estate bambini frutta

Bambini e frutta estiva: i consigli dei pediatri SIPPS

In estate è importante che i bambini mangino tanta frutta di stagione

Mangiare la frutta per i bambini è importante fin dallo svezzamento. Diventa ancora più fondamentale nel periodo estivo, quando le temperature salgono e con il caldo diminuisce l’appetito. La frutta è fresca, dolce e fa bene ai piccoli di ogni età e dovrebbe essere la scelta preferita per quanto riguarda la loro merenda. In particolar modo va preferita la frutta di stagione, ricca di sostanze nutritive davvero importanti.
Non bisogna poi dimenticare che la frutta è ricca di acqua, fondamentale durante i mesi caldi per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione maggiore. Non è poi un segreto che la frutta contenga sali minerali e vitamine importanti. Scopriamo quindi qual è la frutta di stagione che i bambini devono mangiare in estate secondo i consigli dei pediatri SIPPS e dei nutrizionisti.

Estate, i bambini devono mangiare la frutta di stagione: è buona e fa bene alla salute

In estate i bambini, come vi abbiamo anticipato, dovrebbero mangiare molta frutta. Non tutti la amano e per questo è fondamentale che, fin da piccoli, vengano abituati da mamma e papà a mangiarla. L’estate è una stagione in cui è presente una grande varietà di frutta davvero molto gustosa. Ma qual è la frutta di stagione estiva? Stiamo parlando delle golosissime fragole, delle ciliegie, ma anche di albicocche, pesche, anguria, melone, frutti di bosco, fico.
Mangiare frutta di stagione è importante perché è più salutare. Questo dipende dalla crescita stessa dei frutti, che avviene all’aria aperta e grazie alla luce naturale, a differenza della frutta coltivata in serra. Inoltre questi frutti maturano sulla pianta e sono ricchi di sostanze nutritive che fanno bene non solo ai bambini, ma anche agli adulti. Nel video che segue il nutrizionista e naturopata Dottor Luca Avoledo, parla dell’importanza di consumare frutta di stagione e a chilometro zero, nonché delle proprietà nutritive.

Leggi anche: Colazione e merenda bambini: i succhi di frutta vanno evitati

Perché è importante mangiare la frutta locale e nazionale

Altro fattore importante è che la frutta sia a chilometro zero. Per quale motivo? Secondo i consigli di pediatri e nutrizionisti, è bene acquistare frutta di questo tipo in quanto il tempo che passa dalla raccolta al consumo è decisamente limitato.

È sempre preferibile consumare prodotti stagionali, di provenienza locale o almeno nazionale, in quanto più tempo passa tra la raccolta dei vegetali e il momento del consumo, più diminuisce la quantità di micronutrienti, soprattutto di vitamine, oltre al costo economico.

Queste sono le parole della Dottoressa Lisa Mariotti, consulente nutrizionista della SIPPS, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. La Dottoressa, Nutrizionista Pediatrica presso il Dipartimento di Medicina dell’Infanzia e dell’Età evolutiva ASST Fatebenefratelli – Sacco di Milano, ha spiegato quanto sia importante che, già nel corso dello svezzamento, i bimbi siano abituati ai sapori della frutta. Attenzione però a consultare il pediatra prima di dare determinati alimenti, perché si incorre nel pericolo di allergie alimentari. Ci sono frutti che vanno inseriti gradualmente nell’alimentazione. Gli esperti della SIPPS parlano anche dell’importanza di assumere prodotti biologici, perché non trattati con dei pesticidi nella loro crescita.

estate bambini frutta

Leggi anche: Bambini che mangiano meno per il caldo: 5 rimedi

I consigli della SIPPS: mangiare frutta di stagione in estate aiuta a prevenire l’obesità infantile

A parlare dell’importanza dell’alimentazione estiva dei bambini, come vi abbiamo anticipato, è proprio la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, SIPPS. Oltre alla presenza di sali minerali, fibre e vitamine, è importante che i bambini siano abituati a mangiare la frutta, in estate e non solo, anche per combattere l’obesità nell’infanzia e nell’adolescenza.
Si tratta di abitudini alimentari da dare ai propri figli, che avranno degli effetti nel lungo termine. Se un bambino fin da piccolo impara a fare merenda con la frutta, imparerà a amarne il sapore. Se invece il bambino sarà abituato a mangiare dolci e alimenti fritti come le patatine, molto probabilmente si abituerà a questi sapori che preferirà anche da adulto.

estate bambini frutta

Leggi anche: Le merende per bambini da portare in spiaggia, sane e gustose

Quanta e quale frutta mangiare in estate: le porzioni raccomandate e altri consigli

Ma quanta frutta bisogna mangiare e quale scegliere tra quella di stagione in estate? Sempre dalla SIPPS gli esperti fanno sapere che la frutta dovrebbe essere mangiata praticamente a ogni pasto principale, colazione, pranzo e cena, ma anche nel corso degli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio. La cosa migliore sarebbe variare i frutti che si assumono nell’arco della giornata, così da assumere diverse vitamine e sostanze nutritive. Ovviamente, nel caso dei bambini, bisognerà considerare anche le loro preferenze. Bisogna comunque sempre proporre loro la frutta che mangiano i genitori, facendo in modo che pian piano la assaggino. È chiaro che in estate i bambini debbano mangiare la frutta per stare bene e per rinfrescarsi, perciò i genitori non devono assolutamente dimenticare di averne sempre a disposizione, anche fuori casa.

estate bambini frutta

Leggi anche: Alimentazione dei bambini in estate: attenzione agli zuccheri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *