foto tachicardia in gravidanza

Tachicardia in gravidanza: cause, sintomi e rimedi

Tachicardia in gravidanza

In gravidanza vi sono tante modificazioni che riguardano il cuore e la circolazione del sangue e per questo motivo uno dei disturbi più frequenti è la tachicardia, cioè un aumento della frequenza cardiaca maggiore di 100 battiti per minuto.
La tachicardia in gravidanza è quindi del tutto normale e nella maggior parte dei casi non influisce sul benessere materno e fetale. Vediamo quali sono le cause, i sintomi e i rimedi della tachicardia in gravidanza.

Cause della tachicardia in gravidanza

La tachicardia è un disturbo molto comune in gravidanza e dipende dal fatto che la mamma deve soddisfare le esigenze nutritive e di crescita del proprio bambino in utero. Pertanto, le cause della tachicardia in gravidanza sono principalmente il maggior consumo di ossigeno, l’aumento del volume del sangue e l’aumento del peso. Tutte queste modificazioni cardiocircolatorie e respiratorie sono normali e sono tutte indirizzate all’accrescimento fetale.

foto tachicardia in gravidanza cause

Sintomi e diagnosi della tachicardia in gravidanza

I sintomi della tachicardia in gravidanza sono:

  • agitazione;
  • dispnea (difficoltà a respirare normalmente);
  • stanchezza;
  • gambe e piedi gonfi.

La diagnosi di tachicardia deve essere fatta da uno specialista (medico di medicina generale, ginecologo, cardiologo, etc.). La diagnosi si basa sulla misurazione della frequenza cardiaca a riposo. In associazione il medico potrà prescrivere una serie di esami del sangue, o altri esami strumentali (ad esempio elettrocardiogramma) se la tachicardia non dovesse essere transitoria.

foto tachicardia in gravidanza sintomi

Rimedi per la tachicardia in gravidanza

Ora vediamo quali possono essere i rimedi per la tachicardia in gravidanza.

  • limitare l’assunzione di sostanza stimolanti che possono aggravare la tachicardia, quali il caffè, il the, le bevande energetiche;
  • non fumare e astenersi dal bere alcool;
  • assicurare una corretta idratazione, tramite l’assunzione di acqua, tisane rilassanti;
  • esporre le proprie preoccupazioni ad uno specialista (ostetrica, ginecologo, psicologo) che possa trovare soluzioni o dare informazioni utili;
  • seguire un corso di accompagnamento alla nascita per ricevere informazioni sugli eventi che seguiranno, in modo da trovarsi preparata al momento del travaglio/parto;
  • praticare lunghe passeggiate in luoghi tranquilli e lontani dal rumore;
  • eseguire tecniche di respirazione: in un ambiente tranquillo, sedersi su un materassino per la palestra con le gambe incrociate, il busto dritto e gli occhi chiusi (posizione del loto), ed effettuare una respirazione lenta e controllata (respirazione diaframmatica) che può essere utile anche in travaglio per controllare il dolore.

Se totalmente fisiologica e non crea danni materni o fetali, la tachicardia non è trattata con farmaci. E’ importante ricordare che nessun farmaco o rimedio omeopatico/erboristico per la tachicardia deve essere assunto in gravidanza senza la prescrizione del medico.

foto tachicardia in gravidanza rimedi

Stefania Di Martino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *