candida gravidanza

Candida in gravidanza: uno dei fastidi più temuti dalle future mamme

Candida in gravidanza, un disturbo comune

I nove mesi della gravidanza dovrebbero essere vissuti nel migliore dei modi da tutte le donne. Tuttavia spesso ci si ritrova a dover condividere con piccoli o grandi fastidi che possono portare stress e nervosismo. Uno di questi disturbi è la candida in gravidanza, un’infezione in realtà non dannosa per la mamma e nemmeno per il feto ma che comunque non deve essere sottovalutata. L’aspetto che può sollevare moralmente molte delle future mamme è quello relativo alla diffusione molto comune durante tutti i nove mesi della gestazione. Nonostante ciò, il prurito intimo in gravidanza può essere davvero mal sopportato dalle donne che oltre a ciò, devono già fare i conti con altri malesseri passeggeri dovuti ai cambiamenti di ormoni e alla pancia che diventa sempre più grossa. Per questo motivo è fondamentale capire quali sono le cause, i sintomi e come si cura la candida in gravidanza al fine di eliminarla precocemente e in maniera più veloce.

Gravidanza: quali sono i sintomi e le cause della candida

La candida in gravidanza è un disturbo che può interessare tutte le donne indipendentemente dall’età gestazionale in corso. La tipologia di candida più comune è quella del genere Albicans che si presenta in maniera molto chiara. Infatti, i primi sintomi sono delle perdite vaginali di colore bianco molto simili al latte cagliato, associate a forte e insistente prurito intimo. Oltre a ciò, la donna può avvertire dolore durante la minzione o nel corso dei rapporti sessuali. Questa infezione è quindi facilmente riconoscibile dalla donna, che nella maggior parte dei casi si ritrova a convivere con due o più sintomi elencati precedentemente. Sebbene la candida sia anche riscontrabile nel resto della popolazione femminile, durante il periodo della dolce attesa l’incidenza risulta maggiore a causa dell’elevato livello di estrogeni. Questi sono degli ormoni che subiscono un innalzamento durante tutto l’arco della gravidanza, cambiando il ph vaginale. Di conseguenza, una delle principali cause della candida in gravidanza sono proprio gli ormoni estrogeni in alte quantità. Tuttavia, anche la dieta svolge un ruolo importantissimo poiché una corretta alimentazione, povera di zuccheri può tenere lontano questo fungo che trova motivo di esistere grazie ai lieviti e agli zuccheri presenti in quantità abbondanti nel nostro corpo. Infine, un’altra causa della candida in gravidanza è legato ad un più facile squilibrio nella flora batterica intestinale, soprattutto dovuto alla frequente stitichezza e all’alimentazione povera di fibre. Nel video seguente sono elencati tutte le cause qui descritte che possono facilmente portare alla formazione di candida in gravidanza. Tuttavia non c’è nessun bisogno di allarmarsi in quanto questa è un’infezione molto comune e facilmente curabile.

Leggi anche: Cistite in gravidanza: come combatterla

foto candida

 

Come si cura la candida in gravidanza

Le cure per la candida in gravidanza sono molto semplici e alla portata di tutte le donne. Innanzitutto è bene individuare l’infiammazione il prima possibile per evitare conseguenze e fastidi maggiori. Infatti, essendo un fungo, questa può espandersi notevolmente e portare non solo un prurito intimo costante e realmente fastidioso ma anche dolori ogni volta che si va in bagno. Pertanto, ai primi segnali, la donna dovrebbe subito prenotare una visita dal proprio ginecologo che confermerà la diagnosi di candida. Dopodiché, il trattamento migliore per tutte le gestanti è l’applicazione di creme vaginali antifungine per un periodo costante. La terapia locale è quindi il modo migliore per tutte le donne in gravidanza di poter curare la candida, rispetto a quella per bocca che è preferibile in tutti i restanti casi ma non durante i nove mesi di gestazione.

foto candida cura

Leggi anche: Emorroidi in gravidanza: cosa fare e come curarle

Rimedi naturali per curare e prevenire la candida in gravidanza

I rimedi naturali da poter seguire per prevenire la candida in gravidanza ed eventualmente associare alla terapia farmacologica sono davvero molteplici. Innanzitutto è bene mantenere la zona sempre pulita e asciutta, soprattutto in estate. Proprio per tale motivo è consigliata una biancheria in cotone, specialmente il puro cotone di colore bianco che non irrita la pelle. Oltre a ciò, si possono fare lavaggi in acqua e bicarbonato al fine di innalzare il ph vaginale e rendendo quindi la proliferazione del fungo più difficile. Se invece si sta già trattando la candida con la crema vaginale antimicotica, si possono abbinare rimedi naturali quali l’utilizzo di fermenti lattici per ripristinare la flora batterica intestinale; seguire una dieta corretta povera di zuccheri e grassi ma ricca di fibre e infine assumere tisane a base di calendula e malva che sono tra le poche a non essere controindicate in gravidanza. Invece, per le tinture madri, è sempre bene chiedere il parere del medico poiché in esse sono contenute alte dosi di principio attivo naturale.

foto rimedi candida

Leggi anche: Rimedi naturali contro la stitichezza in gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *