foto_mamma_dorme
Far dormire il neonato la notte: 4 cose da fare di giorno

Sonno neonato: un problema per quasi tutti i neo-genitori

Tutti i neogenitori, chi più chi meno, sperimentano nottate insonni alla nascita del loro piccolo per il primo anno di vita, e non solo. Queste nottate a lungo andare possono diventare pesanti, soprattutto se si deve riprendere a lavorare e stare svegli anche tutto il giorno. Purtroppo nei primi mesi di vita i neonati dormono tante ore nell’arco della giornata, ma mai per più di sei ore di fila. Sei ore quindi è il massimo a cui si possa aspirare, dopodiché un neonato ha naturalmente bisogno quantomeno di mangiare. È vero però che la maggior parte dei neonati dorme meno di sei ore, alcuni arrivano a mala pena a tre. Altri dormono veramente poco e male, hanno un sonno particolarmente agitato ed hanno bisogno di più attenzioni. Come gestire questi piccoli così esigenti?

neonato dorme

Leggi anche: Disturbi del sonno: perché il neonato si sveglia piangendo

Sonno bambini: perché piangono durante la notte

Gli esperti ne hanno dette di tutti i colori. Esiste persino un libro famoso che consiglia ai genitori di lasciare il bambino piangere da solo nella sua culla. Questo metodo piuttosto cruento è esattamente il contrario di quello di cui ha bisogno un neonato, che di notte in particolare vuole essere rassicurato, sentire la presenza della mamma, essere coccolato e tenuto a stretto contatto. Tutti i neonati piangono per istinto di sopravvivenza: il loro pianto è una sorta di allarme quando percepiscono il pericolo di essere abbandonati o lasciati morire di fame.

dormire neonato

Leggi anche: Con lo svezzamento il neonato dorme meglio

Un neonato particolarmente agitato quindi sarà un bambino che sente più forti questi pericoli, forse per una questione di indole o forse perché ha vissuto un distacco più traumatico dalla mamma: un cesareo di urgenza, un parto operativo, un mancato allattamento al seno, una depressione post-parto della mamma o una ripresa troppo precoce al lavoro. Quindi allontanarlo ulteriormente non farà che alimentare il lui queste paure, il senso di frustrazione e di insoddisfazione. Anche se momentaneamente vi regalerà qualche ora di sonno in più (perché il piccolo finirà per addormentarsi per sfinimento dopo ore di pianto non contenuto), questo metodo quasi punitivo lo renderà più insicuro e infelice.

neonato dormire

Leggi anche: Quante ore di sonno perdono i genitori dopo la nascita dei figli

Ecco cosa fare allora per aiutare questi neonati a dormire più a lungo la notte.

Teneteli con voi il più a lungo possibile

Sia di giorno che di notte. Stabilite un contatto continuo con loro di giorno, utilizzate le pratiche fasce o il marsupio, insomma non negate loro il contatto. Di notte provate il co-sleeping. tenere il neonato nel lettone con mamma e papà di recente è diventata una pratica molto rivalutata, utilizzata e apprezzata dalle mamme. Questo non solo vi farà dormire più a lungo evitandovi di alzarvi dal letto per allattarlo, ma recenti studi ne mostrano anche numerosi benefici per il neonato.

Aiutateli a distinguere il giorno dalla notte

I neonati acquisiscono pian piano la capacità di distinguere il giorno dalla notte. Aiutateli voi, giocando con loro di giorno e continuando a parlare anche se fanno la loro pennichella, ma senza svegliarli. Al contrario la notte quando piangono per mangiare accorrete prima che si sveglino del tutto, consolateli e nutriteli ma sempre a luci spente e con parole sussurrate. In questo modo capiranno che la notte è più adatta per riposare e piano piano si adatteranno a dormire più a lungo.

Create un rito serale

Cercate di stabilire una routine la sera quando è il momento di andare a letto. Può essere il bagnetto, una canzoncina, una favoletta, le apine rotanti sulla culla o un proiettore di ombre sul soffitto. Qualcosa che lo aiuti a rilassarsi ma che sia sempre la stessa cosa. La prevedibilità è rassicurante e tranquillizza molto i bambini.

sonno bambino

Evitate sostanze eccitanti

Se allattate al seno dovreste evitare di assumere caffè, té, cioccolato, zenzero, jinseng, nicotina e tutte le sostanze eccitanti, se proprio non riuscite a fare a meno del caffè ad esempio limitatene l’uso ad una tazzina la mattina. Se voi stesse soffrite di insonnia potete invece assumere una camomilla la sera o un po’ di magnesio se non ne assumete abbastanza tramite gli alimenti. Evitate invece di dare camomilla al neonato.

Ricordatevi che un sonno sereno per il neonato non solo vi farà dormire qualche ora, ma in un ambiente protetto e salubre la tranquillità del piccolo e del suo battito cardiaco previene il rischio della SIDS.

sonno neonato

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *