foto_doglie

Dimessa dall’ospedale: partorisce un’ora dopo sul divano di casa

Non era ancora arrivato il momento del parto. O almeno così sostenevano i medici dell’ospedale nel quale Ilaria si è recata per dare alla luce il suo terzo figlio. La previsione è stata totalmente errata visto che, appena un’ora dopo, la donna ha fatto nascere il neonato a casa, sul divano.

Viene dimessa dall’ospedale, partorisce un’ora dopo sul divano di casa

La storia è accaduta nel Nord Italia, in provincia di Brescia. Per la precisione nella cittadina di Asola. Ilaria, incinta al nono mese di gravidanza, non si era sentita bene agli sgoccioli della gestazione. Era stata ricoverata ma dopo due giorni dimessa.

I medici dell’ospedale avevano deciso di dimetterla perché, a loro parere, non era ancora arrivato il momento del parto nonostante la situazione fosse decisamente fuori dalla norma.

La stessa donna a Il Giornale di Brescia ha dichiarato di non aver ben capito la dinamica dell’intera faccenda e di avere più di una perplessità. “Mi hanno ricoverato due giorni perché non si fidavano a mandarmi a casa, poi mi hanno dimessa mezz’ora prima del parto” ha spiegato la neo mamma.

Venti minuti dopo aver lasciato l’ospedale, Ilaria è tornata a casa, si è stesa sul divano e ha partorito. Per fortuna accanto alla donna c’erano il marito Simone e la cognata Stefania che l’hanno aiutata nell’impresa. Subito dopo è stata chiamata l’ambulanza che ha riportato mamma e bambino in ospedale.

Per fortuna nessuna grave conseguenza, a differenza di altri casi accaduti in Italia di recente. Non è infatti la prima volta che il personale sanitario dimette dall’ospedale donne ad un passo dal parto.

Sia a Novara sia a Milano due signore hanno perso il bambino che portavano in grembo durante gli ultimi mesi della dolce attesa. Entrambe si erano recate al pronto soccorso ma dopo un rifiuto di ricovero da parte dei dottori al rientro a casa hanno avuto una morte endouterina fetale.