dei cibi da evitare?

Scopriamolo insieme.

Posso mangiare i fagiolini durante l’allattamento?

I fagiolini sono legumi considerati ortaggi in quanto anche il baccello, che contiene i semi della pianta, viene cucinato e gustato in diverse ricette.

Una mamma che allatta può tranquillamente mangiare i fagiolini durante l’allattamento, purché non esageri con le quantità.

Nei fagiolini, i valori nutrizionali li rendono adatti a un’alimentazione sana ed equilibrata.

  • Le calorie dei fagiolini sono appena 31 in 100 grammi.
  • Hanno pochi carboidrati.
  • Sono diuretici, rinfrescanti, aiutano la digestione, sono antiossidanti e combattono la stitichezza.
  • Contengono una buona percentuale di acido folico che, anche in questa fase, rinforza l’organismo della mamma e del bambino. Sono molto gustosi bolliti e conditi con olio, sale e limone.

Tutte queste caratteristiche li rendono perfetti nella dieta in allattamento.

fagiolini in allattamento

Leggi anche: Carciofi in allattamento: perché vanno evitati?

Quali legumi in allattamento?

I legumi sono semi commestibili che possono essere mangiati sia secchi, sia freschi e sia surgelati.

Contengono acqua, sono poveri di grassi ma, soprattutto ricchi di proteine, oltre che di calcio, vitamina B1, ferro e potassio.

Si possono mangiare i legumi in allattamento, come i piselli e i fagioli, in quanto non sono nocivi per il bambino, ma è preferibile mangiarli decorticati.

Mentre le fave in allattamento, così come le lenticchie in allattamento potrebbero modificare il sapore del latte e renderlo sgradito al bambino.

fagiolini e allattamento

Leggi anche: Spinaci in allattamento: si possono mangiare?

Quali verdure in allattamento?

La dieta in allattamento deve essere equilibrata e deve variare. Si possono mangiare i carboidrati, la pasta e il riso, anche il pane, ma non in dosi eccessive. Non devono mancare le carni bianche e rosse, il pesce, le uova, i latticini, ma soprattutto la frutta e la verdura.

Le verdure sono sempre molto benefiche, ma una mamma deve fare attenzioni a quali verdure mangiare quando allatta.

Sono verdure consigliate in allattamento:

  • l’invidia;
  • la scarola;
  • la lattuga;
  • la cappuccina.

Sono, invece, verdure da evitare in allattamento:

  • le verdure scure, che potrebbero causare diarrea;
  • le verdure ricche di solanine, come cavolfiori, melanzane, broccoli, patate, peperoni che possono causare meteorismo e coliche nel bambino;
  • le verdure che potrebbero modificare il sapore del latte materno, come cime di rapa, verza, aglio, cipolla e porri.

fagiolini durante allattamento

Leggi anche: Tisane in allattamento: quali si possono bere?

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *