fegato in gravidanza

Si può mangiare il fegato in gravidanza?

Fegato in gravidanza

Tra gli alimenti da evitare in gravidanza c’è il fegato di vitello, di manzo, di cavallo o di qualsiasi altro tipo.

Capiamo perché non si può mangiare il fegato in gravidanza. Per quale motivo rientra tra i cibi vietati in gravidanza?

Fegato: valori nutrizionali e proprietà

Il fegato è un tipo di carne molto diffuso, soprattutto nelle tipologie di:

  • fegato d’oca;
  • fegato di vitello;
  • fegato di manzo;
  • fegato di coniglio;
  • fegato di pollo;
  • fegato di bovino.

I valori nutrizionali del fegato sono molti; si tratta, infatti di un cibo ricco di:

  • proteine;
  • acido folico;
  • ferro.

Le calorie del fegato sono 165 in 100 grammi.

Quindi mangiare il fegato fa bene, ma perché non in gravidanza?

fegato in gravidanza

Leggi anche: Ferro in gravidanza: carenza, cibi che lo contengono e anemia

Mangiare fegato in gravidanza: sì o no?

Tutti gli elementi presenti nel fegato, quindi, sono fondamentali per l’organismo e anche per una donna in dolce attesa, ma il problema del fegato è che contiene troppa vitamina A.

Un eccesso di vitamina A in gravidanza fa male perché potrebbe comportare malformazioni fetali. L’Institute of Medicine (IOM) ha stabilito, per quanto riguarda la vitamina A in gravidanza, le dosi giornaliere consigliate, che sono di 2565 UI (unità internazionali).

Basti pensare che in una porzione di 80 grammi:

  • di fegato di pollo, ci sono 12000 UI di vitamina A;
  • di fegato di manzo ci sono anche 27000 UI di vitamina A.

Non è ancora sicuro il legame fra fegato e malformazioni fetali, ma è consigliabile evitarne il consumo in gravidanza. Oppure, se si chiede consiglio al medico, si può mangiare una fettina di fegato, in gravidanza, al massimo due volte al mese.

mangiare fegato in gravidanza

Leggi anche: Vitamina A in gravidanza: alimenti, usi e proprietà

Gravidanza: cibi da evitare

L’alimentazione in gravidanza è fondamentale. Durante i nove mesi di attesa, infatti, bisogna nutrirsi in modo corretto per il proprio benessere e quello del bambino. È importante seguire uno stile di vita equilibrato dove a tavola ci siano proteine, carboidrati, frutta e verdura, il latte e i derivati. Questi cibi in gravidanza aiutano anche a mantenere la linea in vista dei cambiamenti che il corpo della mamma si appresta a subire.

Il ginecologo può aiutare la futura mamma indicandole gli cibi da evitare in gravidanza, che di solito sono quelli crudi. Infatti, per scongiurare malattie come la toxoplasmosi, la carne e il pesce, soprattutto i crostacei, vanno sempre cucinati. Allo stesso modo le uova crude non vanno mangiate, mentre la frutta e la verdura devono essere lavate con molta cura.

Sono alimenti sconsigliati in gravidanza anche i formaggi molli, i pesci di grandi dimensioni come il pesce spada o il tonno, perché possono contenere quantità di mercurio superiori alla norma. Il paté e le salse del banco gastronomia o i germogli crudi e anche tutti gli alimenti non pastorizzati rispondono alla domanda cosa non mangiare in gravidanza.

Queste semplici regole di alimentazione sono importanti per evitare che il fegato si affatichi e per consentire ai sali biliari di aiutare la digestione e non appesantire lo stomaco, che ha già i suoi problemi di funzionalità e spazio. Inoltre bere alcolici è una cosa da non fare in gravidanza proprio per il corretto funzionamento di tutti gli organi e a questo si aggiunga l’abolizione delle sigarette.

Ecco un video che chiarisce i rischi di una scorretta dieta in gravidanza.

Leggi anche: Carne in gravidanza: quale tipo si può mangiare

Laureata in Scienze della comunicazione lavoro da anni nella realizzazione di contenuti per il web per condividere esperienze e conoscenze. Scrivere per Passione mamma è un modo per trovare le soluzioni alle mie domande da genitore e per aiutare altre donne ad affrontare la maternità senza stress, ansie e timori, ma con gioia e serenità. Email: i.aurino@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *