scampi in gravidanza

Scampi in gravidanza: si possono consumare?

Scampi in gravidanza

Esistono molti pareri discordanti su cosa mangiare in gravidanza e cosa no. Molti dubbi riguardano, principalmente, il pesce in gravidanza.

Vediamo, ad esempio, se e come mangiare gli scampi in gravidanza.

Scampi in gravidanza: posso mangiarli?

Gli scampi sono tra i crostacei più amati, mangiati da soli o come accompagnamento di un piatto di pasta, generalmente le linguine.

Sono simili ai gamberi, da quali si distinguono per due chele posizionate frontalmente e molto più lunghe rispetto agli altri crostacei.

In 100 grammi di scampi, i valori nutrizionali sono:

  • proteine: 17 gr;
  • lipidi: 15 gr;
  • colesterolo: 254 mg;
  • sodio: 741 mg;
  • potassio: 70 mg.

Inoltre, sono circa 212 le calorie degli scampi.

Il consumo di scampi è sconsigliato a chi soffre di:

  • ipertensione;
  • colesterolo alto.

Gli scampi sono un’ottima fonte di proteine e minerali e hanno un ridotto contenuto di grassi. Quindi, si possono mangiare gli scampi in gravidanza ma, per evitare eventuali contaminazioni, è preferibile mangiare scampi cotti.

scampi in gravidanza

Leggi anche: Gamberi in gravidanza

Crostacei in gravidanza: quali mangiare?

In gravidanza, più che in qualsiasi altra situazione, è fondamentale seguire un’alimentazione varia e bilanciata. Ovviamente vi sono più limitazioni nel caso in cui si tratti di una gravidanza potenzialmente a rischio o nel caso in cui la gestante sia affetta da patologie quali il diabete gestazionale.

È sempre opportuno chiedere al proprio ginecologo ma, in caso di una gravidanza senza problemi, occorre stare attente all’origine, alla preparazione e alla cottura degli alimenti.

Se si ha la certezza della buona qualità e delle condizioni igieniche con cui viene preparato il prodotto non ci sono controindicazioni al consumo di crostacei in gravidanza, purché, ovviamente, siano cotti. I crostacei sono un’ottima fonte di omega3, vitamina A e vitamina D e, inoltre, sono adatti a contrastare la depressione post-partum.

Oltre gli scampi, si possono, quindi, mangiare, se ben cotti:

  • aragoste;
  • astici;
  • gamberi, gamberetti e gamberoni;
  • mazzancolle;
  • granchi.

scampi in gravidanza

Leggi anche: Pesce crudo in gravidanza: quali sono i pericoli?

Sono un'ostetrica e svolgo con passione e dedizione il mio lavoro, orgogliosa, testarda e determinata in tutto quello che faccio. In virtù di questo continuo a studiare e specializzarmi per aumentare la mia preparazione, svolgo attività di volontariato e conduco corsi di accompagnamento alla nascita. Inoltre, adoro comunicare e mettere a disposizione delle donne le mie conoscenze e competenze!! :) Email: j.gugliotta@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *