consulenze telefoniche gratuite

Coronavirus: la pediatra che offre consulenze telefoniche gratis. Grande successo per l’iniziativa

Sara Bellini è una pediatra di Assago che, per fronteggiare l’emergenza Covid-19, ha pensato di offrire delle consulenze gratuite al telefono.

L’iniziativa è partita da Assago e si è estesa, poi, in tutta la Penisola.

La proposta della pediatra

È iniziato tutto con un post facebook dello scorso 10 marzo in cui Sara Bellini, pediatra di Assago, si proponeva di offrire consulenze gratuite al telefono per i genitori.

L’obiettivo della dottoressa è quello di alleggerire, quando possibile, i colleghi in ospedale, oltre che dare un supporto ai genitori.

La cassa di risonanza del messaggio è stata talmente ampia, che la dottoressa ha iniziato a ricevere telefonate da tutta Italia, almeno 10 al giorno, e che continuano anche di notte.

Oltre ai genitori, hanno iniziato a contattarla anche molte donne in attesa che le hanno chiesto di poterla ricontattare anche dopo il parto perché, probabilmente, temono che la situazione si prolunghi.

foto_coronavirus_bambini

Leggi anche: Pediatra di 93 anni in pensione visita gratis i bambini bisognosi. “Per me essere un dottore è questo!”

Il successo dell’iniziativa

La dottoressa Bellini ha raccontato:

Tanti problemi dei bambini sono gestibili a distanza e solo in pochi casi ho consigliato di contattare il pediatra per una visita. Mi hanno telefonato prima dalla Lombardia, poi da tutta Italia. Una chiamata da Bergamo mi ha commosso: vivono il dramma con una forza incredibile. […] Cerco di rispondere a tutti, se sono in visita richiamo. Le telefonate arrivano di più quando esce qualche notizia sul covid. Tante persone volevano sapere quanta vitamina C bisognava prendere e dare ai bambini. Purtroppo ho dovuto spegnere ogni entusiasmo. Molti mi chiedono come fare in caso di contagio o di esposizione al virus. Ma le domande più frequenti riguardano la gestione dei bambini, perché alle mamme manca un punto di riferimento come il punto nascita o il consultorio, oppure non hanno un pediatra di fiducia.

Da qui, l’idea della dottoressa di estendere l’iniziativa ad altri colleghi, in modo da offrire quanto più aiuto possibile.

Ho notato che l’iniziativa di dare consulenze telefoniche gratuite è apprezzata e di aiuto per tantissimi genitori. Per questo ho chiesto ad altre colleghe di unirsi nel progetto. Vorrei che diventasse di risonanza nazionale, in modo che altri specialisti che non sono impegnati in prima linea per affrontare l’emergenza possano comunque dare una mano a tante persone.

Sono questi i gesti che fanno capire di quanta solidarietà sia capace l’essere umano e che fanno sperare che davvero… “andrà tutto bene”!

consulenze telefoniche gratuite

Leggi anche: Coronavirus, la lettera di una bambina che ha commosso l’Italia VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *