foto_babbo_natale
Storie di Natale per bambini: le più belle

Storie di Natale per bambini

Di storie di Natale per bambini ne sono state scritte tante, i libri illustrati con tema il Natale non si contano neanche più. Scegliere le più belle, probabilmente, si rivelerebbe un esercizio troppo faticoso nonché inutile: ognuno di noi potrebbe avere ricordi legati -magari nella notte della Vigilia- alla lettura di fiabe di Natale con la propria mamma o il proprio papà. In questo articolo troverete quindi la nostra personale proposta di favole di Natale: scegliete voi se eleggerle come le più belle!

Fiabe per bambini

Una storia di Natale particolarmente carina è “Quella volta che Babbo Natale non si svegliò in tempo”, di Thomas Muller. Potete leggerla qui sotto. È, secondo noi, una delle fiabe brevi per bambini più originale!

Babbo Natale saltò giù dal letto: accipicchia, non si era svegliato in tempo!

Era già la vigilia di Natale e non c’era nulla di pronto, nemmeno un pacchettino! Improvvisamente, qualcuno bussò alla porta e la renna Max, fedele assistente di Babbo Natale, entrò puntuale come ogni anno. “E che cosa faccio adesso?La sveglia non ha suonato!” disse Babbo Natale. “Chiedi a Otto, il mago, se può fermare il tempo” suggerì la renna Max.

“Otto sa soltanto far apparire conigli dal cilindro!”. “Allora portiamoci dietro la cassa dei travestimenti” disse la renna Max. Si trattava di un baule enorme e pesante, pieno di vecchi costumi, fazzoletti colorati, cappelli, scarpe e scialli che Babbo Natale, anni prima, aveva ricevuto in regalo da una compagnia teatrale.
Tutti i bambini aspettavano con impazienza i loro regali di Natale ma quell’anno Babbo Natale e la renna Max non portarono dei regali ma una divertente rappresentazione teatrale che cominciava così:
“Babbo Natale saltò giù dal letto: accipicchia, non si era svegliato in tempo!…”

Fiabe brevi

Babbo Natale è il protagonista assoluto nel Natale dei bambini. Se siete alla ricerca di storie da leggere per i vostri bambini, eccone alcuni esempi.

“Il piccolo B” che racconta la storia di Babbo Natale prima che divenisse tale. Lo scrittore Jon Agee ci racconta la sua infanzia, all’interno di una famiglia numerosa e purtroppo infelice! Che stava valutando di trasferirsi al caldo, in Florida. Il piccolo B, però, non era tanto d’accordo..

“Il coniglietto di Natale”: Babbo Natale non riesce a trovare la casa dei coniglietti per portare loro i regali, fuori nevica troppo. Che tristezza!Coniglietto è molto dispiaciuto ma non vuole rinunciare ai suoi regali. Così esce di casa senza permesso e decide di andare a cercare Babbo Natale, correndo non pochi pericoli: un lago ghiacciato può infatti trasformarsi in una trappola terribile. Riuscirà a raggiungere il suo adorato Babbo Natale?

Storie Natale

Poesie sul Natale

Una bellissima poesia sul Natale appartiene alla poetessa e scrittrice Alda Merini.
“Oh, generoso Natale di sempre!
Un mitico bambino che viene qui nel mondo
e allarga le braccia per il nostro dolore.
Non crescere, bambino,
generoso poeta, che un giorno tutti chiameranno Gesù.
Per ora sei soltanto
un magico bambino
che ride della vita
e non sa mentire”

Se invece siete alla ricerca di poesie di Natale per bambini di scuola materna di seguito troverete due esempi.

“Il giorno di Natale.
Stanotte un angioletto, con lieve battito d’ali, disceso sul mio letto mi sussurrò: è Natale.
La magica parola mi fece ridestare, in una corsa sola venni di qui a guardare. Ne fui come incantato!
Oh giubilo degli occhi! Gesù m’aveva portato un monte di balocchi. Ma prima di giocare mi disse una vocina: va, corri ad abbracciare il babbo e la mammina!Ed eccomi raggiante qui a dirvi con amore: lieto Natale, e tante gioie serene nel cuore”

“Natale.
Quest’anno Natale
mi ha fatto un bel dono, un dono speciale.
Mi ha dato allegria, canzoni cantate in gran compagnia.
Mi ha dato pensieri, parole e sorrisi di amici sinceri.
Non voglio più niente dei vecchi regali.
Ad ogni Natale, io voglio la gente!”

Leggenda di Natale

Di leggende sulla vera storia del Natale ce ne sono tante. Noi ci proponiamo la leggenda della palline di Natale. E anche un esempio di fiabe per bambini da leggere, magari la mattina di Natale.
“Un artista di strada molto povero si trovava a Betlemme nei giorni seguenti la nascita di Gesù Bambino. Voleva andare a salutarlo ma non possedeva un dono da portargli. Dopo qualche esitazione, decise di andare a trovarlo facendo quello che ci riusciva meglio: far ridere il bambino con il suo lavoro da giocoliere. Da quel giorno, nacque la tradizione delle palline sull’albero di Natale”

Storie di Natale

Tra le storie da leggere per bambini “Rudolph, la renna di Babbo Natale” di Robert L. May è forse la più conosciuta. Racconta della storia di Rudolph che, grazie al suo naso rosso e luccicante, aiuta Babbo Natale e le altre renne a consegnare i regali anche nelle notti di nebbia più fitta.

Come non ricordare “Canto di Natale” di Dickens? La storia del cinico e scorbutico Scrooge che nella notte di Natale, riceverà la visita di tre personaggi molto strani: il Natale passato, il Natale presente e il Natale futuro.

Dell’italianissimo Carlo Collodi (il padre di Pinocchio), è il racconto “La festa di Natale” che ha come protagonista un bambino di sette anni, Alberto, il quale imparerà a sue spese l’importanza di prendersi cura di chi è meno fortunato.

Fiabe bambini

Racconti di Natale

Tra i racconti brevi per bambini che vi segnaliamo, c’è sicuramente “La leggenda delle campane di Natale”. I pastori si affollavano a Betlemme mentre viaggiavano per incontrare il nuovo Re. Un piccolo bimbo cieco sedeva sul lato della strada maestra e, sentendo l’annuncio degli angeli, pregò i passanti di condurlo da Gesù Bambino. Nessuno però aveva tempo per lui. Quando la folla fu passata e le strade tornarono silenziose, il bambino udì in lontananza il lieve rintocco di una campana da bestiame. Pensò: Forse quella mucca si trova proprio nella stalla dove è nato Gesù Bambino. E seguì la campana fino alla stalla dove la mucca portò il bambino cieco: era la stalla dove giaceva Gesù!

Storielle per bambini

Un racconto di Natale significativo anche se poco conosciuto è “Ti auguro tempo” di Elli Milcher che può essere narrata ai bambini come una buonanotte natalizia. È sicuramente una storia che contiene un messaggio importante, i vostri bambini -soprattutto se più grandi- apprezzeranno!

“Non ti auguro un dono qualsiasi, ti auguro quello che i più non hanno. Ti auguro tempo per divertirti e per ridere. Se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa.
Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare, non solo per te stesso ma anche per donarlo agli altri.
Ti auguro tempo, non per affrettarti ma tempo per essere contento.
Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti.
Ti auguro tempo per toccare le stelle e tempo per crescere, per maturare.
Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare. Non ha più senso rimandare.
Ti auguro tempo anche per perdonare. Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.”

Storie brevi per bambini

Di seguito alcune fiabe piuttosto corte ma pur sempre delle bellissime storie per bambini da leggere in loro compagnia.

“La stellina curiosa”: C’era una volta una stellina molto curiosa che penzolava nel cielo per guardare sempre cosa succedeva sulla terra. Invano, l’angelo lampionaio la avvertiva circa il rischio di cadere. Ma la stellina fingeva di non sentire e ahimé, una brutta sera si spinse un po’ troppo e cadde sulla terra. Finì sul ciglio di un monte ma non emanava più luce perché non c’era più l’angelo lampionaio. Allora il buon Dio ebbe pietà di lei e la trasformò in un fiore che spicca tutto bianco tra il verde. Fece di lei una stella alpina che sembra una stella caduta dal cielo. E non lo credereste, la stellina seppur trasformata in un fiore, ha conservato la sua curiosità: sta sul ciglio del burrone e penzola nel vuoto per guardare cosa avviene sotto di lei. Ma, bambini, non allungate la mano per raccoglierla: cresce in posti troppo pericolosi!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *