foto_ashley

Mamma muore a Capodanno, i figli: “Possiamo chiamarla in Paradiso?”

Mamma muore a Capodanno: la triste storia

Sta facendo il giro del web la storia di due bimbi di sei e tre anni, che hanno chiesto ai nonni di poter chiamare in Paradiso la mamma morta la notte tra il 31 dicembre ed il 1 gennaio. Durante le ultime ore dell’anno, che dovrebbero essere di gioia e festa, per la famiglia londinese si è consumato invece il dramma.

Un decesso avvolto nel mistero

Ashley Grundy è morta la notte del 31 dicembre a soli 28 anni. Il decesso, avvenuto a Londra, sarebbe avvolto nel mistero. Stando a quanto riporta il Sun, l’autopsia sul corpo della donna non sarebbe ancora stata in grado di fornire delle risposte certe.

Leggi anche: Giulia, morta a dieci anni: “A Natale regalate i miei giochi ai bimbi poveri”

foto_ashley_grundy

L’unica cosa che si sa è che i genitori della ragazza, Ash Selector di 54 anni, e Sarah Grundy di 51 anni, hanno trovato la figlia priva di vita nel suo appartamento. la sera del primo gennaio: l’ultima volta che l’avevano sentita era stato il giorno prima, quando la ragazza li ha informati che avrebbe passato la giornata in casa perché stava poco bene.

I figli e la commovente richiesta

I figli della ragazza scomparsa, Lailani di sei anni ed il piccolo Maverick di tre, al momento della morte della donna non si trovavano in casa, perché avevano passato la giornata col padre. I genitori dei due bimbi, infatti, erano separati da tempo.

Durante la notte di Capodanno i genitori hanno provato a chiamare ripetutamente la figlia, invano. Dopo il dramma, un’altra atroce condanna: la mamma ed il papà della ragazza hanno infatti dovuto rivelare ai nipotini di quanto successo.

La femminuccia mi ha chiesto se la mamma avesse il telefono in Paradiso e se potesse telefonarle. Ho dovuto dirle che non ha il telefono con sé. Non riescono ancora a capire la situazione. Io e mio marito vogliamo la verità

ha raccontato nonna Sarah al Sun.

Leggi anche: “Un bacio ha ucciso mia figlia”: l’appello disperato di una mamma

Intanto su GoFundme è stata lanciata una raccolta fondi a favore dei due bambini rimasti senza mamma.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *