salsiccia gravidanza

Salsicce in gravidanza: si possono mangiare?

Salsicce in gravidanza

La salsiccia dà un gusto particolare a zuppe o a una cena ed è un cibo molto amato.

Se preparata correttamente, la salsiccia in gravidanza può essere mangiata senza problemi o fa parte dei cibi da evitare in gravidanza? E se si tratta di salsiccia piccante, in gravidanza si può mangiare piccante?

Scopriamolo insieme.

Salsiccia in gravidanza: sì o no?

Mangiare salsicce in gravidanza non espone la mamma e il bambino ad alcun pericolo per la salute, ma è opportuno seguire una serie di accorgimenti.

Anche se è sicura da mangiare, infatti, la salsiccia in gravidanza non è la scelta più salutare e mangiarne tanta potrebbe contribuire a rafforzare alcuni disturbi, come:

  • bruciore di stomaco: può essere causato dalla salsiccia piccante. Le spezie danno alla salsiccia calda un gusto particolare. Il bruciore di stomaco è particolarmente frequente durante il terzo trimestre di gravidanza. Il bambino cresce e l’utero preme sullo stomaco, causando acidità. Anche se il bruciore di stomaco non nuoce al bambino, può essere molto fastidioso. Se la salsiccia tende a dare bruciore di stomaco, è opportuno rimuoverla dalla dieta. Se non si vuole rinunciare, si potrebbe provare a bere latte con essa oppure mangiare dei latticini contemporaneamente. Si può mangiare piccante in gravidanza, purché non si esageri e non si soffra di bruciore di stomaco;
  • troppi kg in eccesso: circa 100 grammi di salsiccia contengono 27 grammi di grasso. Anche se hai bisogno di una dieta varia, troppo grasso non è salutare. Può contribuire ad acquisire peso in eccesso, quindi è necessario limitarne il consumo. Parlare con il medico circa la quantità adeguata di grassi è una scelta opportuna;
  • eccesso di sale: la salsiccia, spesso, è molto salata e un eccesso di sale non fa bene alla salute.

Per quanto riguarda i benefici della salsiccia in gravidanza, invece, sappiate che con la salsiccia si assumono: ferro, zinco e proteine, ognuno dei quali è necessario per le donne in gravidanza.

salsicce in gravidanza

Leggi anche: Bruciore di stomaco in gravidanza: i trucchi per sconfiggerlo

Salsiccia e gravidanza: come prepararla?

Conoscere adeguati metodi di preparazione delle salsicce in gravidanza, potrebbe aiutare a ridurre la loro pesantezza.

Sono assolutamente da evitare:

  • le salsicce fritte;
  • le salsicce alla griglia, poiché questo metodo di cottura lascia molto scotto il centro della salsiccia;
  • le salsicce crude: è di fondamentale importanza cuocere sempre le salsicce perché mangiare salsiccia cruda è un pericolo ancora più grande degli svantaggi nutrizionali. La salsiccia può portare un batterio chiamato Listeria monocytogenes, che si trova in acqua e suolo. Per questo è importante preparare la salsiccia ad una temperatura di 160-170 gradi. Questo ucciderà i batteri causa di listeriosi.

È possibile, invece, mangiare:

  • qualsiasi tipo di salsiccia cotta in gravidanza, purché sia ben cotta all’interno;
  • le salsicce alla brace: la carne alla brace in gravidanza può essere mangiata purché la si lasci cuocere a fondo per far sì che anche l’interno sia ben cotto;
  • le salsicce al forno: valida opzione per gustare al meglio questa carne di maiale in gravidanza;
  • il salame piccante in gravidanza, purché sia ben cotto;
  • la salamella in gravidanza, accertandosi che sia cotta all’interno e all’esterno.

salsicce in gravidanza

Leggi anche: Mangiare carne in gravidanza diminuisce il calo fisiologico del neonato

Cosa mangiare in gravidanza?

In gravidanza la regola basilare è quella di avere una dieta varia e completa. È importante mantenere un’alimentazione in gravidanza estremamente sana. L’aumento dei livelli di fame in gravidanza potrebbe spaventare le donne. In realtà, è importante effettuare spuntini periodici e sazianti.

Ma cosa mangiare in gravidanza?

  • Verdura.
  • Frutta.
  • Giuste quantità di carboidrati, proteine e grassi.

È fondamentale lasciarsi consigliare dai professionisti in merito alla dieta in gravidanza. Inoltre, non si deve dimenticare di bere fino a 2 litri d’acqua al giorno. Queste regole potrebbero aiutare a ridurre i sintomi della stitichezza, tipica in gravidanza.

salamella in gravidanza

Leggi anche: Cosa mangiare in gravidanza: gli alimenti giusti

Cosa non mangiare in gravidanza?

Partendo dalla salsiccia, abbiamo visto che un eccesso può portare a una digestione lenta e bruciore allo stomaco. È sempre opportuno consultare i professionisti per dubbi o perplessità riguardanti l’alimentazione in gravidanza. 

Sono sicuramente da evitare i frutti di mare con troppo mercurio. Tra questi sono inclusi alcuni pesci e crostacei che includono alte percentuali di queste sostanze. Bisogna evitare, inoltre, carne non cotta o poco cotta. Tutti gli alimenti devono essere accuratamente pastorizzati e cucinati. Lo stesso vale per il pesce crudo, da evitare in gravidanza.

In più, le donne che hanno ottenuto un risultato negativo per la toxoplasmosi dovranno seguire regole alimentari e di preparazione precise. Bandito il prosciutto crudo e la verdura cruda non accuratamente disinfettata.

dieta in gravidanza

Leggi anche: Cosa non mangiare in gravidanza

23 anni di Catanzaro - ORGOGLISAMENTE Ostetrica. E' l' avventura più bella che potessi immaginare di vivere: testimone della vita che nasce. "Ho visto in sala parto la potenza delle cose" il mio motto. Animatrice per bambini, conduttrice di corsi di preparazione al parto, Ost.ca volontaria in Ospedale. Possiedo un master presso l' Università di Firenze, con diverse competenze ecografiche e cliniche. Email: c.polizzese@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *