foto bambino che non mangia per il caldo

Bambini che mangiano meno per il caldo: 5 rimedi

Bambini che mangiano di meno in estate: il problema del caldo

Le calde giornate estive possono diventare spesso fonte di ansia per i genitori, soprattutto quando i bambini iniziano a mangiare meno per il caldo. La colonnina di mercurio che sale potrebbe infatti influire sull’appetito dei più piccoli, e non solo, portandoli a mangiare poco e impensierire così mamma e papà. In estate può capitare che i più piccoli tendano a saltare i pasti o rifiutare il cibo. Tante sono le domande che affollano la mente dei genitori che si trovano a dover affrontare questa situazione. Il bambino sta male? Perderà troppo peso? La crescita ne risentirà?

In realtà nella maggior parte dei casi il calo estivo dell’appetito è del tutto normale, esistono però una serie di trucchi e strategie per aiutare i bambini che mangiano meno con il caldo. Ecco cosa fare quando in estate i più piccoli incrociano le forchette.

Bambini che mangiano meno con il caldo: le cause

È del tutto normale che i genitori tendano ad allarmarsi se un bambino che fino a qualche mese prima spolverava i piatti in pochi minuti, facendo dei pasti regolari, all’improvviso rifiutasse il cibo o comunque iniziasse a mangiar di meno. La causa del calo dell’appetito in estate dei bambini risiede proprio nel caldo. In estate il corpo dei bambini (ma anche degli adulti) necessita di meno calorie per mantenere costante la temperatura, si brucia meno energia di conseguenza si ha bisogno di meno calorie. L’inappetenza dei bambini in estate è perciò nella maggior parte dei casi una fase transitoria. L’arrivo dell’autunno riporta in genere l’equilibrio nell’alimentazione dei più piccoli. Esistono ovviamente casi in cui il calo dell’appetito è dovuto ad altre cause, come malattie in corso (influenza o malattie esantematiche).

Leggi anche: Bambini e disturbi alimentari: come e quando riconoscerli

foto bambino che non mangia d estate

Bambini che mangiano poco per il caldo: 5 trucchi da usare

Come avviene anche per gli adulti, nei mesi che vanno da giugno a settembre, anche i piccoli possono iniziare a mangiare meno o comunque avere difficoltà a mettersi a tavola con piatti caldi di fronte. Cosa fare se il bambino non mangia con il caldo?
Esistono dei trucchetti che possono aiutare i genitori a far tornare l’appetito ai figli e mettere da parte l’ansia che l’alimentazione dei piccoli spesso crea.

  1. Far bere tanta acqua. È importante in estate aiutare i bambini a bere di più, evitando la disidratazione e introducendo i sali minerali che vengono persi con la sudorazione. Oltre all’acqua un valido aiuto per una corretta alimentazione può arrivare da succhi di frutta e spremute. Da evitare invece bevande gasate o troppo zuccherate.
  2. Prediligere cibi freddi. Mangiare un piatto di pasta fumante può essere complicato in estate, proporre perciò delle portate fredde può aiutare i più piccoli a mangiare con maggior piacere. Insalata di riso, pasta fredda ma anche gelati alla frutta possono essere la soluzione giusta. I gelati in particolare possono essere proposti per merenda insieme allo yogurt o al latte freddo, perfetto anche a colazione accompagnato con dei cereali.
  3. Mangiare pesce. Per una corretta alimentazione è importante che i bambini acquisiscano la giusta quota proteica. Il pesce al posto della carne, da alternare a uova o formaggi può rendere i pasti più leggeri e maggiormente appetibili per i più piccoli.
  4. Pasti più leggeri. Una delle regole d’oro in estate per i bambini è quella di evitare pasti troppo abbondanti e pesanti. Optare invece per pasti più leggeri e frequenti.
  5.  Assecondare i gusti del bambino. In casi di inappetenza estiva è possibile proporre al piccolo i suoi cibi preferiti. È possibile fare qualche eccezione alla regola nei casi in cui il bambino non mangia in estate. Anche preparare i pasti insieme a lui, coinvolgendolo, può essere un modo per invogliarlo a mangiare di più.

Leggi anche: Mamme, ecco il segreto per far mangiare i bambini

foto trucchi contro inappetenza estiva bambini

Cosa non fare se i bambini mangiano poco per il caldo in estate

Quando il bambino non mangia per il caldo la preoccupazione di mamme e papà può portare ad atteggiamenti e comportamenti sbagliati per spronare il figlio a finire quello che c’è nel piatto. Una della cose da non fare mai è insistere affinché i piccoli mangino. La mancanza di appetito per il caldo è infatti un fenomeno transitorio e costringere i bambini a mangiare potrebbe portarli a un rifiuto del cibo ancora maggiore.
È bene inoltre non usare il cibo come una forma di “ricatto”, premiando il bimbo quando finisce tutta la pappa o punendolo se non termina il piatto. Il rischio infatti potrebbe essere quello di peggiorare la situazione.

Leggi anche: Alimentazione dei bambini in estate: attenzione agli zuccheri

foto bambina che non mangia

Bambini che non mangiano: quando bisogna andare dal pediatra

Appurato che la mancanza di appetito d’estate è normale e fisiologica per i bambini vi sono però dei casi in cui è bene rivolgersi al pediatra. Quando il bambino che non mangia per il caldo perde peso o ha un rallentamento della crescita, è bene rivolgersi al proprio medico per valutare lo stato di salute del piccolo e un eventuale terapia da seguire. Come riportato in precedenza, però, nella maggior parte dei casi la mancanza di appetito in estate è un fenomeno transitorio e temporaneo.
In basso un video in cui il Dott. Roberto Marinello spiega perchè i bambini non mangiano e cosa fare.

Leggi anche: Estate: come proteggere i neonati dal caldo e dalle temperature bollenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *