foto_bimbo_dorme

Perché quando i neonati sudano non emanano cattivo odore?

Ogni individuo emana un proprio odore che nell’arco della vita cambia a seconda della crescita. Quando si è piccini la profumazione è gradevole e anche quando suda non emana cattivo odore, soprattutto sotto alle ascelle, perché un neonato rispetto ad un giovane adolescente o ad un signore maturo non ha ancora sviluppato le ghiandole sudoripare.

Fattori rilevanti del cattivo odore sono: il movimento, i peli, le emozioni e l’alimentazione, e per questi motivi un bebè che ancora non cammina, non ha una nutrizione solida, ed è imberbe, e non prova sentimenti e ha bisogno del candore materno per stare sempre al calduccio è esonerato quindi da questo tipo di aroma corporea sgradevole. Inoltre, se prendiamo in considerazione un piccolo maschietto, possiamo affermare che il suo quantitativo di feromoni presenti è irrilevante quanto inesistente, perché non è logicamente in grado di emanare virilità non essendo ancora adulto.

A volte è possibile costatare che il neonato durante l’allattamento sudi nella zona della testa e del collo, senza però emanare un cattivo odore perché il bebè non ha gli stessi ormoni di noi adulti. La sua eccessiva traspirazione cutanea durante la poppata è dovuta dal fatto che il poppante impiega molta energia nel succhiare il latte in quanto si attivano quei muscoli predisposti proprio per la suzione, che è l’attività più impegnativa per il piccino.


Leggi anche: Perché i neonati hanno sempre i pugni chiusi


Un neonato per l’esattezza si accalda, diventa magari rosso in faccia fino ad emanare così una sudorazione priva di odore sgradevole perché la composizione del sudore stesso è fatta di acqua e non di scorie contrariamente a quella degli adulti. Ancora vi è una inattività dei suoi ormoni che non sono ancora maturi.

Da segnalare poi che il sudore umano originariamente è inodore ma rappresenta un ottimo luogo per la propagazione di batteri che logicamente tendono a proliferare dove vi sono dei peli e ovviamente i neonati non li hanno ancora. Man mano che il piccino crescerà e gli aumenteranno anche i capelli, inizierà a correre e ad agitarsi, l’odore del suo sudore si farà sempre più distinto e simile a quello degli adulti. Va quindi ricordato che le ghiandole apocrine si sviluppano nitidamente dopo gli 11 anni e comunque dopo lo sviluppo sessuale.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *