foto_scuola_alunni

Scuola, medico in ogni istituto e test a campione: ecco come sarà il rientro

Le nuove regole per la scuola

Test a campione, distanziamento sociale, mascherine (ma solo in entrata/uscita) e medico di sorveglianza: queste sono solo alcune delle norme accordate nel protocollo di intesa varato in vista del 14 settembre, quando in tutta Italia è previsto l’inizio del nuovo anno scolastico. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

I test sierologici volontari

Innanzitutto, chiunque voglia tra studenti ed insegnanti può sottoporsi, in modo volontario, ai test sierologici che devono essere garantiti da ogni edificio scolastico. I test, totalmente gratuiti, non si svolgeranno tuttavia a scuola – dove sarà sempre presente un medico di sorveglianza – ma presso strutture di medicina affiliate.

Leggi anche: Coronavirus, ecco il Piano Scuola 2020/2021: data di inizio e nuovi orari

foto_scuola_rientro

Mascherine per tutti

Sì alle mascherine, quando si entra a scuola e durante le lezioni. Nonostante l’ampio dibattito nato intorno a questi strumenti di sicurezza, il Comitato Tecnico Sanitari pare intenzionato a mantenere l’obbligo di mascherine per gli studenti (tranne i bimbi degli asili) e i docenti durante le lezioni. La decisione definitiva verrà presa a fine agosto. In ogni caso, sarà compito del dirigente scolastico di ogni scuola assicurarsi che le mascherine vengano smaltite seguendo le giuste procedure.

Termometro: a 37.5 non si entra

Ovviamente, a chiunque farà ingresso nell’edificio scolastico, verrà misurata la febbre dal personale addetto. L’accesso non sarà consentito con una temperatura superiore ai 37.5.

Spazi comuni e mensa

Per evitare il più possibile il pericolo di incrocio dei flussi, lungo i corridoi degli edifici scolastici, se necessario, verranno apposti adesivi in terra. Sarà limitato e contingentato anche l’accesso agli spazi comuni durante le ore di ricreazione e pranzo. Per quanto riguarda il servizio mensa, nel dettaglio, si ipotizza la distribuzione dei pasti per fasce orarie differenziate.

Leggi anche: Scuola, si inizia a settembre: il calendario scolastico nelle diverse Regioni

foto_scuola

La ministra Azzolina, intanto, ha voluto ribadire che

il 14 settembre si ritornerà a scuola, e per questo voglio tranquillizzare tutti quelli che hanno manifestato perplessità. C’è stato un lavoro enorme che gli enti locali hanno fatto sugli spazi: mio compito sarà dare ovviamente più organico alle regioni che lo hanno chiesto.