montessori metodo a casa

Metodo Montessori a casa: come fare

Le scelte educative sono fondamentali per la crescita e lo sviluppo del nostro bambino. Non solo come educatori, ma anche come genitori, bisogna avvalersi del giusto metodo per ottenere i risultati migliori. Tra i vari percorsi educativi, spicca quello dell’italiana Maria Montessori. Oltreché a scuola, si può applicare il metodo Montessori a casa.

Metodo Montessori a casa

Il metodo Montessori è stato messo a punto da Maria Montessori più di un secolo fa. Ciononostante si mantiene ancora giovane: la sua diffusione conta più di 60.000 scuole in tutto il mondo. L’educazione montessoriana si fonda sull’idea che il bambino debba essere lasciato libero di scegliere e di agire, all’interno di un ambiente ordinato ed armonioso. Non devono essere imposte regole troppo rigide, così da rispettare il naturale sviluppo psico-fisico di ciascuno, secondo i propri interessi personali e le proprie tendenze innate.
Non soltanto a scuola, ma anche a casa possono essere seguite queste norme educative. I genitori possono servirsi del metodo Montessori a casa per l’educazione dei propri figli, rispettando una serie di accorgimenti e proponendo delle attività ricreative capaci di sviluppare l’intelligenza del bambino.

metodo montessori a casa

Educazione dei figli

Secondo la Montessori, i genitori non sono i costruttori del bambino, ma sono i suoi custodi. Questa sorveglianza deve essere sempre contraddistinta da una grande delicatezza. L’aggressività, anche solo verbale va lasciata da parte. Inoltre, non bisogna mai credere che i nostri figli siano dei gusci vuoti da riempire con ciò che vogliamo o delle pedine da manovrare a nostro piacimento. Dobbiamo rispettare le inclinazioni personali di ognuno e lasciarli liberi di scegliere secondo le loro aspirazioni, mettendo da parte quello che noi vorremmo per loro.
Così come non abbiamo alcun diritto di inculcare loro le nostre idee e convinzioni, ma è nostro compito educarli in modo che essi siano in grado di costruirsi le proprie autonomamente.
In qualità di genitori, non crediamo di avere lezioni da impartire ai nostri bambini. Comprendiamo che l’educazione è un gioco a due, dove entrambe le parti hanno qualcosa da imparare. Maria Montessori sosteneva che, in realtà, sono i grandi ad apprendere di più nel confronto con i più piccoli.

Leggi anche: Come limitare l’aggressività grazie al barattolo della calma

educazione bambini

Mobili Montessori: un ambiente a prova di bambino

La cura dell’ambiente è fondamentale per l’applicazione del metodo Montessori. I mobili non vanno scelti a caso, ma sono parte integrante del percorso educativo del nostro bambino. In uno spazio dove è libero di muoversi e di esplorare, senza rischi, con un arredamento ordinato e armonioso, il bambino sarà più sereno e ben disposto all’apprendimento. Si scelgano colori chiari, perché ispirano maggiore calma e conciliano il sonno quando è ora di andare a letto. Alle culle e ai letti provvisti di sbarre, si preferisca il lettino Montessori: un modello basso, che agevola la salita e la discesa in completa autonomia. Le dimensioni di ogni elemento d’arredo devono rispettare le proporzioni del bambino, così che possa fruirne senza l’aiuto di un adulto. I giocattoli, invece, devono essere riposti in apposite ceste dal bambino stesso.

lettino montessori

Attività quotidiane e giochi Montessori

Cosa bisogna fare per mettere il metodo Montessori in pratica? Ciascun genitore deve fare il necessario perché i bambini diventino indipendenti, senza mai sostituirsi ad essi o limitarli nell’agire utilmente. Passando dalla teoria alla pratica, esistono delle attività specifiche previste dal metodo montessoriano, utili per ottenere uno sviluppo fruttuoso del nostro bambino.
In generale, la Montessori ha sempre elogiato tutte le occupazioni della vita pratica, specialmente quelle che prevedono il contatto con la natura, come piccoli lavori di giardinaggio. Affidare le cure di una piantina al vostro bambino può servire a responsabilizzarlo e a farlo sentire utile, oltre a insegnargli l’amore per l’ambiente che lo circonda.

metodo montessori in pratica giardinaggio

Stimolare la curiosità dei bambini è fondamentale per far sì che crescano bene. A tale scopo, ad esempio, possiamo ricorrere ai giochi Montessori. Ce ne sono di diversi, ma tutti hanno in comune la volontà di sviluppare l’intelligenza del bambino in modo divertente e di renderlo più autonomo, magari anche facendogli prendere parte alle attività quotidiane che svolgiamo in casa.

Leggi anche: Giochi educativi da fare insieme al tuo bambino: il travaso


Possiamo coinvolgere il nostro bambino nelle pulizie di casa. Rassettare la sua cameretta, mettere in ordine i giocattoli, spolverare, spazzare il pavimento con una scopa delle dimensioni adeguate, apparecchiare e sparecchiare la tavola: sono tutte attività consigliate.

learning tower

Servendosi di una learning tower, poi, si può anche fargli lavare qualche stoviglia (evitando quelle taglienti o troppo pesanti, ovviamente) o farsi aiutare a preparare una torta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *