lumache in gravidanza

Lumache in gravidanza: fanno male?

Mangiare lumache in gravidanza

Quanto devono cambiare le nostre abitudini alimentari quando aspettiamo un bambino? Come sappiamo, ci sono alcuni alimenti da evitare in gravidanza perché potrebbero causare malattie o infezioni, oppure risultare particolarmente pesanti.

A questo riguardo può essere sconsigliato mangiare lumache in gravidanza?

Se anche prima della gestazione, abbiamo sempre mangiato lumache, non ci sono particolari controindicazioni. Se, invece non le abbiamo mai assaggiate e se, in ogni caso, noi o il nostro compagno abbiamo particolari allergie alimentari, le lumache possono essere alimenti sconsigliati in gravidanza

Lumache in gravidanza

Le chiocciole sono animali molto piccoli eppure hanno particolari caratteristiche. Sono conosciute come lumache di terra e appartengono alla famiglia dei molluschi. Hanno carni commestibili e in Italia, come in Francia, sono considerate un piatto prelibato.

Ci sono diversi tipi di lumache che vengono usate in cucina. Le specie più conosciute sono: helix pomatia, cornu aspersum, eobania vermiculata e theba pisana. Dal punto di vista nutrizionale, è un pasto dietetico con alto valore nutritivo.

Può essere, quindi, considerata uno dei migliori alimenti in gravidanza, ma anche in tutte le diete ipocaloriche.

È fondamentale, però, che il consumo di lumache di terra in gravidanza avvenga soltanto dopo la cottura, per evitare infezioni alimentari nocive per la mamma e il bambino.

Inoltre, come già anticipato, se siamo allergiche ai molluschi o il papà del nostro bimbo lo è, è preferibile starne lontane. Quando i genitori sono soggetti allergici, infatti, il piccolo ha maggiori probabilità di diventarlo. Se invece le abbiamo sempre mangiate anche prima della gestazione, possiamo mangiarle a patto che siano spurgate e cucinate con la massima attenzione.

lumache in gravidanza

Leggi anche: Vongole in gravidanza: si possono mangiare?

Lumache: proprietà

Analizzando, nelle lumache, i valori nutrizionali, possiamo dire che:

  • le calorie delle lumache sono 67 in 100 grammi;
  • la lumaca è un mollusco molto ricco di proteine, amminoacidi essenziali e sali minerali e povero di grassi;
  • contiene molti acidi grassi poliinsaturi, utili per ridurre i valori di colesterolo cattivo e per aumentare il colesterolo buono. L’autunno e l’inverno sono le stagioni migliori per l’acquisto delle lumache di terra commestibili e fresche. Dopo aprile le chiocciole potrebbero avere un cattivo sapore dovuto anche ad alte concentrazioni di molecole tossiche;
  • la bava di lumaca è uno sciroppo utile contro l’invecchiamento. Tuttavia, lo sciroppo di bava di lumaca in gravidanza va assunto solo dopo aver parlato con il medico;
  • nella medicina popolare, l’ingestione di lumache vive viene considerata un eccellente rimedio contro gastriti ed ulcere gastriche.

Nonostante le proprietà delle lumache di terra, esse non sono un piatto che tutti mangiano con piacere. Sarà per il loro aspetto, perché sono derivati di terra o che non sappiamo di cosa si nutrano. Se vi state domandando ad esempio cosa mangiano le lumache di terra? Sappiate che potremmo considerarle quasi completamente vegetariane. Le lumache si nutrono, infatti, di tutte le piante, ma occasionalmente mangiano anche microrganismi in decomposizione. Se cucinate nel modo giusto, dopo averle fatte spurgare le lumache non sono quindi tra i cibi sconsigliati in gravidanza.

Si prestano, tra l’altro, a diversi tipi di preparazioni culinarie. Prima però necessitano di essere purgate da bava, feci e altre impurità, essendo poste digiune all’interno di un recipiente chiuso ma ben aerato, per almeno un paio di giorni. Dopo di che le lumache vanno lavate sia in acqua corrente, sia in acqua tiepida e salata, volendo anche con aceto, per rimuovere schiuma e residui. L’operazione va ripetuta più volte, finché l’acqua del lavaggio non risulterà chiara. Dopo averle fatte scolare devono essere lessate vive in pentola con acqua bollente almeno per un paio d’ore. A fine cottura, possono essere sgusciate e preparate in vari modi. Alla borgogna, specie per le lumache francesi, in umido, alla marchigiana, alla bordolese, sono le preparazioni che più comunemente vengono usate per le chiocciole.

lumache in gravidanza

Leggi anche: Astice in gravidanza: si può mangiare?

Quale pesce evitare in gravidanza?

Riguardo l’alimentazione e, in particolare, il pesce in gravidanza, è opportuno prestare molta attenzione a cosa mangiare e cosa no.

  • I molluschi in gravidanza andrebbero evitati, ma se proprio non si riesce a farne a meno, possono essere mangiati ben cotti e solo se di provenienza sicura al 100%. Stessa cosa per i crostacei in gravidanza.
  • Occorre evitare il sushi e qualsiasi tipo di pesce crudo, in gravidanza veicolo di batteri nocivi.
  • Nella lista degli alimenti da evitare in gravidanza rientrano i pesci di grossa taglia che potrebbero contenere mercurio, come tonno, sgombro o squalo.

Ecco un video riguardante il consumo di molluschi in gravidanza.

Leggi anche: Gamberetti in gravidanza: si possono mangiare?

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *