Il bambino eredita le paure della mamma

Quanto il rapporto madre-figlio sia speciale e profondo, si sa. Ma quanto questo sia quasi simbiotico forse è una notizia sconosciuta ai più. Una recente ricerca americana, infatti, ha svelato come con il solo senso dell’olfatto il bambino sia in grado di percepire le paure che la mamma ha avuto prima e durante la gravidanza, e di farle proprie. È possibile che particolare esperienze vissute dalla donna e maturate in fobie possano essere recepite dal piccolo sin dai primi mesi di vita?

Questa è la domanda che si sono posti Jacek Debiec e Regina Marie Sullivan, del dipartimento di psichiatria infantile e dell’adolescenza presso la New York University School of Medicine, che hanno sperimentato le loro ipotesi sulla femmina di ratto prima che rimanesse incinta. I due ricercatori hanno fatto associare la paura di uno stimolo doloroso alla fragranza di menta a delle femmine di ratto prima che rimanessero incinte.

Alla fine della gravidanza, invece, è stata invece analizzata la capacità della fragranza di menta di indurre la paura nei loro cuccioli, ed il risultato è stato che gli è bastato aver annusato l’odore della loro mamma impaurita dalla fragranza per sviluppare a loro volta la paura nei confronti dell’odore di menta.


Leggi anche: 5 consigli su come rassicurare i bambini quando hanno paura

Questa ricerca va dunque a dimostrare, come spiega Diebec, quanto “i neonati possono imparare dall’espressione della paura da parte delle madri molto precocemente nella vita”, crescendo con la stessa fobia della donna che li ha messi al mondo.