foto_allergie_bambini

Come riconoscere eventuali allergie primaverili nel bambino

La primavera è una stagione particolare, la temperatura non è mai stabile nell’arco di una giornata, e così il più delle volte ci si raffredda. Ciò che però preoccupa maggiormente i genitori sono le eventuali allergie che potrebbero attanagliare anche in modo subdolo i piccoli bambini. Ecco quindi dei consigli per accorgersi sin da subito se il proprio figliolo sta andando incontro alla classica rinite stagionale, dovuta soprattutto dai pollini in circolazione.

  1. Occhiaie: spesso si sottovaluta quella tonalità bluastra che improvvisamente accerchia gli occhietti del bambino, credendo che sia dovuta alla stanchezza, all’arrivo dell’ora legale ecc. In realtà, più queste sono scure più determinano la presenza di un’eventuale allergia stagionale.
  2. Occhi arrossati e lacrimosi: si tratta di segnali molto forti anche se a volte sono confusi, curando il tutto come semplice congiuntivite.
  3. Raffreddore: questo sintomo trae in inganno perché logicamente il pargolo può realmente avere del muco nel naso dovuto ad un raffreddamento, perciò appurato con il pediatra che nonostante l’uso di goccine o di soluzione fisiologica, lo stesso il piccino continua a non respirare bene, si potrebbe esser dinanzi ad un principio di rinite.
  4. Prurito: nella maggior parte dei casi si concentra sul naso, e la voglia di grattarsi e muovere le narici tirandole in su, o fare smorfie con il volto è incontrollabile. Il figliolo arriva poi involontariamente a sfregarsi con il dorso o con il palmo in modo compulsivo il nasino ormai arrossato, ma a volte i genitori interpretano male questa azione rimproverandolo, perché credono che sia un’azione comportamentale poco educata.
  5. Respirazione a bocca aperta: è dovuta proprio all’allergia stagionale che non consenta una giusta respirazione.
  6. Asma: la difficoltà nel riuscire a far correttamente un respiro lungo è tale da far allarmare i genitori, i quali dopo avergli fatto fare le dovute analisi, potranno verificare con il pediatra se il pargolo soffre di questa patologia che si scatena soprattutto in primavera.
camomilla_fiori foto congiuntivite congiuntivite raffreddore bimbo
<
>