foto_dolori_mestruali

Assorbenti lavabili: arriva la rivoluzione ecologica

Le sostanze contenute negli assorbenti che utilizziamo quando abbiamo il ciclo mestruale sono chimicamente dotate di profumazioni molto forti pronte a coprire proprio l’odore del sangue; di conseguenza, dopo l’uso, è difficile che ci sia una loro totale eliminazione ambientale, perché non biodegradabili. Ecco quindi l’invenzione ecologica del momento ossia gli assorbenti lavabili capaci di non inquinare e durare anche quattro o cinque anni, pur se adoperati ogni mese, aiutando così non solo l’atmosfera ma anche le nostre tasche.

Il concetto di base di questa creazione è lo stesso adottato dai ben noti pannolini lavabili, di gran lunga commercializzati per il settore della prima infanzia perché anche molto apprezzati da alcune madri. Infatti pure gli assorbenti ecologici mantengono la stessa forma di quelli monouso, avendo proprio le ali laterali per garantire la classica aderenza allo slip. Ma per esser più sicuri nella chiusura, vi è un bottoncino sottostante, c’è poi da notare che invece di essere totalmente bianchi, sono coloratissimi con fantasie vivaci ma pur sempre molto morbidi e poco fastidiosi a contatto con la parte intima del corpo.

Le tipologie da poter scegliere di indossare sono due “Alla in one” e “Pocket“. Il primo è fatto da un solo pezzo impermeabile composto da più strati quali flanella, cotone e altre fibre naturali. Il secondo, invece ha una sorta di tasca dove inserire lo strato di tessuto.

Per ora gli assorbenti lavabili si possono acquistare online e addirittura in rete si trovano dei tutorial sul come farseli da sole a casa. Essi possono essere lavati con la normale biancheria, a mano o in lavatrice, senza però versarvi sopra la candeggina, troppa aggressiva per il tessuto che dovrebbe poi andar a contatto con la propria parte intima.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *