pancia piccola nono mese di gravidanza

Pancia piccola in gravidanza: ecco come sarà il bambino

Pancia piccola in gravidanza: come sarà il bambino

Ogni gravidanza è differente da mamma a mamma e le dimensioni del pancione variano anch’esse a seconda della conformazione fisica. Generalmente non c’è da preoccuparsi se la pancia è appena accennata tuttavia, in altre circostanze, sono da escludere eventuali problematiche. Ma una pancia piccola in gravidanza equivale ad un bimbo altrettanto piccolo? Andiamo a scoprirlo!

Prima del terzo mese di gravidanza è assolutamente naturale non vedere la pancia crescere. È ancora troppo presto, tant’è che la futura mamma può ancora entrare nei vestiti che ha sempre indossato sino ad allora.

Solo nei mesi successivi, e dunque a partire dal quarto o quinto mese di gravidanza, che si inizia a notare la protuberanza del pancino che cresce. L’aumento del volume dell’utero e l’espansione del liquido amniotico assieme alla crescita stessa del feto, contribuiscono all’accrescimento della pancia.

Non tutte le pance però sono uguali. Si possono infatti notare delle differenze evidenti tra donne in attesa durante lo stesso periodo di gravidanza. Questo dipende molto anche dalla conformazione fisica della gestante.

Nelle donne che hanno un bacino più largo il bambino tenderà a incassarsi maggiormente e di conseguenza la pancia sarà meno evidente. Tuttavia è da escludere che dalle dimensioni della pancia dipendano le condizioni di salute del bambino. Una pancia piccola infatti può contenere un bimbo in perfette condizioni di salute.

Pancia piccola quindi bimbo piccolo?

È possibile che le dimensioni della pancia della gestante siano determinate anche dalla posizione che il bambino assume all’interno del grembo materno.

Se il piccolo assume una posizione verticale e più vicina alla parte posteriore dell’utero la pancia tenderà ad avere una sporgenza più contenuta.

Se si ha una pancia piccola non significa che il bambino sarà più piccolo. Si tratterà comunque di un bambino normopeso.

foto_movimenti

Ovviamente questo discorso è valido e può essere preso in considerazione se si escludono problemi di qualsiasi natura. Quando l’ecografia fatta dal ginecologo evidenzia che il bambino sta crescendo bene e non vi sono rischi di alcun genere, le dimensioni di una pancia piccola non devono preoccupare.

Il liquido amniotico che protegge e circonda il bambino è presente nella stessa quantità e dunque non è il responsabile di una pancia grande o piccola. Molto spesso ci si preoccupa che il bambino non abbia sufficiente capienza per muoversi. In realtà il bambino sta bene al suo interno nonostante lo spazio ridotto.


Leggi anche: Il carattere del bambino si forma nella pancia della mamma


Dunque per tutte queste ragioni il volume meno evidente del pancione persino quando la gravidanza è giunta quasi al suo termine, non deve essere motivo di preoccupazione. Anzi, avere una forma fisica asciutta non può che essere un vanto per una mamma in attesa del suo bebè.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *