lenticchie in allattamento

Lenticchie in allattamento: i rischi da conoscere

Allattamento: lenticchie sì o no?

Durante l’allattamento è necessario seguire un regime alimentare sano ed equilibrato. I legumi sono ricchi di proteine vegetali e vitamine e, infatti, sono essenziali nella nostra alimentazione.

Tra i legumi più amati vi sono le lenticchie. Durante l’allattamento queste possono essere mangiate ma con alcuni accorgimenti.

Vediamo tutto ciò che riguarda le lenticchie in allattamento.

Lenticchie in allattamento? Con moderazione

Il rapporto fra lenticchie e allattamento è molto positivo perché esse hanno numerosi benefici, quali:

  • sono ricchi di proteine, fibre, vitamine A, B1, B2, C, PP e minerali come potassio, calcio e ferro;
  • hanno un forte potere antiossidante;
  • regolarizzano l’attività intestinale;
  • controllano il livello di colesterolo;
  • aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari.

Nonostante ciò, sono necessarie alcune precauzioni. Infatti, è bene sapere che se ne facciamo un abuso, le lenticchie potrebbero causare delle coliche nel bambino.

Le porzioni consigliate sono le seguenti: 200 grammi se le lenticchie sono fresche e 50 grammi se invece sono secche.

Per risolvere questo problema si possono frullare le lenticchie e preparare delle vellutate. In questo modo, sono più digeribili e si evita la fermentazione, dunque anche la formazione dei gas a livello dell’intestino del bambino. Pasta e legumi, poi, sono una combinazione perfetta perché creano un pasto completo.

lenticchie in allattamento

Leggi anche: Fagiolini in allattamento: si possono mangiare?

Mangiare legumi in allattamento: quali scegliere?

Seguire un regime alimentare equilibrato è la prima vera e propria regola da rispettare in gravidanza e in allattamento. Una corretta alimentazione durante l’allattamento garantisce una buona salute sia della madre che del bambino.

La dieta della mamma che allatta deve essere sana e variegata. Non possono mancare, ovviamente nelle giuste quantità, tutti i principali nutrienti, ovvero: i carboidrati, le proteine, i grassi, le vitamine, i sali minerali (come il ferro) e le fibre. Ma qual è il legame fra legumi e allattamento?

Nello specifico, fa bene far giungere i legumi al neonato perché sono un’ottima fonte di proteine vegetali e vitamine sia per il bimbo che per la mamma. Quindi non è vero che i legumi fanno male ma un abuso potrebbe causare coliche nel bambino. Si consiglia, quindi di consumare legumi in allattamento fino a un massimo di 3-4 volte a settimana.

Oltre le lenticchie, si possono mangiare:

Ecco un video che chiarisce i dubbi riguardanti le coliche nel neonato.

Leggi anche: Quali verdure in allattamento?

Sono un'educatrice per l'infanzia. Adoro i bambini ed il loro fantastico mondo. Lavoro attualmente in un asilo nido ed ho ampia esperienza nel campo dell'animazione e dei servizi ricreativi in generale. Pronta per iniziare anche quest'avventura con Passione Mamma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *