Sono incinta e immagino il mio bambino: è normale?

I cambiamenti in gravidanza sono davvero tanti, tra questo dobbiamo tenere conto anche il fatto che cominciamo ad essere più sognatrici e addirittura immaginiamo il bambino che si ha in grembo. Siamo diventate matte? Assolutamente no! A rassicurarci è la psicologa e psicoterapeuta Ilaria Alessandro che spiega come questo processo di immaginazione sia del tutto normale nel periodo della dolce attesa.

La genitorialità non comincia dopo il parto, ma molto prima. Questo cambiamento radicale della nostra vita inizia con la mente e quando immaginiamo il nostro bambino comincia la nostra trasformazione in madri.

Immaginare nostro figlio già nei primi mesi gravidanza serve anche ad allontanarlo dai condizionamenti esterni e contribuisce a costruire quel legame prenatale tra mamma e bambino, chiamato bonding.

Inoltre, grazie all’immaginazione possiamo cominciare a pensare più concretamente al futuro, a quello che avverrà dopo la nascita del bambino. E’ bene quindi che attraverso la fantasia cominciamo a venire a patto con la realtà e con gli ambienti e le relazioni con il quale il nostro piccolo si troverà a convivere una volta venuto al mondo.