foto_malachi_ucciso_mamma

Immerge il figlio nell’acqua bollente, poi lo getta in un cassonetto: la storia shock

Una storia drammatica

È impensabile che una mamma possa arrivare a compiere tali atrocità nei confronti di un figlio, eppure sempre più spesso sentiamo parlare di donne che si macchiano di indicibili omicidi. L’ultima in ordine di tempo è Alicia Lawson, americana che ha prima immerso suo figlio di quattro anni nell’acqua bollente, poi lo ha gettato in un cassonetto lasciandolo morire.

I fatti

La giovane Alicia, di soli venticinque anni, è al momento rinchiusa in carcere insieme alla sua compagna quarantenne. Ad uccidere il piccolo Malachi, di soli quattro anni, sono state infatti loro. In particolare i fatti risalgono ad una decina di giorni fa, quando la mamma ha iniziato a compiere nei confronti del figlio ogni tipo di violenza e sofferenza.

foto_mamma_uccide_figlio

Leggi anche: Viene abbandonato tra i rifiuti: neonato vivo per miracolo

Prima ha mentito

Poi, lo ha immerso nell’acqua bollente, dove il piccolo ha trovato la morte. Infine si è sbarazzata del corpicino del figlio, avvolgendolo in un lenzuolo e gettandolo in un cassonetto. È stata la stessa Alicia a denunciare la scomparsa del piccolo dopo aver avvertito la polizia: un tentativo, il suo, di non far cadere i sospetti su di sé.

Poi ha confessato

Per giorni gli inquirenti hanno dato ascolto alle parole di Alicia, che aveva denunciato la scomparsa del figlio nel portico di casa della nonna. Alla fine, la donna è crollata ed ha confessato l’atroce omicidio, ammettendo di aver tentato di salvare il figlio ma di non averlo portato in ospedale per paura di essere incriminata.

foto_corpo_malachi

Leggi anche: Gettata sul ciglio di una strada poco dopo essere nata: ecco come è stata salvata VIDEO

Le accuse

Solo sabato la donna ha portato gli inquirenti nel luogo in cui aveva abbandonato il corpicino di Malachi, che ora verrà sottoposto ad autopsia. Alicia e la sua compagna dovranno rispondere delle accuse di omicidio colposo, abusi su minori e falsa testimonianza.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *