foto_febbre_e_allattamento

Antibiotico bambini: ecco quando è necessario e quando è evitabile

Influenza, ecco quando dare l’antibiotico ai neonati

Ogni anno, specialmente nel periodo invernale caratterizzato da piogge, freddo, vento e sbalzi di temperatura, è facilissimo che i nostri figli si ammalino. Questo avviene soprattutto quando si tratta di neonati e bambini piccoli, che hanno basse e deboli difese immunitarie. Molte mamme, per tentare di rimediare in modo repentino alla situazione, somministrano ai figli antibiotici, ma spesso sbagliano: vediamo il perché.

Influenza, quando è necessario l’antibiotico

La maggior parte dei bambini che contrae la febbre guarisce solitamente nel giro di una settimana, o al massimo dieci giorni. I sintomi più comuni con i quali poter riconoscere l’insorgere dell’influenza sono vomito, diarrea, nausea, ma anche affaticamento, mancanza di appetito e mal di gola. Ma quando è necessario dare l’antibiotico?

foto_febbre_alta

Leggi anche: Influenza 2019-2020 e vaccino antinfluenzale per i bambini

Innanzitutto bisogna ribadire che, per quanto riguarda neonati e bambini, è assolutamente sconsigliato l’uso di acido acetilsalicilico. Prediligete invece il paracetamolo, ma solo nel caso in cui il medico accerti il rischio, nel bimbo, di contrarre infezioni batteriche.

Leggi anche:

Come ribadito anche dal portale dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, gli antibiotici devono essere somministrati ai bambini solo in caso di insorgenza di infezioni batteriche, che possono essere all’origine di faringotonsilliti e otiti o, nei casi più gravi e preoccupanti, di polmoniti, meningiti e sepsi.

foto_antibiotico

Al contrario, se vostro figlio ha una semplice e banale influenza, evitate di acquistare antibiotici che non curano la febbre. Evitateli anche in caso di infezioni respiratorie delle vie aeree superiori (raffreddore, influenza, parte delle otiti, maggior parte delle faringotonsilliti) e in caso di gastroenteriti, che non hanno bisogno di terapia antibiotica. Ricordate infatti che anche gli antibiotici, come tutti i farmaci, presentano delle controindicazioni che potrebbero portare ad effetti collaterali.

Leggi anche: Antibiotici per bambini nei primi 6 mesi di vita aumenta rischio allergie

Come somministrate l’antibiotico

Fate assumere ai vostri figli antibiotici solo ed esclusivamente in caso di prescrizione medica, e soprattutto fate attenzione che ne venga rispettato il dosaggio. In caso di complicanze, consultate sempre il Pediatra in modo repentino.

Inoltre, sembra paradossale, ma nei primi sei mesi di vita del piccolo gli antibiotici aumentano il rischio di allergie. A suggerirlo è una ricerca guidata dalla Uniformed Services University, nel Maryland, specializzata nelle allergie nell’età infantile. L’antibiotico, infatti, se assunto dal bambino da uno ai sei mesi, accrescerebbe il rischio di contrarre virus e allergie.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *