foto_bonus_asilo_nido

Bonus asilo nido 2019: requisiti, novità e scadenze per fare domanda

Bonus asilo nido 2019

Anche per il 2019 il Governo dà la possibilità di richiedere il bonus asilo nido, ovvero il contribuito erogato dall’Inps per il pagamento delle rete per le strutture pubbliche e private frequentate dai figli. Vediamo allora quali sono i requisiti e le scadenze per fare domanda.

I requisiti per fare domanda

Il bonus asilo nido, secondo la legge già in vigore, spetta a tutte le madri e a tutti i padri di bambini fino a 3 anni di età. Gli adulti devono possedere determinati requisiti. Su tutti la cittadinanza italiana e quella UE, poi il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, le carte di soggiorno per eventuali familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea, la residenza in Italia e/o lo status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria.

Leggi anche: Bonus asilo nido: come chiedere mille euro per il bambino

Si ricorda che, per quanto riguarda il bonus asilo nido, il richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta. Invece, per quel che riguarda altre forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio ed avere abituale dimora nello stesso comune.

foto_bonus_asilo_nido

Le novità per il 2019

Per il prossimo anno si preannuncia una grossa novità per i genitori. L’importo del bonus nido passerà infatti da 1000 a 1500 euro. Stando a quanto si legge dal documento stilato, questa cifra sarà anche utilizzabile per il supporto dei bambini al di sotto dei tre anni affetti da gravi patologie croniche che vivono presso l’abitazione del richiedente.

Come fare domanda

Come richiedere il bonus asilo nido? La domanda dovrà essere presentata all’INPS tramite apposita sezione online o chiamando il numero fisso, ma anche consultando enti di patronato ed intermediari. A tutta la documentazione richiesta va allegata la ricevuta del pagamento della prima retta relativa al primo mese di frequenza per il quale si richiede il beneficio.

Leggi anche: Bonus nido, voucher asilo, bonus bebè e bonus mamma non sono sovrapponibili: come capire quali richiedere

Può presentare domanda il genitore di un figlio nato o adottato o preso in affido dal 1 gennaio del 2016. Il bonus asilo nido viene erogato mensilmente con bonifico, accredito su conto corrente o postale, libretto postale o carta prepagata fornita di Iban.

foto_asilo_nido_bambini

Le scadenze

Ogni mese, chi fa domanda del bonus deve necessariamente dichiarare e confermare la validità dei requisiti rispetto alla presentazione della domanda. Non c’è dunque una scadenza precisa per presentare domanda: l’Inps valuta le richieste in ordine di presentazione e nel limite di spesa fissato dal Governo, che per il 2018 è stato di 250 milioni di euro.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *