foto_ospedale

A Londra i bambini possono cambiare sesso: aperta la prima clinica

In Inghilterra si può cambiare sesso fin da bambini

Farà di certo discutere la notizia trapelata dall’Inghilterra, stato nel quale è possibile cominciare la terapia per cambiare sesso fin dalla tenera età. A Londra esiste infatti una clinica che aiuta i bambini a cambiare sesso: gli esperti preferiscono chiamare questo protocollo “Riallineamento di genere“.

Come funziona la terapia

La terapia può essere praticata su bambini e adolescenti fino ai diciassette anni d’età e consiste in sedute psicologiche, sessioni comuni d’ascolto, somministrazione di medicine che riescono a bloccare la crescita e lo sviluppo della sessualità fin dalla più tenera età.

La somministrazione di farmaci

I farmaci, nei casi più estremi, possono iniziare ad essere somministrati a partire dai quattro anni. Questi sono composti da anti ormoni: una volta al mese nel paziente viene iniettato questo medicinale che con il tempo bloccherà lo sviluppo degli organi sessuali, dei peli – nel caso degli uomini – del seno – nel caso delle donne – impedendo il normale avvio dello sviluppo.

Boom di richieste

La cosa ancor più sconvolgente, forse, è il boom di richieste che ogni settimana vengono avanzate dai ragazzini per poter cambiare sesso. Circa 50 bambini ogni sette giorni entrano nella struttura specializzata londinese con un unico, grande desiderio: quello del cambio di genere.

La storia della clinica

La clinica di Londra è nata nel 1989, secondo quanto riporta Blasting News. Con il passare degli anni, la struttura ha subito una crescita esponenziale strabiliante: se nel 2009 i pazienti erano appena 9, nel 2017 il numero di bambini ricoverati in questa clinica sono stati 2.700.

Tante ed inevitabili le critiche ricevute dai medici che lavorano nella struttura, ma che si difendono dicendo di aiutare tutti i più piccoli a capire veramente quale sia la loro natura. Nella struttura esistono delle rigide regole comportamentali: ad esempio ogni paziente può scegliere il nome del genere che desidera e con il quale vuole venga riconosciuto; così sarà chiamato all’interno del centro.

Come capire qual è il genere desiderato

I genitori avvertono subito i primi segni. Mamma e papà riconoscono che loro figlio è intrappolato in un corpo che non gli appartiene. Portano dunque i bimbi nella struttura, nella quale il personale esperto provvederà a capire se il piccolo possa veramente intraprendere un mutamento di genere.

Si inizia dalle cose più basilari: se una bambina preferisce un soldatino e un maschietto una bambola, ecco il primo “segnale” importante. Si continua poi con sedute e colloqui, con la compilazione di test e via dicendo. Infine, se ritenuto idoneo, il bambino può iniziare la somministrazione di farmaci che, tengono a precisare dalla struttura, non creano danni permanenti e sono reversibili.

I costi

Sono 100 sterline a sessione” ci spiega la dottoressa Wren. “Prescriviamo gli ormoni, le terapie da seguire e come seguirle, monitoriamo i cambiamenti e li registriamo nella cartella personale del paziente. I nostri servizi sono per tutti, per questo motivo il prezzo è popolare e non supera mai le 1.000 sterline all’anno“, spiega l’esperta.


Leggi anche: Brad Pitt e Angelina Jolie, perché la prima figlia femmina si veste sempre da maschietto


Le parole dei medici

Tutto quello che facciamo è reversibile, non crea danni permanenti e se ci accorgiamo durante le sedute di terapia che l’inclinazione avvertita dai genitori risulta errata, attiviamo subito un protocollo per far capire alla famiglia che cambiare idea va bene“, spiegano i medici. Solo il 20% cambia però idea e torna a vivere nel corpo con cui è nato.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *