foto bambini caldo come aiutarli

Anche i neonati soffrono il caldo: ecco come aiutarli e proteggerli

Neonati: come combattere il caldo

I mesi estivi sono quelli più duri, per via del caldo che spesso non da tregua, e lo sono soprattutto per bambini e anziani. La situazione diventa ancora più complicata quando si ha a che fare con i neonati: è risaputo quanto i bambini così piccoli abbiano una pelle delicata, e pertanto necessitino di una maggiore cura e attenzione. I neo genitori si pongono spesso diverse domande: “come combattere il caldo per i neonati?”, “come proteggere i neonati dal caldo?”. All’inizio può essere difficile capire cosa fare e in più i neonati e il caldo, che si fa sempre più torrido, non sono esattamente la combinazione ideale: ecco, qui di seguito alcuni suggerimenti rivolti ai neo genitori, per comprendere come combattere il caldo e come aiutarli al meglio.

Neonati e caldo: come aiutarli

I bambini piccoli, in generale, soffrono molto il caldo ma i neonati in particolare sono più a rischio in questo periodo dell’anno. I bambini nati nei mesi estivi, in particolare tra giugnoagosto, sono più soggetti a soffrire di determinati disagi dovuti alle temperature torride. Basti pensare infatti che il loro piccolo corpicino è costituito per il 75% di acqua e il rischio che, a causa delle temperature elevate, vadano incontro a disidratazione è molto elevato. I colpi di calore nei neonati si verificano, inoltre, con un’elevata frequenza. Si deve tenere conto del fatto che il neonato esprima il proprio fastidio solamente attraverso il pianto, non avendo ancora sviluppato la capacità comunicativa della parola. Per capire come proteggere i neonati dal caldo, e aiutarli a difendersi dal caldo e dalle temperature elevate, i neo genitori devono assolutamente evitare gli sbalzi di temperatura.

oto-bimbo-neonati-e-caldo-come-aiutarli

Leggi anche: Estate: come proteggere i neonati dal caldo e dalle temperature bollenti

Effetti del caldo sui neonati e come rimediare

La principale conseguenza diretta del caldo eccessivo sui neonati è, naturalmente, la sudorazione. Molte mamme si preoccupano del fatto che, spesso e volentieri, i neonati sudino molto durante la nanna. Generalmente i neonati hanno la testa, la nuca e la schiena sudata. Come aiutarli in questo caso? Anzitutto per far fronte al caldo occorre assicurarsi che il bimbo non sia troppo coperto, e controllargli inoltre la nuca. Se quest’ultima è calda e sudata vuol dire che il neonato ha caldo, se invece è fredda potrebbe invece essere troppo scoperto. È sempre bene assicurarsi di avere con se dei vestiti puliti, così da cambiarlo nel caso in cui il bimbo sudi troppo al fine di scongiurare eventuali raffreddori. Durante gli spostamenti in macchina è utile porre sul seggiolino un panno in lino, oppure in cotone, così che la pelle delicata del neonato non entri in contatto con il calore del materiale dell’accessorio. Per proteggere i bambini dal caldo, evitando una sudorazione eccessiva, fare il bagnetto è la soluzione ideale. Dovrete solo ricordare di applicare una crema idratante, così da riequilibrare il Ph naturale della pelle.

foto bambino mare come proteggere i bambini dal caldo

Leggi anche: Bambini e caldo: 14 consigli per non far sudare troppo il piccolo

Caldo e problemi del sonno del neonato: ecco alcuni suggerimenti

Il caldo è una fonte di stress un po’ per tutti: le alte temperture conducono a mangiare meno, nonché ad avere problemi del sonno. La difficoltà si amplifica nel caso di un neonato che, nei mesi estivi più caldi, è maggiormente soggetto a soffrire di disturbi del sonno. Per aiutarli a combattere il caldo, durante le ore notturne, è bene preparare con largo anticipo l’ambiente circostante. Occorre, anzitutto, fare arieggiare la stanzetta in cui il neonato dorme. Nel caso in cui si utilizzi il condizionatore la temperatura ideale deve essere compresa tra i 20° ed i 26°, con un tasso di umidità massima pari al 60%. L’importante è non dirigere mai in maniera diretta l’aria sulla culla, oltre a non coprire il neonato con pigiami o coperte pesanti.

Leggi anche: Come aiutare i neonati a dormire in estate

Caldo e inappetenza del neonato: alcuni consigli

A chi non è mai capitato di mangiare di meno durante i mesi caldi dell’estate, preferendo spesso e volentieri pasti leggeri? Mangiare di meno è una delle conseguenze del caldo eccessivo, e anche ai neonati capita. Non bisogna però allarmarsi, poiché è abbastanza normale che il bimbo mangi di meno in questo periodo. In realtà nella maggior parte dei casi quello che si considera poco, è sufficiente per coprire il fabbisogno giornaliero del neonato. In ogni caso sarà il pediatra, che ne segue la crescita, a stabilire quanto e cosa il bambino debba mangiare. Per non allarmarsi basterà comunque controllare che il neonato bagni dai 6 ai 7 pannolini al giorno, oltre a evacuare regolarmente: se le cose vanno in questo modo, significa che è tutto regolare.

foto bambino che non mangia d estate

Leggi anche: Bambini che mangiano meno con il caldo: 5 rimedi

Come proteggere i neonati dal caldo: cosa non fare

Nel cercare di proteggere i neonati dal caldo, ci sono accorgimenti che a volte si attuano credendo di fare il loro bene. In molti pensano per esempio che coprire la parte superiore del passeggino con un lenzuolo sia utile, così che il bimbo non avverta il caldo, ma non c’è nulla di più sbagliato. Il rischio che si corre è che la temperatura si alzi, superando anche i 40 gradi, mettendo a rischio la vita del piccolo. Per il resto è sempre consigliabile non uscire con il neonato nelle ore più calde del giorno, utilizzare un cappellino e una crema solare protettiva adatta alla pelle delicata dei neonati.

foto-come-proteggere-neonato-dal-caldo

Leggi anche: Coprire i passeggini con i bambini in estate:ecco perché non va fatto

Ho 29 anni e sono un'operatrice socio assistenziale, mi è sempre piaciuto lavorare con i bambini. Ho maturato diverse esperienze nel settore dell'animazione, all'interno di ludoteche e campi scuola. Il mondo dei bambini mi affascina, ho sempre sentito di avere un feeling particolare con loro! Non sono madre ma mi piacerebbe diventarlo un giorno, ed aspettando che questo giorno arrivi considero Passione Mamma una piacevole palestra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *