Foto gravidanza raffreddore

Raffreddore in gravidanza: come curarlo?

Raffreddore in gravidanza: consigli utili

Il raffreddore in gravidanza, così come altri malanni di stagione, sono molto comuni. In un periodo delicato come quello della dolce attesa, ogni donna reagisce in modo diverso agli eventi che la circondano, così anche al raffreddore. Ma bisogna davvero preoccuparsi? Quali sono i rimedi migliori per far fronte a questi fastidi? Il raffreddore in gravidanza, di solito, si risolve abbastanza velocemente e senza l’utilizzo di particolari cure o farmaci. Essendo causato generalmente da virus, però, è bene sempre consultare il medico in modo che possa consigliarci la strada migliore da seguire.

Raffreddore in gravidanza: cos’è

Il raffreddore in gravidanza è di origine virale ed appare, di solito, durante i mesi invernali. La comparsa del raffreddore in un periodo delicato come quello della gravidanza, può essere favorito proprio dall’indebolimento delle difese immunitarie dovuto ai cambiamenti fisici, ormonali e psichici di questo periodo. Come un qualsiasi raffreddore, anche in gravidanza è semplicissimo il contagio: basta uno starnuto a distanza ravvicinata, un colpo di tosse, l’igiene superflua di mani o superfici con cui si viene a contatto. Purtroppo i virus parainfluenzali, causa appunto di raffreddori, influenze ed altri malanni, sono tantissimi quindi… è molto semplice prendere un raffreddore in gravidanza!

Leggi anche: Mal di pancia in gravidanza: cosa bisogna sapere

Foto raffreddore gravidanza

Sintomi del raffreddore in gravidanza

Il raffreddore in gravidanza presenta i classici sintomi di un comune raffreddore. Essi interessano la gola ed il naso e possono essere:

  • naso che cola;
  • naso chiuso;
  • mal di gola;
  • mal di testa;
  • febbre;
  • starnuti;
  • tosse;
  • dolori muscolari;
  • poco appetito;
  • calo di voce.

Sono tutti i classici sintomi dell’inizio di influenza, possono variare in base allo stato fisico della donna in gravidanza o al virus che viene contratto e possono anche non essere presenti tutti. Come dice la dott.ssa Algeri, i sintomi variano da donna a donna e regrediscono spontaneamente nel corso di una settimana. Di seguito un video in cui la dott.ssa parla dell’influenza in gravidanza.

Leggi anche: Vaccinazione antinfluenzale in gravidanza

Gravidanza: come prevenire il raffreddore

I consigli per prevenire il raffreddore in gravidanza, sono gli stessi per qualsiasi persona che voglia prevenire il contagio, soprattutto nei periodi di picchi influenzali. Dobbiamo stare semplicemente attenti a:

  • igiene delle mani;
  • contatto con persone raffreddate;
  • temperature molto basse;
  • luoghi chiusi e troppo affollati;
  • idratazione del corpo;
  • assunzione regolare di minerali e vitamica C attraverso cibi e bevande.

Questi accorgimenti sono utili, per adulti e bambini, in tutti i casi in cui si voglia scongiurare qualche contagio.

Leggi anche: Mal di schiena in gravidanza: come prevenire il disturbo

Foto spremuta arance

Raffreddore in gravidanza: come curarlo

Conoscete il vecchio detto “un raffreddore curato dura sette giorni, un raffreddore non curato dura una settimana”? Beh, è il detto adatto per dire che nei casi di un normale raffreddore in gravidanza, è meglio non usare farmaci perché la guarigione avviene spontaneamente nel giro di una settimana. L’importante, in questi casi, è:

  • non prendere freddo;
  • bere molti liquidi;
  • assumere vitamina C;
  • stare al caldo e al riposo;
  • effettuare lavaggi della mucosa nasale con una tipica soluzione salina.

Quando questi rimedi non bastano, il farmaco che viene di solito prescritto alle donne in gravidanza è quello a base di paracetamolo, e quindi la Tachipirina. In ogni caso, buone abitudini da tenere in caso di raffreddore, sono: dormire con la testa sollevata durante la notte e umidificare gli ambienti in cui si passa la maggior parte del tempo.

Leggi anche: Bruciore di stomaco in gravidanza: i trucchi per sconfiggerlo

Foto farmaci gravidanza

Gravidanza: rimedi naturali per il raffreddore

Il modo migliore per curare il raffreddore in gravidanza è senza dubbio l’utilizzo di rimedi naturali o dei classici “rimedi della nonna”. Eccone alcuni.

  • Lavaggi nasali con acqua calda e gocce di limone.
  • Suffumigi con foglie di Eucalipto o vapori con acqua calda e bicarbonato.
  • Bevanda di acqua calda con miele e limone, da bere al mattino.
  • Tisane allo zenzero, alla cannella o alla camomilla e limone: l’erborista saprà consigliare la più adatta.

Di seguito due video che parlano dei rimedi naturali contro il raffreddore e l’influenza in gravidanza.

Leggi anche: Tisane in gravidanza

Raffreddore in gravidanza: bisogna preoccuparsi?

Il raffreddore in gravidanza non deve destare particolari preoccupazioni. Prendere le dovute precauzioni igieniche, bere molta acqua e stare a riposo, come già detto in precedenza, contribuiscono alla naturale guarigione della donna. Nella maggior parte dei casi, il raffreddore in gravidanza non provoca nessun danno né alla madre né al bambino: bisogna però stare attente se i sintomi si trascinano più del dovuto ed aumentano di intensità. Ci sono situazioni in cui la sintomatologia del raffreddore peggiora e con essa lo stato di salute generale della donna in attesa. In questi casi bisogna subito rivolgersi al medico perché, trascinare a lungo la situazione, può portare ad altre infezioni e alla comparsa di otiti, bronchiti o sinusiti.

Leggi anche: Mal di testa in gravidanza: tutto quello che c’è da sapere sull’emicrania

foto raffreddore in gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *