foto_neonato_abbandonato

Abbandona la figlia nella spazzatura: mamma condannata per infanticidio

Neonata nel sacco dei rifiuti: mamma condannata per infanticidio

È stata condannata per infanticidio la donna che ha abbandonato la figlia neonata nella spazzatura. I fatti risalgono al gennaio 2019 quando a Berna, in Svizzera, una neonamma aveva nascosto la figlia in un sacco dell’immondizia e poi l’aveva gettata nel secchio della spazzatura di un parcheggio. Dopo più di un anno di indagini, il Pubblico Ministero ha stabilito la condanna.

L’accusa di infanticidio: la piccola era nata viva

L’accusa di infanticidio è dovuta al fatto che la bambina abbandonata era nata viva. Secondo le autorità inquirenti dunque a provocarne la morte sarebbe stata la madre. Il corpo della vittima era stato lasciato in un parcheggio vicino ad una sala multiuso, ed era stato ritrovato da due passanti la notte del 17 maggio.

Leggi anche: Abbandona figlia neonata in cantina: colpa della depressione post partum

foto_neonata_abbandonata

Incastrato anche un uomo, poi scagionato

Gli inquirenti hanno subito rivolto i sospetti nei confronti della madre, incastrata dalle videocamere di sorveglianza, e verso un uomo riconosciuto che è stato successivamente scagionato perché non coinvolto nei fatti. Ad oggi le circostanze del decesso rimangono ancora sconosciute. L’unica certezza data dagli esami svolti all’istituto di medicina legale dell’Università di Berna è che la bimba era nata viva.

foto_neonato_immondizia

Non è la prima volta

Purtroppo, molto spesso sentiamo parlare di neonati abbandonati appena dati alla luce. Sempre in Svizzera, a gennaio 2020, un’altra neonata è stata lasciata in un’area per lo smaltimento rifiuti a Därstetten, nel canton Berna.

Leggi anche: Viene abbandonato tra i rifiuti: neonato vivo per miracolo

foto_neonato

Tuttavia Patrick Fassbind – ex presidente dell’Autorità cantonale di protezione dei minori di Berna e ad oggi presidente di quella di Basilea Città – ha voluto chiarire che, nel Paese, i casi di bimbi abbandonati sono fortunatamente pochi:

Per esperienza, non si registra più di un caso all’anno. Ci sono però infanticidi dopo la nascita non registrati dalle statistiche

ha spiegato ai microfoni di tio.ch.