foto La principessa sul pisello

La principessa sul pisello: i segreti sulla storia, i video e le canzoni

Storie per bambini: La principessa sul pisello

Le storie di un principe alla ricerca dell’amore e quella di una principessa dai modi raffinati si incrociano nella fiaba de La principessa sul pisello. La favola del 1835 di Hans Christian Andersen ha accompagnato generazioni di bambini con la sua doppia morale ed è arrivata intatta ai giorni nostri. Video, canzoni e filastrocche hanno accompagnato in questi anni la fiaba classica del poeta danese proponendo rivisitazioni divertenti, cartoni colorati e ispirando anche nuove serie animate. Ecco allora le curiosità e i segreti sul racconto de La principessa sul pisello con brani musicali e filmati per raccontare ai bambini che cos’è la nobiltà d’animo.

La principessa sul pisello favola: la storia per bambini

La storia per bambini de La principessa sul pisello deriva dalla tradizione orale. Andersen ha deciso poi di trascrivere quel racconto, che aveva ascoltato da bambino, per dare valore alla fiaba che ha accompagnato la sua infanzia. La principessa sul pisello ha tutti gli ingredienti di una favola classica: un principe, una principessa e la ricerca dell’amore. Una favola per bambini breve e facile, racchiusa nella prima raccolta di fiabe dello scrittore danese. Ecco la storia per bambini da leggere, per condividere un momento di gioco, oppure da raccontare prima della buonanotte.

C’era una volta, tanto tempo fa, un principe che voleva sposare assolutamente una principessa, ma doveva trattarsi di una principessa vera! Perciò si mise a viaggiare in lungo e in largo per il mondo, ma ogni volta non riusciva a decidersi: le principesse erano un po’ dappertutto, ma erano principesse vere? Non si riusciva mai a saperlo con sicurezza, ogni volta sembrava mancare qualcosa. Alla fine il principe decise di tornare sconsolato a casa, senza sposa, finchè un giorno, in una notte di tempesta con fulmini e tuoni, qualcuno bussò alle porte della città e il re andrò ad aprire. Fuori dalle mura c’era una principessa: Dio mio la pioggia e il brutto tempo l’avevano conciata proprio male! L’acqua le picchiava sui capelli e sui vestiti, entrava nelle scarpe dalle punte e ne usciva dai tacchi. Eppure lei sosteneva di essere una vera principessa. “Questo si vedrà!”, pensò la vecchia regina, ma non disse nulla. Andò in camera, tolse il materasso dal letto e mise sul fondo un pisello, e sopra altri venti materassi e ancora venti grossi cuscini di piume.
Quella sera la principessa dormì lì.
La mattina dopo le chiesero come aveva dormito. “Malissimo!” si lamentò la fanciulla “Non ho praticamente chiuso occhio per tutta la notte! Chissà cosa c’era in quel letto! Ero coricata su qualcosa di duro e mi sono fatta un’enorme livido blu e marrone. È stato terribile!”.
Così capirono che era una principessa vera, perchè aveva sentito il piccolo seme attraverso venti materassi e venti grossi cuscini di piume. Solo una principessa poteva avere una pelle così sensibile!
Così il principe la prese in sposa, sicuro finalmente di avere incontrato una vera principessa, e il pisello andò a finire in un museo, dove si trova ancora…a meno che qualche persona lo abbia portato via. Ecco bambini, vi ho raccontato una storia vera, vera come la bella principessa.

Leggi anche: La cicala e la formica: la favola, la morale e i video più divertenti

foto scrigno con il pisello

Favole per bambini: la morale de La principessa sul pisello

Una principessa maleducata o sincera? La fiaba della Principessa sul pisello si presta a più interpretazioni. La dolce protagonista della favola per bambini in realtà viene considerata da molti come ingrata e a tratti maleducata. La ragazza infatti non si cura delle regole della buona educazione e dell’ospitalità, e non ha paura di confessare alla regina madre di aver dormito malissimo in casa sua. Nonostante l’ospitalità ricevuta in un momento difficile, la principessa non ha nessun timore nel dire la verità. Una caratteristica, quella della schiettezza, considerata da molti come un pregio, il vero simbolo della nobiltà d’animo della protagonista della favola di Andersen. Di contro però la figura de La principessa sul pisello resta l’emblema della persona snob e viziata, abituata agli agi e poco incline all’adattamento. La sincerità e la maleducazione viaggiano perciò di pari passo nel racconto per bambini dell’800. Nella fiaba fortunatamente il principe, il re e soprattutto la regina sembrano però apprezzare il carattere della principessa, che viene premiata con un matrimonio da favola.
Non tutti sanno che, anche se Andersen ha ammesso di aver ripreso una favola che gli era stata raccontata da bambino, in realtà non è stata riscontrata nessuna versione orale della storia. Esiste però una versione svedese del racconto leggermente diversa in cui la principessa viene posta su un materasso con sette piselli sotto, che non riconosce, se non grazie all’aiuto di alcuni simpatici animaletti. Andersen ha dato maggior incisività alla storia, attribuendo più carattere alla protagonista.

Leggi anche: La volpe e l’uva: storia, filastrocche e canzoni da tramandare ai bambini

foto principessa

Filastrocca per bambini sulla Principessa sul pisello

La storia de La principessa sul pisello ha ispirato negli anni cartoni animati e film di animazione, ma anche filastrocche divertenti. In basso è riportata una versione in rima della favola di Hans Christian Andersen in cui il principe è alla ricerca di una ragazza nobile di famiglia e d’animo. Il protagonista maschile della filastrocca è infatti molto esigente e cerca una compagna sensibile e di buon cuore da sposare. Ecco una poesia simpatica, perfetta da proporre ai bambini per allenare la memoria e imparare con facilità, attraverso le rime, una fiaba educativa.

In un lontano castello
viveva un principe molto bello
che a tutti i costi si voleva sposare
ma una principessa non riusciva a trovare!
Ogni ragazza aveva un difetto:
non poteva stare al suo cospetto,
non era sensibile, non si comportava bene,
gli avrebbe dato solo pene!
Un giorno arriva una fanciulla
bionda, bella, si chiamava Ulla,
diceva di essere nobile veramente
ma…la regina non credette per niente.
Però la mise alla prova per vedere
se era sincera o la dava a bere:
le preparò un lettone con uno stratagemma
che avrebbe risolto presto il dilemma!
Sotto venti materassi un piccolo pisello
se ne stava pigiato, lì, bel bello
ma dette alla fanciulla tanti di quei dolori
che le arrossò della pelle tutti i pori.
Allora era davvero di sangue blu,
evviva che bello, non ci pensiamo più!
La moglie perfetta l’abbiam trovata!
La festa di nozze è già annunciata!

Leggi anche: Raperonzolo: la versione con Barbie e i segreti sulla storia per bambini

foto regal academy

Fiaba La principessa sul pisello: i video con la storia per i bambini

Principi, principesse, tranelli e intrighi sono gli ingredienti della favola La principessa sul pisello. La storia raccontata da Hans Christian Andersen nel 1835 è stata riproposta in chiave moderna in numerosi video su Youtube. Filmati in cui in pochi minuti viene raccontata la favola per bambini. In basso è presente anche un audio fiaba sul racconto e un episodio di Regal Academy. Nella serie d’animazione in onda su RaiYoYo, infatti c’è una puntata dedicata proprio alla Principessa sul pisello…o meglio alla nipote. La discendente della principessa infatti ha ereditato la stessa sensibilità della nonna e mette in crisi i ragazzi della Regal Academy.

Leggi anche: Il principe felice: la storia, il messaggio e i video per bambini

La principessa sul pisello favola: le canzoni

Nel 2002 La principessa sul pisello è diventata un film di animazione. La pellicola statunitense è stata diretta da Marc Swann. Nel racconto la leggenda, che per scoprire la nobiltà di una principessa va fatta dormire su un pisello posto sotto venti materassi, diventa un enigma. La favola originale viene cambiata e ampliata. Compaiono infatti due fratelli che si contendono il trono e i loro figli, un corvo, aiutanti e antagonisti.
In basso sono riportate due delle canzoni presenti all’interno del film d’animazione statunitense del 2002 tradotte in italiano con protagonista la principessa Daria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *